Polizia comunale Winterthur
Il radar abbattuto dal 29enne italiano.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
28 min
In isolamento da quasi tre anni, ora interviene l'ONU
Il caso di "Carlos", che ora preferisce farsi chiamare col vero nome (Brian), continua a far discutere.
SVIZZERA
1 ora
Con la pandemia, i campeggi hanno fatto il pieno
Nel 2020 il settore paralberghiero ha in generale registrato un calo dell'11,3% rispetto all'anno precedente
SVIZZERA
1 ora
Le donne sono pronte a scioperare
Sono previste azioni di protesta nelle principali città di tutta la Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Dopo il “no” alla Legge sul CO2, altre vie per raggiungere gli obiettivi climatici
Un deputato PS ritiene che servano più incentivi, un parlamentare UDC afferma che non è necessaria un'azione massiccia
SVIZZERA
11 ore
Berna rinuncia definitivamente ad AstraZeneca
Le 5,3 milioni di dosi del vaccino anglo-svedese verrano donate ai Paesi poveri.
BERNA
15 ore
Ripescato senza vita dalle acque del Wohlensee
Potrebbe trattarsi del corpo di un giovane scomparso poco più di una settimana fa
SVIZZERA
16 ore
Il popolo svizzero ha scelto la sicurezza
La Legge sulle misure di polizia contro il terrorismo ha incassato il 57% di voti a favore
SVIZZERA
18 ore
Legge sul terrorismo: «E ora evitiamo la schedatura di massa delle persone»
Reazioni degli oppositori alla Legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo
SVIZZERA
18 ore
«Gli aiuti alle aziende sono assicurati»
Il PLR festeggia il sì alle urne alla legge Covid. Un voto «saggio ed efficace»
SVIZZERA / CANTONE
22 ore
La popolazione ha detto “no” alla Legge sul CO2
Per le nuove misure anti-terrorismo il sostegno popolare è al 57%. Legge Covid-19 approvata dal popolo.
SVIZZERA / AUSTRIA
22 ore
«Abbiamo un destino comune in Europa»
Nella sua due giorni a Vienna, Ignazio Cassis ha parlato ovviamente del (saltato) accordo quadro tra Berna e Bruxelles.
ZURIGO
23 ore
Un uomo morto e una donna ferita in casa
Sparatoria sabato sera in un appartamento di Dübendorf
ARGOVIA
05.12.2019 - 13:560

Distrugge il radar che lo aveva beccato: «Nulla di così grave»

Il 29enne italiano minimizza i fatti avvenuti venerdì sera a Winterthur, ma poi perde la pazienza e se ne va

AARAU - Il piede pesante. Il tachimetro che segna i 100 chilometri orari (sul 40). Un flash nell’oscurità. A questo punto qualcosa scatta nella testa del guidatore. Si ferma. Compie un’inversione a U. E abbatte il radar. Tutto questo (vedi qui) è successo venerdì a mezzanotte a Winterthur.

«Nulla di grave» - L’autore del folle gesto, un 29enne italiano residente nel distretto di Baden in Argovia, è stato rintracciato ieri dal Blick. L’uomo, inizialmente, non pare particolarmente pentito da quello che ha combinato sei giorni fa: «Non è poi nulla di così grave», minimizza il 29enne che nella vita fa il falegname. Una visione che non è naturalmente condivisa dalla polizia di Winterthur.

Vino con i colleghi - Il falegname, poi, conferma che quella sera aveva bevuto «qualche bicchiere di vino con i colleghi. Ma non così tanto». Nel comunicato emesso lunedì dalla polizia di Winterthur, oltre all’alcol, si fa riferimento pure alla possibile assunzione di droghe. Su questo punto il 29enne non risponde. Anzi si altera. E inizia a parlare in italiano: «Vivo in Svizzera da tre anni e mezzo, lavoro duro e sono sempre stato corretto», precisa al giornalista del Blick.

L’abbattimento del radar - Il 29enne viene successivamente tartassato sul radar andato completamente distrutto poco dopo aver fotografato un SUV BMW a 100 chilometri orari sul 40. La polizia comunale - giunta sul luogo dello schianto - aveva visionato le immagini registrate nella memoria del dispositivo e aveva appurato che quello stesso SUV aveva poi fatto dietrofront e abbattuto il radar. Su questo punto, però, il falegname non dice nulla. E perde definitivamente la pazienza. «Non ho altro da aggiungere», dice prima di andarsene. 

Danni per 150.000 franchi - L’italiano potrà sottrarsi alle domande, ma difficilmente riuscirà a fuggire dalla legge. I danni al radar ammontano infatti a 150.000 franchi e a carico dell’uomo sarà presto aperto un procedimento penale. Last but not least dovrà affrontare anche una procedura amministrativa relativa alla sua patente confiscata.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maxy70 1 anno fa su tio
Non penso tanto al radar (che ovviamente deve ripagare fino all'ultimo cent!) ma al 100 km/h sul 40, ovverosia nell'abitato! Parliamo di un comportamento CRIMINALE non di un radar. Dipendesse da me se ne torna a casa sua (in Italia) stasera, non domani mattina!
Ben8 1 anno fa su tio
Bisogna fare una colletta!
sedelin 1 anno fa su tio
cafone fetente! 29 anni da tre in svizzera e già in giro con un suv?! i suoi connazionali onesti 60-70 anni fa venivano dal sud in treno e lavoravano duramente per anni prima di potersi permettere qualcosina.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@sedelin Mi sa che il suv non lo userà per molto :-)
Giovanii 1 anno fa su tio
Hahah spettacoloo !! 3 anni e mezzo che risparmia per tirare giù un radar. ??????? chissà se è colpa della bamba e alcol ?? se fumava un pino andava a casa molto prima senza alcun danno..??
MrBlack 1 anno fa su tio
100 invece di 40...e aveva pure bevuto. Suvvia...lo fanno tutti....come dice qualcuno nel blog...solo per fare cassetta...:-)))))))
Loll 1 anno fa su tio
No non è così grave come dice lui. 150.000 mila franchi di danno ,ritiro patenti più la multa. A 100 km/h sul 40 ? Ti ringraziano ancora. Magari dovevano comunque sostituire il radar.
F.Netri 1 anno fa su tio
Il tipo ha tutta la mia comprensione.
Pepperos 1 anno fa su tio
Mii sa, che gli conviene chiedere il fallimento.
GI 1 anno fa su tio
beh, una tale fattura, per uno che lavoro sodo, non dev'essere nulla di grave....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 10:28:33 | 91.208.130.86