Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
4 ore
Residente in Svizzera travolge e uccide un ciclista
Inutile l'intervento dei soccorsi. Le ferite riportate dal 33enne erano troppo gravi
ZURIGO
5 ore
Approvato il piano regolatore per un nuovo stadio
Incombe tuttavia la minaccia del referendum: secondo l'associazione IG Freiräume Zürich West il progetto dovrebbe meglio considerare gli aspetti ambientali e sociali
NEUCHÂTEL
6 ore
Condannato ex pastore per aver avuto una relazione con una minorenne
Il ragazzino si era presentato come maggiorenne. L'uomo è stato denunciato dalla madre dell'adolescente
SVIZZERA
9 ore
Via la cittadinanza ad una 30enne radicalizzata
La SEM ha avviato la procedura. La donna, attualmente si troverebbe in Siria, è sospettata di aver svolto attività legate al terrorismo nel Paese
BASILEA CITTÀ
10 ore
Il Parlamento cantonale chiede un congedo parentale di 24 settimane
Luce verde ad una mozione del Partito socialista. La misura andrebbe ad aggiungersi all'attuale congedo maternità
SVIZZERA
10 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
10 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
11 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
BASILEA CITTÀ
12 ore
Cade dalla bici e viene travolto da un camion
La vittima è un anziano non ancora identificato. Stava procedendo sulla Austrasse fra i binari del tram e una serie di veicoli posteggiati sul lato destro della strada
SVIZZERA
12 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
BASILEA CITTÀ
12 ore
Sì al taglio dell'imposizione dei dividendi
Il Gran consiglio di Basilea Città ha approvato una mozione che chiede di sottoporre a tassazione i redditi in questione solo nella misura del 60%, contro l'80% appena deciso
BERNA
13 ore
Pascal Strupler lascia la direzione dell'UFSP
Berset è ora alla ricerca di un nuovo capoufficio. Il posto sarà messo a concorso
SVIZZERA
13 ore
Vendemmia, poca uva in Romandia
Le quote di produzione fissate - inferiori a quelle dell'anno scorso, una misura volta a evitare un calo dei prezzi - non sono state raggiunte. La qualità però dovrebbe essere buona
VAUD / ZURIGO
14 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
14 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
27.04.2018 - 12:190
Aggiornamento : 14:48

Governo, Lombardi e Levrat per partenza coordinata

Per il capogruppo PPD e per il presidente PS sarebbe auspicabile che Schneider-Ammann e Leuthard lasciassero il Consiglio federale nello stesso momento

BERNA - Sarebbe auspicabile che i consiglieri federali si coordinassero tra loro per questo genere di annunci: così ha reagito Filippo Lombardi, capogruppo PPD in parlamento, all'intervista "scoop" di Johann Schneider-Ammann sul suo ritiro entro la fine della legislatura.

A suo avviso, tale coordinamento darebbe maggiore flessibilità all'Assemblea federale nel prevedere la successione, in particolare per quanto riguarda una candidatura femminile.

«Fintanto che la partenza non è ufficialmente annunciata, è molto difficile per i partiti riflettere a una successione», ha dichiarato oggi all'ats il consigliere agli Stati ticinese. Quanto all'eventuale ritiro simultaneo dal governo di Doris Leuthard (PPD) e Schneider-Ammann, Lombardi rileva che spetta a loro decidere. «I consiglieri federali potrebbero comunicare meglio», ritiene in ogni caso, perché «è molto difficile per i loro partiti rispettivi coordinarsi» per prevedere una data di partenza.

Per quanto riguarda i profili dei consiglieri federali che succederanno ai due che hanno preannunciato le dimissioni entro la fine della legislatura, Lombardi dice: «Quel che si sa, è che saranno molto probabilmente svizzerotedeschi e che uno dei due doverebbe essere una donna».

Per il capogruppo PPD i candidati, oltre che competenti e a conoscenza dei dossier, dovranno essere dotati di una forte personalità che consenta loro di imporsi alla loro amministrazione ("e non il contrario"), saper lavorare collegialmente e disporre di una forte esperienza. Dovranno inoltre avere uno sguardo nuovo e dinamico. La quadratura del cerchio, ammette il consigliere agli Stati.

Anche Levrat è d'accordo - Il Partito socialista afferma di non essere sorpreso dell'annunciato ritiro di Johann Schneider-Ammann dal Consiglio federale entro la fine della legislatura. Per il presidente del PS Christian Levrat la vera domanda riguarda la data della partenza, che a suo avviso dovrebbe essere coordinata con quella, pure preannunciata, di Doris Leuthard.

Per il consigliere agli Stati friburghese l'annuncio del ministro dell'economia è una "non notizia" e la questione è piuttosto di sapere se lascerà il governo ancora quest'anno.

Interpellato dall'ats sulla necessità di una partenza coordinata con Doris Leuthard, Levrat risponde: non è "obbligatorio", ma sarebbe "sano" per il collegio governativo. E rileva che non tocca ai partiti dire ai consiglieri federali quando andarsene.

Per il presidente socialista, una partenza coordinata nel corso della legislatura presenta "almeno tanti vantaggi" quanto un ritiro più tardivo. Essa consentirebbe in ogni caso di ridinamizzare il governo, aggiunge.

Levrat non si pronuncia sul profilo ideale del successore di Schneider-Ammann a ministro dell'economia. "Si vedrà a suo tempo", si è limitato a rispondere.

Aeschi (Udc) critica l'annuncio senza una data - Tocca a Johann Schneider-Ammann e a Doris Leuthard decidere se ritirarsi insieme dal governo, afferma il capogruppo parlamentare dell'UDC Thomas Aeschi. Egli critica tuttavia il modo di fare dei due consiglieri federali, ossia l'annuncio delle dimissioni senza l'indicazione di una data.

«È diventata una brutta abitudine», ha detto all'ats il consigliere nazionale di Zugo, interpellato sull'annuncio del ministro dell'economia avvenuto oggi via "NZZ": essa «porta ad avere consiglieri federali lame duck (anatra zoppa, non più in grado di esercitare con forza piena il suo potere, ndr), per i quali si può ormai soltanto speculare su quando se ne andranno».

Quando uno se ne vuole andare prima per motivi personali, deve seguire un annuncio chiaro, ritiene Aeschi, notando tuttavia che fondamentalmente il periodo di carica di un membro del Consiglio federale dura fino alla fine della legislatura.

Per l'UDC la cosa più importante è che i nuovi membri del governo siano qualificati sui dossier, e che conoscano e rappresentino bene il Paese, ha aggiunto il capogruppo, interpellato sul profilo di chi succederà ai due consiglieri in procinto di ritirarsi. Aeschi stesso era stato in corsa per il governo a fine 2015, ma il parlamento gli aveva preferito Guy Parmelin.

L'Unione democratica di centro si atterrà alle nomine dei candidati decise dai partiti, ha assicurato il consigliere nazionale, aggiungendo che l'UDC chiederà a PLR e PPD di presentare almeno due nomi. «Vogliamo una scelta», ha affermato.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-24 02:35:15 | 91.208.130.85