Covid, non stai attento? Zermatt ti blocca lo skipass
keystone
ZURIGO
05.10.2020 - 12:100
Aggiornamento : 15:40

Covid, non stai attento? Zermatt ti blocca lo skipass

Il comprensorio sciistico ha presentato il piano per l'inverno.

Tutti gli impianti di risalita e le piste saranno aperti. Ma chi ignorerà le misure anti Coronavirus sarà sanzionato.

ZURIGO - Nonostante la pandemia, il divertimento sulle piste di Zermatt non dovrebbe subire scossoni. Tutti gli impianti di risalita e le piste verranno aperti per la stagione invernale. Lo hanno annunciato questa mattina Matterhorn Zermatt Bergbahnen (ZBAG) e Zermatt Turismo in una conferenza stampa a Zurigo.

Mentre altre aree sciistiche non riapriranno o lo faranno solo in parte, Zermatt sta deliberatamente scegliendo una strada diversa. «Se non diversamente indicato dal Governo federale e dal Cantone, sarà disponibile l'intera gamma di piste e altre infrastrutture», è stato garantito.

Nessun prezzo scontato - Anche per questa ragione i prezzi degli skipass non subiranno aumenti. «Ma non ci saranno nemmeno prezzi scontati», spiega Franz Julen, direttore di Zermatt Bergbahnen.

«Per permettere di prenotare senza preoccupazioni, ZBAG ha introdotto condizioni di cancellazione accomodanti. «In caso di Covid o di una situazione ufficialmente associata alla pandemia, i biglietti già prenotati verranno convertiti in un credito», viene sottolineato. Questo resterà valido per tre anni, ma non verranno restituiti i soldi.

I biglietti possono essere bloccati - L'intenzione è di riuscire a garantire, anche in epoca Coronavirus, la sicurezza sulle piste. «Qualunque siano le misure che il Governo federale e il Cantone decideranno per il prossimo inverno, le applicheremo in modo coerente».

Gli ospiti che non si atterranno alle disposizioni della stazione sciistica potrebbero quindi essere sanzionati. «Non abbiamo paura di bloccare i pass agli ospiti che non si sapranno comportare», afferma Franz Julen.

Non è ancora del tutto chiaro come si svolgerà il "dopo sci". Il direttore delle terme di Zermatt, Daniel Luggen, ha dichiarato: «Ci saranno degli eventi. Ma non saranno all'insegna dell'alcol. Vogliamo situazioni gestibili». Insomma, la priorità sarà data alla sicurezza degli ospiti e dei dipendenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 04:04:29 | 91.208.130.85