KEYSTONE
Attacco a colpi di frappè contro Christoph Mörgeli e Roger Köppel.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
TURGOVIA
1 ora
Ciclista 15enne investito e ucciso da un'auto
Alla guida dell'automobile c'era una donna di 27 anni
SVIZZERA
2 ore
Accordo quadro, Pfister attacca Cassis: «Mostri più polso»
Il presidente del PPD ne ha pure per il segretario di Stato Roberto Balzaretti: «Ha fatto pubblicità per l'accordo e lo ha presentato come se fosse la miglior possibilità. Va sostituito»
SVIZZERA
4 ore
Le banche svizzere "locali" creano un organismo comune
Il Coordinamento delle banche domestiche (CBD), organismo che punta a rappresentare i loro interessi in ambito politico e normativo
SVIZZERA
5 ore
I Verdi «erano e rimangono pronti»
La candidata Regula Rytz ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta di questa mattina, tracciando la via per il prossimo quadriennio: «Servirà un segnale ancora più forte»
BASILEA CITTÀ
5 ore
Il Gran Consiglio vieta la vendita delle e-sigarette ai minorenni
Seguito l'esempio di Basilea Campagna e Vallese
TURGOVIA
5 ore
Operaio morto, condannato il capocantiere
Pena pecuniaria sospesa e una multa di 1000 franchi per omicidio colposo. L'incidente è avvenuto nell'ottobre del 2017
REGNO UNITO / SVIZZERA
5 ore
Credit Suisse, i risultati dell'investment banking non soddisfano Thiam
L'unità dovrebbe chiudere in perdita il 2019 dopo tre anni favorevoli
SVIZZERA
6 ore
Le priorità della nuova presidente: «Clima ed Europa»
Simonetta Sommaruga sarà la quinta donna a presiedere la Confederazione: «Mai il Parlamento ha rappresentato così tante facce della Svizzera. C'è aria di cambiamento»
SVIZZERA
7 ore
«Non conta solo l'aritmetica»
I deputati ticinesi a Berna hanno commentato la rielezione di Ignazio Cassis. Cattaneo: «Ha prevalso la stabilità». Romano: «Rytz scelta sbagliata». Chiesa: «Un piccolo vincente»
ARGOVIA
7 ore
Incendi dolosi in Argovia, il piromane ammette solo in parte
Il 37enne ha confessato di aver provocato alcuni roghi, ma nega di essere responsabile di quello del primo dicembre a Merenschwand
FOTO
LUCERNA
8 ore
Beccate tre "auto-igloo"
La visibilità dai vetri dei veicoli era chiaramente insufficiente per circolare: «Prendetevi il vostro tempo. La sicurezza è fondamentale»
SVIZZERA
8 ore
BLS: aumenti in busta paga
A partire da aprile 2019 le retribuzioni versate dalla compagnia ferroviaria bernese saliranno in modo generalizzato dello 0,5%
STATI UNITI
8 ore
UBS accusata di truffa: a giudizio negli USA
Il Dipartimento di giustizia accusa la maggiore banca svizzera di aver causato agli investitori perdite "catastrofiche" con crediti ipotecari residenziali
SVIZZERA
9 ore
Nessuna sorpresa, Cassis rimane al suo posto
Il consigliere federale ticinese è stato rieletto con 145 voti. Alla presidente dei Verdi Regula Rytz non è riuscita la scalata al Governo
SAN GALLO
10 ore
Pedone investito da un automobilista: erano entrambi ubriachi
L'incidente è avvenuto ieri sera a Oberhelfenschwil. Un 66enne è finito in ospedale
ZURIGO
01.12.2019 - 16:120
Aggiornamento : 20:06

Attacco a colpi di frappè contro Mörgeli e Köppel

È accaduto mercoledì scorso in un caffè zurighese

di Redazione
Pam

ZURIGO - Il consigliere nazionale Christoph Mörgeli e il suo collega in Parlamento (nonché editore della "Weltwoche") Roger Köppel sono stati il bersaglio di una contestazione mercoledì scorso al Café Sphères di Zurigo.

Ai due è stato versato addosso del frappè da parte di simpatizzanti di sinistra, che si definiscono «antirazzisti e ospiti arrabbiati» del locale, nel quale quasi ogni settimana pranzano i vertici del periodico di destra. «Lo Sphères ha una pretesa di sinistra, ma il management tollera cinicamente le sessioni della "Weltwoche". E non solo, fa perfino un'eccezione per loro, perché normalmente non ha tavoli riservati» si legge in un post pubblicato su Instagram da Revolutionary Youth Zurich.

Non si tratta della prima contestazione ai danni di Köppel nel locale: un altro episodio era avvenuto nel mese di ottobre e il proprietario del locale aveva manifestato solidarietà con il giornalista. Nella foto che correda il post si vedono due persone che versano il liquido colorato addosso ai due politici. «Con una doccia di frappè Köppel e Mörgeli hanno capito che non saranno tollerati e che non potranno presentarsi ovunque senza resistenza. Nè a Sphères né altrove. La libertà di espressione spesso citata non è un argomento!».

I protagonisti della vicenda non hanno al momento rilasciato commenti. La polizia della città di Zurigo ha confermato che il locale è stato teatro di un'operazione.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 

Am Mittwoch Mittag wurden Christph Mörgeli und Roger Köppel mit seiner Weltwoche Redaktion von antirassistischen und wütenden Cafe-Gästen mit Milchshake aus dem Cafe Sphères in Züri West vertrieben. SVP-Nationalrat Roger Köppel und seine "Weltwoche" halten fast jeden Mittwoch Mittag ihre Themensitzung in Cafè Sphères ab. Sie verbreiten in ihrer Propaganda tagtäglich rassistische, sexistische und menschenfeindliche Hetze. Das Sphères hat einen linken Anspruch und Anschein, die Geschäftsleitung toleriert aber zynischerweise die "Weltwoche"-Sitzungen. Und nicht nur das: Sie macht sogar eine Ausnahme für sie, denn normalerweise werden im Sphères keine Tische reserviert. Schon Ende Oktober wurde Köppel und seine Redaktion von Cafe-Gästen rausgestellt (https://www.tagesanzeiger.ch/zuerich/stadt/koeppel-unerwuenscht/story/15879937). Nach Köppels medialem Rumgeheule vermeldete der Sphères-Geschäftsleiter Philipp Probst unmissverständlich, dass Köppel und seine Rassistentruppe im Sphères geschätzte und willkommene Gäste seien. Dies zeigt deutlich auf, für welche Seite das Sphères, und allen voran der rechte Arschkriecher Philipp Probst, Stellung beziehen. So nahmen die Mittwoch-mittäglichen "Weltwoche"-Themensitzungen wieder ihren normalen Lauf - bis heute! Mit einer Milchshake-Dusche wurde den SVP-Aushängeschildern Köppel und Mörgeli klargemacht, dass sie nicht toleriert werden und nicht einfach überall ohne Widerstand auftauchen können. Weder im Sphères noch sonstwo! Dabei ist die gern zitierte Meinungsfreiheit kein Argument! Köppel und sein Rassistenpack erniedrigen Menschen tagtäglich aufgrund ihrer Hautfarbe, Herkunft, sozialen Zugehörigkeit, oder ihres Geschlechts. Ein Ort für alle ist ein Ort ohne Köppel und Konsorten! Machen wir ihnen klar, dass sie nirgendwo willkommen sind! #fcksvp #antifa #züri

Un post condiviso da Revolutionäre Jugend Zürich (@rjz.ch) in data:

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 19:59:50 | 91.208.130.85