Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
32 min
Sciatore 52enne muore ad Adelboden
L'uomo è stato trovato in stato d'incoscienza sulla pista da alcune persone che hanno tentato invano di rianimarlo
ARGOVIA
3 ore
Pioggia di multe per i partecipanti al funerale: «È un'ingiustizia!»
Una ventina le persone sanzionate: «Quando uno è in lutto non pensa al disco orario». Il Comune di Spreitenbach: niente cassetta, «è parità di trattamento»
SOLETTA
4 ore
23enne trovato gravemente ferito per strada a Gerlafingen: due fermi
Il giovane sarebbe stato travolto da un'automobile, successivamente individuata
ZURIGO
5 ore
Denunciata perché su Google ha dato una sola stellina alla polizia
La recensione negativa di una 28enne zurighese era nata da uno screzio con l'agente alla ricezione, che l'ha presa male. Lei: «Non sono insulti, solo critiche»
BERNA
6 ore
Critiche per l'assoluzione degli ambientalisti: «È una sentenza politica»
I dodici attivisti avevano inscenato una protesta al Credit Suisse di Losanna. Hanno agito «in stato di necessità legale» per l'emergenza climatica, ha stabilito il tribunale
SAN GALLO
6 ore
Sospesi i rinvii verso l'Italia di richiedenti asilo malati o famiglie in fuga
La Segreteria di Stato della migrazione conferma lo stop, dovuto alle insoddisfacenti condizioni di accoglienza nella vicina penisola
SONDAGGIO
BASILEA CAMPAGNA
19 ore
«Dosi elevate possono mettere a rischio la vita»
I sedativi con ricetta medica vanno a gonfie vele tra gli adolescenti. Gli eccessi e i rischi sono dietro l'angolo
SAN GALLO
19 ore
Operaio schiacciato da una porta in cemento armato da 1,2 tonnellate
L'uomo era impegnato nei lavori di ristrutturazione di un'abitazione, non ha mai perso i sensi ed è stato ospedalizzato d'urgenza
ZUGO
19 ore
Investe il ciclista 12enne e poi se ne va
Per il ragazzino solo qualche graffio, la polizia però ora sta cercando testimoni per rintracciare il conducente dell'auto
VAUD
21 ore
Cariche esplosive pericolose fatte brillare dalla polizia
Un privato le conservava in garage e la loro parte attiva si era ormai cristallizzata
SVIZZERA
21 ore
Anche Ginevra vieta le sigarette elettroniche ai minorenni
Il Gran Consiglio ha adottato oggi un progetto di revisione della legge sul tabacco
SVIZZERA
04.05.2018 - 16:110

Von Wattenwyl all'insegna della cybersicurezza e dell'Ue

Vertici dei partiti di governo e una delegazione del Consiglio federale si sono riuniti oggi per i tradizionali colloqui

BERNA - La cybersicurezza è stata al centro dei colloqui tenutosi oggi alla casa von Wattenwyl tra i vertici dei partiti di governo e una delegazione del Consiglio federale. Si è discusso pure di relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea, nonché di governance delle aziende parastatali, di questioni fiscali e di politica agricola.

Oltre al presidente della Confederazione Alain Berset, hanno partecipato ai colloqui per l'esecutivo anche il consigliere federale Ueli Maurer e il cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr, indica il governo in una nota odierna.

I cyber-rischi rappresentano una delle sfide più importanti cui sono confrontate le società democratiche. Per questo la Confederazione deve riconsiderare e, all'occorrenza, riprogettare la propria organizzazione in questo settore, ha ricordato Ueli Maurer ai vertici dei partiti e dei gruppi parlamentari di PPD, PLR, PS e UDC. Anche il Parlamento in varie circostanze ha impartito al Governo direttive chiare in tal senso.

La discussione si è incentrata sia sulla collaborazione tra i dipartimenti federali sia sul rafforzamento delle strutture di gestione nell'ambito della ciybersicurezza. Il Consiglio federale auspica l'introduzione di un coordinamento fra i dipartimenti allo scopo di rilevare migliori misure organizzative e risorse necessarie. Esecutivo e partiti di governo hanno insistito sulla necessità di collaborare anche con gli attori privati.

Relazioni con l'UE - La delegazione del Consiglio federale ha inoltre fatto il punto della situazione sui negoziati in corso sulle questioni istituzionali con l'Unione europea. È stata in particolare presentata la soluzione arbitrale abbozzata dai negoziatori per la risoluzione delle controversie tra Berna e Bruxelles ed è stata ribadita la volontà del Consiglio federale di salvaguardare le misure di accompagnamento all'Accordo sulla libera circolazione delle persone, si legge nella nota.

Il Governo ha ribadito che l'accordo istituzionale non è fine a se stesso, ma rappresenta uno strumento che permette di gestire in modo efficiente gli accordi di accesso al mercato. Per quanto riguarda il secondo contributo della Svizzera destinato ad alcuni Stati membri dell'UE, il Consiglio federale ha precisato che, una volta conclusa la consultazione avviata lo scorso 28 marzo, ne analizzerà i risultati riesaminando in parallelo lo stato generale delle relazioni tra Berna e Bruxelles.

I partecipanti ai colloqui sono stati pure informati in merito a come il Governo intende garantire i diritti e i doveri reciproci esistenti tra la Confederazione e il Regno Unito nella fase di transizione della Brexit prevista dal 29 marzo 2019 al 31 dicembre 2020.

Governance aziende e questioni fiscali - Alla casa von Wattenwyl si è parlato anche della gestione delle aziende della Confederazione. Il Consiglio federale ritiene che le attuali basi legali siano adatte a gestire in modo appropriato queste aziende. Tuttavia, Governo e partiti reputano necessario proseguire la riflessione per individuare ancor migliori modalità di governance delle aziende parastatali.

Su richiesta dei partiti, il consigliere federale Maurer ha poi illustrato le possibili misure per rafforzare la piazza economica svizzera. Entro fine anno il Dipartimento federale delle finanze (DFF) prevede di sottoporre al Consiglio federale una serie di proposte di riforma. Sulla base di queste informazioni l'esecutivo potrà quindi decidere come procedere con i dossier concernenti la riforma dell'imposta preventiva e la soppressione delle tasse di bollo.

Infine, il Consiglio federale ha fornito ai partiti informazioni sullo stato attuale dei lavori riguardanti l'evoluzione della politica agricola a partire dal 2022 (AP22+). Il ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann, responsabile dell'agricoltura, non era presente ai colloqui perché impegnato nel suo viaggio negli Stati del Mercosur.

Commenti
 
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-18 15:06:51 | 91.208.130.87