Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
29 min
Flixbus: caos sui viaggi tra città svizzere
La società si difende dalle accuse di cabotaggio affermando che si è trattato di un "errore tecnico".
BERNA
1 ora
MPC indaga su un caso di corruzione in Mozambico
La vicenda risale a sei anni fa. Coinvolti anche tre ex quadri di Credit Suisse
SVIZZERA
1 ora
Ai sindacati un posto nel Cda della Posta
Lo ha proposto il Consiglio Federale, secondo Sommaruga però non sarà un ticinese. E c'è già un possibile nome
ZURIGO
1 ora
L'aeroporto di Zurigo dovrà pagare 93'000 franchi per gli scavi archeologici
Lo ha stabilito il Tribunale federale. Le spese processuali ammontano a 5'000 franchi
SVIZZERA
2 ore
PostFinance verso una privatizzazione parziale
Avviata la procedura di consultazione sulla revisione della legge che vieta la concessione di crediti e ipoteche.
SVIZZERA
2 ore
Le frontiere riaprono il 15 giugno
Tutte le restrizioni in entrata vigenti nel nostro Paese saranno revocate.
SVIZZERA
3 ore
Il Ticino vuole strade sicure, la Confederazione risponde
L'iniziativa cantonale "Strade più sicure subito!" chiede di vietare il transito a chi non ha i dispositivi di sicurezza
SVIZZERA
3 ore
Covid in Svizzera, altri 23 casi
Per il secondo giorno consecutivo il numero di contagi è tornato sopra le dieci unità
SVIZZERA
4 ore
Tariffe forfettarie per il settore ambulatoriale
Si inizia con chirurgia della mano, radiologia, chirurgia pediatrica, medicina vascolare, chirurgia oculare e anestesia
SVIZZERA
5 ore
Manifestazioni, «La polizia agisca in maniera proporzionale»
Gli organizzatori dovranno poi prevedere piani di protezione (disinfettante, mascherine, formazione di piccoli gruppi)
SVIZZERA
6 ore
In maggio fallimenti in calo, ma si attende uno tsunami
Il fenomeno è dovuto al fatto che durante la pandemia le aziende non hanno potuto dichiarare bancarotta
SVIZZERA
7 ore
Cavo della telecamera tranciato, sotto accusa il leader della squadriglia
Durante i Mondiali di sci del 2017 un aereo aveva urtato con l'ala il cavo di una telecamera.
BASILEA CITTÀ
8 ore
Pierre-Alain Ruffieux sarà il nuovo CEO di Lonza
Prenderà il posto di Albert Baehny.
ZURIGO
9 ore
Quando lo studio medico smaltisce i documenti così
Abbandonate in strada cartelle cliniche, radiografie, documentazione statale. Con tanto di nomi, cognomi e diagnosi.
SVIZZERA
17 ore
Senza lavoro a causa della sua statura
È la storia di una 26enne discriminata dall'Ospedale della Svizzera orientale, dal quale ha ricevuto una mail offensiva
ARGOVIA
20 ore
Auto in fiamme nel tunnel del Bözberg
La galleria sull'A3 è stata temporaneamente chiusa. Portate in salvo 12 persone.
FOTO
EMIRATI ARABI UNITI / SVIZZERA
22 ore
Ecco come appare il lussuoso appartamento di Federer a Dubai
L'asso di tennis ha preferito trascorrere l'inverno nell'esclusivo attico con la sua famiglia
VAUD
22 ore
L'ex direttore del CHUV (in pensione) al capezzale dell'HRC
Pierre-François Leyvraz è stato nominato direttore a interim dell'ospedale Riviera-Chablais.
SVIZZERA
22 ore
Imprese responsabili, l'ultima parola spetterà al popolo
Dopo anni di tira e molla in Parlamento, il prossimo mese di novembre si dovrebbe votare sull'iniziativa.
SOLETTA
22 ore
La centrale di Gösgen si rifà il trucco
L'impianto di Däniker verrà disattivato sabato per la consueta revisione annuale.
SVIZZERA
20.08.2018 - 16:490

Berna vuole allargare le strade per far spazio ai SUV

Nel corso degli anni le auto sono diventate sempre più grandi. Questo è il motivo per cui la Confederazione intende adeguare le strade, ma le associazioni ambientaliste non ci stanno

BERNA - Le auto attualmente in circolazione sono mediamente di 12 centimetri più larghe rispetto al 1990. Lo rivela uno studio recentemente pubblicato dall'Università di Duisburg-Essen (Germania). La causa principale di questo cambiamento è il massiccio avvento dei SUV, sempre più apprezzati dagli automobilisti. Nel 2016, circa un'auto su tre era un SUV. Di conseguenza, le strade svizzere sono diventate troppo strette per molti veicoli.

Ecco perché l'Associazione per la ricerca e la standardizzazione in materia di strade e trasporti (VSS) lancia l'allarme. «Se i veicoli si allargano, le strade devono seguire la stessa evoluzione», avverte il presidente di VSS, Jean-Marc Jeanneret, interrogato dalla "SonntagsZeitung". Egli spiega che la sua associazione sta attualmente lavorando a una revisione delle norme che riguardano la larghezza della strada, che dovrebbe entrare in vigore già fra un anno. «Le strade devono essere adattate alle auto che sono sempre più grandi».

Più spazio nel nome della fluidità del traffico - La ricerca del domenicale mostra che VSS gode del sostegno della Confederazione. «Molte strade sono diventate troppo strette e non soddisfano più le esigenze dei conducenti», afferma Jürg Röthlisberger, direttore dell'Ufficio federale delle strade. Per il momento, non sa ancora di quanto le strade saranno allargate. Immagina, tuttavia, che le corsie dovrebbero crescere tra i 10 e i 50 centimetri.

Andreas Burgener, direttore di Auto Svizzera, saluta positivamente il progetto. «È necessario più spazio per garantire che il traffico rimanga fluido». Secondo lui, è soprattutto all'interno delle località che è necessaria un'azione. «Le strade devono essere allargate e gli ostacoli rimossi». Per Burgener, questo è l'unico modo per assicurare una buona convivenza tra automobilisti e ciclisti. Un'estensione di mezzo metro sarebbe «ragionevole», secondo lui.

«Incentivare la mobilità sostenibile» - Ma non tutti appoggiano i piani di VSS e Confederazione. La consigliera nazionale dei Verdi, Aline Trede, è inorridita. Rendere le strade più ampie invierebbe un segnale negativo in ottica cambiamento climatico, dice a "20 Minuten". «La legge sull'energia impone al Consiglio federale di ridurre le emissioni di CO2 che provengono dal traffico stradale», ricorda. E aggiunge: «Perché ciò accada, dobbiamo incentivare la mobilità sostenibile con auto più piccole e elettriche, che generano meno emissioni di CO2. Allargare le strade per andare nella direzione del SUV sarebbe in contraddizione con gli obiettivi climatici che ci siamo posti».

La sua opinione è condivisa da Ruedi Bumer, presidente dell'Associazione dei trasporti e dell'ambiente (ATE). Secondo lui, la soluzione non sta nell'ampliamento delle strade, ma piuttosto nella riduzione della velocità. «Se guidi meno velocemente, puoi passare accanto alle grandi macchine senza problemi». Egli sostiene più aree 30 nelle città e nei villaggi: non solo aumenterebbe la sicurezza, ma renderebbe anche il la bicicletta un mezzo di trasporto più attraente. Ruedi Bumer rivendica dunque «più spazio per le biciclette e non per le auto».

Non è la prima volta che VSS propone di rivedere gli standard relativi alla larghezza delle strade, ricorda il "SonntagsZeitung". Una proposta di allargare fino a un metro le strade all'interno di una località era fallita un anno fa. I cantoni e l'Ufficio per la prevenzione degli incidenti avevano fortemente criticato i piani di VSS, temendo in particolare un deterioramento della sicurezza stradale e un aumento del rischio di incidenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
shooter01 1 anno fa su tio
ottima idea. Sono pienamente d'accordo. Strano che da Berna arrivi un segnale così positivo e progressista. Gli obiettivi climetici bisognerebbe esportarli anche in Cina e India, visto lo sviluppo stradale e di traffico che avviene in quei paesi. Ma come sempre è molto più facile fare i leoni dove si sa che non si corrono rischi
noci 1 anno fa su tio
@shooter01 Ad oggi si fa di tutto per ridurre il traffico con limitazioni di velocità, dossi, restringimenti, zone con velocità limitata, isole nella careggiata, riduzioni di posteggi ufficiali e non. Adesso spunta l'idea di allargare le strade. Chissà quale strada decide di prendere Berna? Basta buttare soldi del cittadino per seguire delle tendenze.
francox 1 anno fa su tio
E io dovrei pagare per la megalomania e l'insicurezza sessuale dei ricchi?
Bandito976 1 anno fa su tio
Hai rustico e bruci 2 pezzi di legna, sei un criminale. Poi tra SUV e camion, nessun controllo?
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Oltre le strade devono anche allargare i parcheggi... :-))))
miba 1 anno fa su tio
Questi personaggi sono da mandare subito a zappare patate! Hanno un cervello di gallina con posti di responsabilità ed il binomio non va bene....
Mat78 1 anno fa su tio
Pazzesco...non c'è limite al peggio. Che bei messaggi che lancia l'amministrazione federale...complimenti! Invece che promuovere in tutti i modi la diminuzione, o quantomeno il contenimento dell'aumento del traffico..."fluidifichiamolo" = incentiviamolo. Ma che bravi!
Equalizer 1 anno fa su tio
@Mat78 Quando ho fatto le patenti per il camion il limite massimo di peso era 28T oggi siamo a 40T. Indietro non si torna. Ed in quegli anni guidavo una bella Camaro del '72, consumo? 18-25 al cento dipende da come guidi, ma assolutamente più soddisfacente di ogni scatola in giro oggi.
Mat78 1 anno fa su tio
@Equalizer Indietro non si torna??? Mi pare che si vada solo indietro invece! La parola Alptransit ed il concetto "traffico merci su rotaia" non ti dice nulla??? Per non scomodare l'ecologia poi... In ogni caso qui si parla di veicoli privati, ma mi rendo conto che in molti devono evidentemente compensare problemi di scarsa dimensione anatomica con auto di grossa taglia...
saetta 1 anno fa su tio
Bene, le auto non sono mai abbastanza grandi, allora allarghiamogli le strade, così come i parcheggi...poco importa che poi chi sta alla guida è impedito e appena deve fare una mezza retromarcia non la sa fare( anzi, visto che loro siedono su un veicolo grande sono anche belli arroganti, e quindi tocca a te indietreggiare!) Ma fatemi il piacere!
SosPettOso 1 anno fa su tio
Basterebbe considerare la larghezza tra i parametri con cui si stabilisce l'imposta di circolazione: vuoi il camion e allora paga!
Equalizer 1 anno fa su tio
@SosPettOso Chi ha il camion già paga di più in carburante.
SosPettOso 1 anno fa su tio
@Equalizer Se il parco SUV continua a crescere, il consumo di carburante carburante non basta.
GI 1 anno fa su tio
potrei anche sbagliarmi ma le auto americane degli anni 50-60 erano ben più grandi degli attuali SUV e le strade non così larghe.....eppure ce l'abbiamo fatta !!!
roma 1 anno fa su tio
@GI Esatto.
SosPettOso 1 anno fa su tio
@GI Le auto americane se le compravano in pochi e quei pochi cercavano di imparare a guidarle. I SUV invece li vogliono soprattutto le persone insicure che poi diventano anche impedite.
Equalizer 1 anno fa su tio
@GI Ai tempi che dici tu, i marciapiedi non erano più larghi delle carreggiate....
centauro 1 anno fa su tio
@GI Però le auto americane erano come oggi un numero esiguo e allora come oggi consumano spaventosamente.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 16:13:07 | 91.208.130.85