Foto lettore 20 Minuten
+6
BERNA
23.09.2014 - 16:260
Aggiornamento : 24.11.2014 - 20:54

Una pioggia di palline da ping pong in stazione, qualcuno sa il perché?

Una testimone: "Arrivavano da ovunque". Le FFS e la polizia cantonale: "Sconosciuti motivo e autori dell’azione"

BERNA - "Tutti i pendolari erano allibiti", ha raccontato una lettrice di 20 Minuten, Debora Schneiter. La studentessa 20enne si trovava, alle 6:15 di martedì mattina, alla stazione ferroviaria di Berna per prendere il treno che l'avrebbe portava a scuola. All'improvviso sono cadute palline da ping pong sul piazzale interno della stazione.

"Arrivavano da tutte le parti", ha raccontato la lettrice. "Non sono riuscita a vedere da dove provenivano. In tutti i casi è stato divertente. Soltanto una signora si è impaurita e si è messa a correre".

La pioggia di palline da ping pong resta un mistero. Esattamente un anno fa, il 23 settembre del 2013, alle 6:15, si è assistito alla stessa scena. Un'azione di guerriglia marketing? Un progetto artistico? Una rappresentazione dadaista che simboleggia l'inizio dell'autunno?

Nessuno sa dare una risposta. Le FFS hanno criticato il gesto, parlando di "atto senza senso": "Ciò significa soltanto una cosa: lavoro di pulizia supplementare per il nostro personale", ha dichiarato Christian Ginsig. Neppure lui sa dare una spiegazione a questi fatti che restano avvolti nel mistero. Le telecamere della videosorveglianza mostrano un gruppo di sconosciuti vestiti di bianco. Uomini spuntano veloci all'improvviso e se ne vanno. Le FFS non hanno ancora deciso se fare denuncia: "Non vi sono stati danni a oggetti o a persone", ha aggiunto Ginsig.

Neppure la polizia cantonale bernese sa dare una risposta.

Foto lettore 20 Minuten
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-25 06:39:02 | 91.208.130.85