Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 min
UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?
Completando così 10 anni da CEO. Lo sostengono alcune indiscrezioni, l'istituto di credito: «Solo voci e speculazioni»
SVIZZERA
9 min
«Una legge unica per le attività di sorveglianza»
Mister dati ha di nuovo criticato il fatto che attualmente queste attività siano disciplinate da un gran numero di atti legislativi speciali e di norme
SVIZZERA
30 min
Trent'anni fa lo scandalo delle schedature
Oltre 320'000 persone (4410 in Ticino) chiesero a Berna se figurassero tra gli schedati. Circa 40'000 (804 in Ticino) ottennero risposta affermativa
SVIZZERA
1 ora
Prima disoccupati, poi precari
Una persona su due dopo la disoccupazione trova un impiego pagato peggio, a tempo parziale o su chiamata. Lo dicono i dati dell'UST
SVIZZERA
1 ora
SIX punta alla borsa di Madrid, ma non è la sola
Il gruppo finanziario elvetico ha presentato un'offerta di acquisto del valore di 3 miliardi di franchi. Interessata anche Euronext
FOTO E VIDEO
SAN GALLO
2 ore
È morta la donna travolta dal Piranha dell’esercito
L’auto sulla quale si trova l’anziana si è scontrata con un blindato. Illesi invece i militari
SVIZZERA
3 ore
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
3 ore
Guasto all'Eurocity: passeggeri evacuati e oltre 3 ore di ritardo
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
SVIZZERA
12 ore
Gli accompagnatori in montagna uniti sotto un unico tetto
Asam e Asgm si sono fuse creando così un'associazione ombrello per la professione, la presidente: «Segnale di autorevolezza»
GRIGIONI
12 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
13 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
17 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
17 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
ZURIGO
18 ore
Il secondo seggio sulla Limmat va a Noser
Il liberale radicale ha ottenuto 185'276 voti contro i 116'594 andati alla sfidante ecologista Marionna Schlatter
BERNA
19 ore
Stöckli riconfermato, entra Salzmann
Il "senatore" socialista e il candidato UDC hanno vinto il secondo turno nel canton Berna
SAN GALLO
19 ore
Riconfermati i due senatori uscenti
Benedikt Würth (PPD) e Paul Rechsteiner (PS) sono stati riconfermati oggi nel ballottaggio per l'assegnazione dei due seggi di San Gallo alla Camera dei Cantoni
SAN GALLO
20 ore
Casse malati, aumenta il contributo minimo
Oltre il 78% dei cittadini ha approvato la modifica della legge cantonale sull'assicurazione malattia in votazione oggi
ZUGO
20 ore
Il Plr difende il suo seggio
Matthias Michel si è facilmente imposto sul consigliere di Stato in carica Heinz Tännler (UDC)
SCIAFFUSA
20 ore
Vento a favore per il Parco naturale regionale
Le urne hanno approvato la legge che ne regola il finanziamento
SVIZZERA
22 ore
Verso gli Stati: parziali e proiezioni
I risultati del secondo turni nei cantoni di Zurigo, San Gallo, Soletta, Berna e Zugo
SVIZZERA
20.08.2018 - 16:490

Berna vuole allargare le strade per far spazio ai SUV

Nel corso degli anni le auto sono diventate sempre più grandi. Questo è il motivo per cui la Confederazione intende adeguare le strade, ma le associazioni ambientaliste non ci stanno

BERNA - Le auto attualmente in circolazione sono mediamente di 12 centimetri più larghe rispetto al 1990. Lo rivela uno studio recentemente pubblicato dall'Università di Duisburg-Essen (Germania). La causa principale di questo cambiamento è il massiccio avvento dei SUV, sempre più apprezzati dagli automobilisti. Nel 2016, circa un'auto su tre era un SUV. Di conseguenza, le strade svizzere sono diventate troppo strette per molti veicoli.

Ecco perché l'Associazione per la ricerca e la standardizzazione in materia di strade e trasporti (VSS) lancia l'allarme. «Se i veicoli si allargano, le strade devono seguire la stessa evoluzione», avverte il presidente di VSS, Jean-Marc Jeanneret, interrogato dalla "SonntagsZeitung". Egli spiega che la sua associazione sta attualmente lavorando a una revisione delle norme che riguardano la larghezza della strada, che dovrebbe entrare in vigore già fra un anno. «Le strade devono essere adattate alle auto che sono sempre più grandi».

Più spazio nel nome della fluidità del traffico - La ricerca del domenicale mostra che VSS gode del sostegno della Confederazione. «Molte strade sono diventate troppo strette e non soddisfano più le esigenze dei conducenti», afferma Jürg Röthlisberger, direttore dell'Ufficio federale delle strade. Per il momento, non sa ancora di quanto le strade saranno allargate. Immagina, tuttavia, che le corsie dovrebbero crescere tra i 10 e i 50 centimetri.

Andreas Burgener, direttore di Auto Svizzera, saluta positivamente il progetto. «È necessario più spazio per garantire che il traffico rimanga fluido». Secondo lui, è soprattutto all'interno delle località che è necessaria un'azione. «Le strade devono essere allargate e gli ostacoli rimossi». Per Burgener, questo è l'unico modo per assicurare una buona convivenza tra automobilisti e ciclisti. Un'estensione di mezzo metro sarebbe «ragionevole», secondo lui.

«Incentivare la mobilità sostenibile» - Ma non tutti appoggiano i piani di VSS e Confederazione. La consigliera nazionale dei Verdi, Aline Trede, è inorridita. Rendere le strade più ampie invierebbe un segnale negativo in ottica cambiamento climatico, dice a "20 Minuten". «La legge sull'energia impone al Consiglio federale di ridurre le emissioni di CO2 che provengono dal traffico stradale», ricorda. E aggiunge: «Perché ciò accada, dobbiamo incentivare la mobilità sostenibile con auto più piccole e elettriche, che generano meno emissioni di CO2. Allargare le strade per andare nella direzione del SUV sarebbe in contraddizione con gli obiettivi climatici che ci siamo posti».

La sua opinione è condivisa da Ruedi Bumer, presidente dell'Associazione dei trasporti e dell'ambiente (ATE). Secondo lui, la soluzione non sta nell'ampliamento delle strade, ma piuttosto nella riduzione della velocità. «Se guidi meno velocemente, puoi passare accanto alle grandi macchine senza problemi». Egli sostiene più aree 30 nelle città e nei villaggi: non solo aumenterebbe la sicurezza, ma renderebbe anche il la bicicletta un mezzo di trasporto più attraente. Ruedi Bumer rivendica dunque «più spazio per le biciclette e non per le auto».

Non è la prima volta che VSS propone di rivedere gli standard relativi alla larghezza delle strade, ricorda il "SonntagsZeitung". Una proposta di allargare fino a un metro le strade all'interno di una località era fallita un anno fa. I cantoni e l'Ufficio per la prevenzione degli incidenti avevano fortemente criticato i piani di VSS, temendo in particolare un deterioramento della sicurezza stradale e un aumento del rischio di incidenti.

Commenti
 
shooter01 1 anno fa su tio
ottima idea. Sono pienamente d'accordo. Strano che da Berna arrivi un segnale così positivo e progressista. Gli obiettivi climetici bisognerebbe esportarli anche in Cina e India, visto lo sviluppo stradale e di traffico che avviene in quei paesi. Ma come sempre è molto più facile fare i leoni dove si sa che non si corrono rischi
noci 1 anno fa su tio
@shooter01 Ad oggi si fa di tutto per ridurre il traffico con limitazioni di velocità, dossi, restringimenti, zone con velocità limitata, isole nella careggiata, riduzioni di posteggi ufficiali e non. Adesso spunta l'idea di allargare le strade. Chissà quale strada decide di prendere Berna? Basta buttare soldi del cittadino per seguire delle tendenze.
francox 1 anno fa su tio
E io dovrei pagare per la megalomania e l'insicurezza sessuale dei ricchi?
volabas 1 anno fa su tio
ma che impediti, circolano i camion su queste strade, imparare a guidare no? idioti
Bandito976 1 anno fa su tio
Hai rustico e bruci 2 pezzi di legna, sei un criminale. Poi tra SUV e camion, nessun controllo?
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Oltre le strade devono anche allargare i parcheggi... :-))))
miba 1 anno fa su tio
Questi personaggi sono da mandare subito a zappare patate! Hanno un cervello di gallina con posti di responsabilità ed il binomio non va bene....
Mat78 1 anno fa su tio
Pazzesco...non c'è limite al peggio. Che bei messaggi che lancia l'amministrazione federale...complimenti! Invece che promuovere in tutti i modi la diminuzione, o quantomeno il contenimento dell'aumento del traffico..."fluidifichiamolo" = incentiviamolo. Ma che bravi!
Equalizer 1 anno fa su tio
@Mat78 Quando ho fatto le patenti per il camion il limite massimo di peso era 28T oggi siamo a 40T. Indietro non si torna. Ed in quegli anni guidavo una bella Camaro del '72, consumo? 18-25 al cento dipende da come guidi, ma assolutamente più soddisfacente di ogni scatola in giro oggi.
Mat78 1 anno fa su tio
@Equalizer Indietro non si torna??? Mi pare che si vada solo indietro invece! La parola Alptransit ed il concetto "traffico merci su rotaia" non ti dice nulla??? Per non scomodare l'ecologia poi... In ogni caso qui si parla di veicoli privati, ma mi rendo conto che in molti devono evidentemente compensare problemi di scarsa dimensione anatomica con auto di grossa taglia...
saetta 1 anno fa su tio
Bene, le auto non sono mai abbastanza grandi, allora allarghiamogli le strade, così come i parcheggi...poco importa che poi chi sta alla guida è impedito e appena deve fare una mezza retromarcia non la sa fare( anzi, visto che loro siedono su un veicolo grande sono anche belli arroganti, e quindi tocca a te indietreggiare!) Ma fatemi il piacere!
SosPettOso 1 anno fa su tio
Basterebbe considerare la larghezza tra i parametri con cui si stabilisce l'imposta di circolazione: vuoi il camion e allora paga!
Equalizer 1 anno fa su tio
@SosPettOso Chi ha il camion già paga di più in carburante.
SosPettOso 1 anno fa su tio
@Equalizer Se il parco SUV continua a crescere, il consumo di carburante carburante non basta.
GI 1 anno fa su tio
potrei anche sbagliarmi ma le auto americane degli anni 50-60 erano ben più grandi degli attuali SUV e le strade non così larghe.....eppure ce l'abbiamo fatta !!!
roma 1 anno fa su tio
@GI Esatto.
SosPettOso 1 anno fa su tio
@GI Le auto americane se le compravano in pochi e quei pochi cercavano di imparare a guidarle. I SUV invece li vogliono soprattutto le persone insicure che poi diventano anche impedite.
Equalizer 1 anno fa su tio
@GI Ai tempi che dici tu, i marciapiedi non erano più larghi delle carreggiate....
centauro 1 anno fa su tio
@GI Però le auto americane erano come oggi un numero esiguo e allora come oggi consumano spaventosamente.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 11:19:27 | 91.208.130.87