deposit
NIDVALDO
15.04.2019 - 16:040
Aggiornamento : 16:50

Arrivò a monitorarla con un GPS, stalker condannato a due anni

L'uomo aveva accolto male la fine della relazione con la compagna. Oltre a pedinarla, le inviava fotografie, preservativi e psicofarmaci

STANS - Il tribunale cantonale di Stans (NW) ha condannato a due anni di reclusione un 59enne che aveva assillato la ex compagna. La corte ha ordinato il rinvio dell'esecuzione della pena a favore di una misura terapeutica stazionaria. L'uomo dovrà comunque pagare 4000 franchi e nei prossimi tre anni non potrà avvicinarsi a più di 200 metri dalla donna.

L'imputato, che ha trascorso 122 giorni in detenzione preventiva, è stato riconosciuto colpevole di diversi reati che vanno dalla truffa alle minacce, passando dalla coazione e dalla ripetuta violazione grave di regole della circolazione.

L'uomo aveva accolto male la fine della relazione con la sua amica, nel 2016. Nel tentativo di riconquistarla aveva dato il via a un'azione assillante (stalking) durata sei mesi, vissuti come una tortura dalla donna. Lo spasimante aveva inviato dichiarazioni d'amore, foto di giornate trascorse insieme, fiori e cioccolata, ma anche preservativi e psicofarmaci. Era arrivato a mandare sino a 12 email al giorno: per lo più dichiarazioni d'amore, ma anche foto intime, immagini di lapidi e minacce verbali.

Non contento, aveva anche montato un GPS sull'auto della vittima, per poterla seguire. L'aveva poi seguita con la moto, violando più volte il codice della strada.

Il condannato dovrà anche pagare alla vittima un risarcimento di 6700 franchi e una indennità per torto morale di 4000 franchi.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-04-20 15:04:29 | 91.208.130.86