Immobili
Veicoli
«Qui la violenza rientra nella norma»

BASILEA«Qui la violenza rientra nella norma»

11.07.22 - 09:38
Mendicanti, emarginati, risse e accoltellamenti.La stazione di Basilea diventa sempre più pericolosa.
20Minuten
Fonte 20Minuten/nk/lem/sri
«Qui la violenza rientra nella norma»
Mendicanti, emarginati, risse e accoltellamenti.La stazione di Basilea diventa sempre più pericolosa.

BASILEA - Le stazioni sono un palcoscenico di varia umanità. Quella di Basilea ogni giorno è attraversata da migliaia di pendolari. Lì vivono anche musicisti di strada, mendicanti, zingari, ubriachi. In molti però non si sentono al sicuro. «Di sera non ci vengo mai» ha raccontato Carol. Anche Marie tende ad evitare la zona: «Di sera non verrei mai a bere qualcosa da queste parti». Il quartiere da tempo chiede sanzioni più severe.

Alla domanda se fosse garantita abbastanza sicurezza ai passanti, la polizia cantonale di Basilea ha risposto di aver creato una certa tranquillità grazie al dialogo. «Le stazioni ferroviarie sono sempre state un luogo di incontro per gli emarginati», ha spiegato l'ufficiale di polizia distrettuale Andreas Jäggin. Numerose sono le lamentele da parte della popolazione sul problema della gente che bivacca in giro: «Non mandiamo via qualcuno solo perché appartiene a questo gruppo di persone. Non ci è permesso farlo».

Di tutt'altra opinione Felix Wehrli, consigliere UDC di Basilea Città, per il quale invece urge agire in fretta: «Serve una maggiore videosorveglianza». Di diverso avviso invece la socialista Danielle Kaufmann che ritiene invece importante creare spazi vitali «in cui queste persone possano sentirsi a proprio agio». La stazione è vissuta anche da Michael Steiner che lavora come operatore di strada: «Non voglio sminuire la violenza, ma purtroppo bisogna riconoscere che in questi ambienti ne fa parte. Litigano, si azzuffano, ma il giorno dopo brindano di nuovo insieme».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA