SVIZZERA
29.07.2014 - 11:100
Aggiornamento : 23.11.2014 - 15:56

Impiegati Svizzeri chiede aumenti salariali in vari settori

OLTEN - La produttività cresce e la congiuntura va a gonfie vele: è quindi giusto che anche i salariati ne approfittino. Ne è convinta l'organizzazione Impiegati Svizzeri, che auspica per l'anno prossimo un aumento degli stipendi pari al 2,3% nell'industria farmaceutica e dell'1,7% in quella meccanica, elettrotecnica e metallurgica (MEM).

 

"Oggi non vi è assolutamente nulla che si opponga a un adeguato aumento dei salari dei dipendenti", afferma il direttore di Impiegati Svizzeri Stefan Studer, citato in un comunicato.

 

La federazione - che nei due comparti in questione riunisce una settantina di associazioni dei lavoratori in rappresentanza di 20'000 membri - sottolinea come l'istituto di ricerche economiche Bakbasel preveda nel settore farmaceutico tassi di crescita del 3,2% quest'anno e del 3,6% nel 2015, mentre nel segmento MEM l'espansione attesa è rispettivamente dell'1,6% e del 2,6%.

 

Anche la produttività continua a crescere, argomenta Impiegati Svizzeri, e vi è tuttora una carenza di personale specializzato: questa situazione non è destinata a cambiare presto, alla luce dell'approvazione dell'iniziativa sull'immigrazione di massa. Nel frattempo la pressione legata alla forza del franco è chiaramente diminuita. E per finire i ritocchi in busta paga degli ultimi anni sono stati modesti: aumenti reali si sono verificati solo grazie all'inflazione negativa.

 

Impiegati Svizzeri osserva come la crescita stia peraltro coinvolgendo anche altri rami economici, come le assicurazioni, l'informatica e le banche: anche in questi settori gli stipendi dovrebbero salire.

 

Alla luce delle prospettive favorevoli vengono inoltre chiesti aumenti generalizzati. Particolare attenzione va prestata alle retribuzioni delle donne: secondo l'organizzazione è riprovevole che nel 21esimo secolo le lavoratrici continuino a guadagnare meno dei loro colleghi maschi.

 

Un argomento caldo rimane anche la libera circolazione. Per Impiegati Svizzeri è fuori di dubbio che l'immigrazione ha frenato l'evoluzione dei medi salari. Quale contromisura Studer chiede quindi più trasparenza sulle remunerazioni.

 

Ats

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 23:00:14 | 91.208.130.86