Immobili
Veicoli
keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
34 min
Il Covid-19 non ferma il processo a Vincenz
Da domani l'ex presidente di Raiffeisen sarà alla sbarra per i reati (tra gli altri) di truffa e appropriazione indebita
VALLESE
2 ore
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
2 ore
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
VAUD
3 ore
Mormont, pene pecuniarie per gli attivisti
I cosiddetti "zadisti" erano accusati di violazione di domicilio e impedimento di atti dell'autorità
FOTO
SAN GALLO
5 ore
Sotto l'effetto di droga e alcol, ruba l'auto al compagno della madre
È successo domenica mattina a San Gallo. Il mezzo è stato abbandonato nelle vicinanze del domicilio
VALLESE
5 ore
Botte da orbi fuori dalla discoteca: due feriti
La rissa è scoppiata sabato mattina all'uscita di un locale di Sion.
SVIZZERA
5 ore
Un'inspiegabile impennata di epatite E
È stata registrata all'inizio del 2021. In tutto l'anno sono stati accertati 105 casi
ARGOVIA
5 ore
Alterco uomo-donna, 49enne gravemente ferito
La 32enne, che avrebbe usato violenza fisica sul malcapitato, è stata arrestata.
SVIZZERA
6 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
6 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
6 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
7 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
ZURIGO
7 ore
L’ospedale di Wetzikon premia i suoi infermieri
Il dieci per cento in meno di lavoro e salario invariato: questa la soluzione per far fronte alla carenza di sanitari.
SVIZZERA
8 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
VALLESE
8 ore
È morto l'escursionista travolto da una valanga venerdì
Il 72enne ricoverato in ospedale a Sion è deceduto ieri sera
SVIZZERA
9 ore
Aziende green e sostenibili? È una questione (soprattutto) di reputazione
Sembra essere questa la principale motivazione, secondo uno studio di Deloitte
SVIZZERA
10 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
19 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
20 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
GRIGIONI
1 gior
Abitazione devastata da un incendio a Ilanz
Il rogo non ha causato feriti, ma sull'accaduto è stata comunque aperta un'inchiesta.
TURGOVIA
1 gior
Auto distrutta dalle fiamme
Il rogo è scoppiata questa mattina a Frauenfeld. Non si registrano feriti
ZURIGO
1 gior
Oltre due quintali di droga scoperti all'aeroporto di Zurigo
È il bilancio dei controlli effettuati sui viaggiatori nel corso del 2021
SVIZZERA
1 gior
Senza Horizon, discriminazione scientifica
L'appello al Governo per la piena partecipazione della Svizzera al programma di ricerca europeo
SVIZZERA
1 gior
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
TURGOVIA
1 gior
Scassinano auto e aggrediscono un poliziotto, arrestati due 18enni
I due giovani, che hanno danneggiato diversi veicoli, hanno ferito anche un passante che ha tentato di fermarli.
SVIZZERA
1 gior
La necessità di prendersi cura della salute mentale dei dipendenti
È boom di iscritti ai corsi per riconoscere i problemi dei colleghi di lavoro
SVIZZERA
1 gior
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
1 gior
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
1 gior
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
1 gior
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
1 gior
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
2 gior
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
2 gior
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
2 gior
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
2 gior
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
FOTO
GINEVRA
2 gior
Rogo in una palazzina, due persone in pericolo di vita
L'incendio è scoppiato nel loro appartamento.
SVIZZERA
2 gior
La malattia di Newcastle è stata rilevata in Svizzera
Diverse galline ovaiole di un'azienda avicola zurighese sono state infettate da questa sindrome, altamente contagiosa
BASILEA CITTÀ
2 gior
Tentata rapina a Basilea, ferito un 45enne
Nessuna traccia dell'autore dell'aggressione: la vittima è stata colpita alle spalle
SVIZZERA
2 gior
Anche il PLR riapre il dossier nucleare
Il 12 febbraio l'assemblea dovrebbe preannunciarsi sul ricorrere a impianti di nuova generazione
VAUD
2 gior
Caduta mortale per un operaio
L'incidente è avvenuto nel cantiere per una piscina al centro sportivo di Malley
VALLESE
2 gior
Travolto da una valanga: la vita di un 72enne è in pericolo
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nella regione del Col du Sanetsch
SVIZZERA
2 gior
Alleanza del Centro e Verdi Liberali in assemblea
Si parlerà delle votazioni del 13 febbraio, ma anche di Europa e AVS
BERNA 
12.01.2022 - 13:460
Aggiornamento : 17:02

Proroga del "2G", quarantena di 5 giorni e pass limitato a 9 mesi

Nuovi correttivi alle misure per contrastare il Covid. Ma Berset annuncia: «Al vaglio l'abbandono delle quarantene»

Intanto le disposizioni adottate il 17 dicembre - in particolare "2G", telelavoro e limiti negli incontri privati - vanno prolungate a fine marzo.

BERNA  - Quarantena e isolamento ridotti a cinque giorni e validità del certificato covid limitata a 9 mesi. Sono le nuove misure proposte oggi dal Consiglio federale nella lotta al coronavirus.

Nel contempo, le disposizioni adottate il 17 dicembre - in particolare "2G", telelavoro e limiti negli incontri privati - vanno prolungate a fine marzo.

Contagi esplosi, ma ricoveri in calo - Il governo evidenzia come nelle ultime settimane i ricoveri e l'utilizzo delle unità di terapia intensiva siano diminuiti, e ciò nonostante l'aumento esponenziale del numero di casi positivi. Tuttavia non siamo fuori pericolo, anzi. «Apro questo nuovo anno augurarvi ogni bene, successo perseveranza e buona salute in questo contesto. Ma la pandemia continua a impegnarci - ha esordito il presidente della confederazione Ignazio Cassis durante l'incontro con i media da Berna -. Il numero dei contagi non è mai stato così alto, ma forse non è l'elemento principale in questo momento. Il virus continuerà ad avere un impatto importante sulla salute pubblica». A preoccupare è ovviamente la variante Omicron. La strategia del Consiglio federale è quella di scegliere le misure in modo tale che gli ospedali siano protetti dal sovraccarico, ma anche salvaguardare l'economia in un momento in cui vi sono 220 mila svizzeri a casa in quarantena.

Cassis annuncia che le misure non saranno inasprite. Tuttavia, quelle già in atto saranno prorogate fino alla fine di marzo e i Cantoni dovranno essere consultati di conseguenza. «Se la situazione dovesse peggiorare, il Consiglio federale agirà immediatamente», sottolineato in conferenza stampa. Quindi conclude con un invito: «Pensate alle persone, più che alle strutture. Ai malati che hanno un decorso grave, ma che possiamo proteggere seguendo le misure del consiglio federale e vaccinandoci».

«Ci auguriamo il passaggio a una situazione endemica» - Dalle parole del ministro della sanità Alain Berset traspare della speranza: «Non sono necessarie nuove misure. Naturalmente, l'obiettivo finale è sempre quello di evitare di sovraccaricare gli ospedali. Mi auguro che siamo alla transizione da quella che è una pandemia a una situazione endemica».

Verso l'abbandono delle mascherine e la fine delle quarantene? - Non solo. Ci sarà una consultazione sulla questione della completa revoca dell'isolamento e della quarantena, afferma Berset. Sono state inoltre avviate ulteriori consultazioni in merito al requisito della mascherina e al periodo di validità dei certificati.

La situazione attuale - Con l'arrivo della variante Omicron, stando ai dati, le persone vaccinate o guarite hanno meno probabilità di essere ricoverate rispetto alla Delta. Lo stesso discorso vale per gli ospedalizzati che devono essere trasferiti in cure intense.

Il booster riduce i rischi - Nuovi dati scientifici confermano inoltre che la terza dose riduce notevolmente il rischio di ricovero in ospedale. La vaccinazione continua quindi a offrire la migliore protezione contro i decorsi gravi e le conseguenze a lungo termine della malattia.

La situazione resta critica - La situazione epidemiologica rimane comunque critica e resta difficile prevederne l'evoluzione. Anche se la variante Omicron appare meno preoccupante per i vaccinati o guariti, è probabile che il numero delle ospedalizzazioni aumenterà a causa dell'altissimo numero di contagiati. A ciò va aggiunto il fatto che negli ospedali una percentuale sempre più alta del personale sarà assente per malattia.

Quarantene ridotte - Con la variante Omicron, l'intervallo di tempo tra infezione e trasmissione del virus si è però ridotto. Per questo motivo, ma anche per far fronte ai problemi dati dal numero elevato dalle persone finite in quarantena e in isolamento, il Consiglio federale ha deciso di ridurre la loro durata.

A partire da domani, l'isolamento - per chi è risultato positivo al virus, ndr. - passa da dieci a cinque giorni a condizione di non avere più sintomi da almeno 48 ore. I cantoni possono prevedere eccezioni per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento.

Anche la quarantena - per chi è stato in contatto con un positivo, ndr. - viene ridotta a cinque giorni. La quarantena sarà inoltre limitata alle persone che vivono nella stessa economia domestica della persona contagiata, o che hanno avuto contatti regolari e ravvicinati con chi è risultato positivo al test. Sono invece esentate dalla quarantena le persone che hanno ricevuto l'ultima dose di vaccino o sono guarite da meno di quattro mesi. Anche in questo caso i cantoni possono anche concedere eccezioni.

In consultazione pass 9 mesi e proroga "2G" - Allo scopo di evitare il più possibile il sovraccarico delle strutture ospedaliere, il Consiglio federale propone poi - questa misura è stata inviata in consultazione fino a lunedì presso i Cantoni - di prorogare le misure adottate a metà dicembre. Queste prevedono il regime "2G", l'obbligo della mascherina negli spazi chiusi, tranne che per consumare nei bar e ristoranti (ma solo stando seduti). Qualora non fosse possibile (per esempio per le corali o nelle discoteche) viene richiesto il cosiddetto "2G+". Il telelavoro rimane obbligatorio e le riunioni private con non vaccinati o guariti restano limitate a 10 persone. Se la situazione negli ospedali dovesse peggiorare notevolmente, il governo potrà decidere misure di più ampia portata, come la chiusura di attività e l'introduzione di limiti per i grandi eventi.

Il governo nel frattempo vuole anche ridurre da 365 e 270 giorni il periodo di validità di tutti i pass covid. In questo modo si garantisce che il certificato di vaccinazione continui ad essere riconosciuto dall'UE. La misura, anch'essa inviata in consultazione, entrerebbe in vigore il 1° febbraio.


Confederazione Svizzera

Nella consultazione, l'esecutivo chiede anche il parere dei cantoni su altre questioni, come il divieto dell'insegnamento in presenza per il livello terziario, limitazioni della capienza per le grandi manifestazioni, l'inasprimento dell'obbligo della mascherina, le capacità nei reparti di terapia intensiva, l'obbligo di sottoporsi al test prima dell'entrata in Svizzera per le persone vaccinate o guarite, l'adeguamento della strategia di test a causa del sovraccarico dei laboratori, la rinuncia ai test antigenici rapidi e la revoca delle regole sulla quarantena.

Le domande poste dai giornalisti

La situazione di ospedali e terapie intensive?
Cassis: «Al momento abbiamo un numero sufficiente di posti letto per assorbire importanti aumenti negli ultimi giorni. Dobbiamo basarci sulle nostre proiezioni, e per ora mostrano che siamo in grado di assorbire il colpo».

A quale dei due scenari proposti ieri dalla task force stiamo assistendo?
Berset: «Si prevedono più ricoveri ospedalieri, ma non necessariamente un aumento delle unità di terapia intensiva».

Verso la fine della quarantena?
Berset: «La questione è attualmente in consultazione».

Quarantena ridotta retroattiva?
Michael Gerber: «Sì, le persone che sono già state in quarantena per 5 giorni possono terminarla da domani».

Non dovreste abolire il certificato e imporre le mascherine?
Berset: «Stiamo vivendo la più grande ondata di contagi dall'inizio della pandemia, ma stiamo anche assistendo a una riduzione delle terapie intensive. Ora non è il momento di allentare le misure».

La popolazione non rischia di prendere alla leggera la variante Omicron?
Cassis: «Il rischio c'è. Dobbiamo ancora attenerci rigorosamente alle misure, usufruire della possibilità di vaccinarsi e ottenere il booster e indossare le mascherine».

Il requisito del certificato povrebbe essere allentato per la fascia di età più giovane?
Berset: «Potrebbe essere discusso. Tuttavia, c'è il rischi che le persone anziane che si sono fatte vaccinare per dare il loro contributo si sentano svantaggiate se vedono due trattamenti differenti».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luca 68 1 sett fa su tio
è altrettanto evidente che questo comportamento è un ulteriore pressione contro i non vaccinati. Bravi spero che tutti capiscano quanto valgono i 7 nani di Berna, in particolare uno che ha deluso più di tutti
Lukystrike 1 sett fa su tio
E ci hanno messo 3 settimane?, sono spariti per 3 settimane nel pieno di una pandemia mondiale, tutti in vacanza,a e fregandosene di tutti, mentre nei paesi che ci circondano sono sempre presenti. Questi dopo essere svaniti nel nulla vengono qui a proporre il nulla?, ma per favore siete solo degli INCOMPETENTI, nemmeno una parola sulla mega figuraccia di Adelaide?, 15'000 persone assiepate e senza mascherina?, una figura di M... mondiale, ma ditelo che siete tutti NO VAX
Luca 68 1 sett fa su tio
limiti negli eventi privati? ok ma cosa si fa per gli eventi con 12000 persone? coerenza 0, dimenticavo per questi eventi si paga, quindi va bene
Princi 1 sett fa su tio
se per 3 settimane TV radio e social giornali non parlano piu di covid la situazione si risolve da sola
Gippy79 1 sett fa su tio
@Princi sono pienamente d'accordo. Ho visto ieri una replica di trasmissione del 11.01.2018 (cercatela RSI, si chiama: L'influenza blocca gli ospedali) - dove si parlava di tante persone influenzate. io non me la ricordo neppure......... comunque... ne hanno parlato una volta, finita li...............
Doxxino92 1 sett fa su tio
Cacciate fuori i soldi che diversi settori sono in rovina per una malattia ormai endemica, la crisi è economica basta prendere in giro la gente con questo covid, aiutate i settori e riaprite tutto!
Blobloblo 1 sett fa su tio
Basta restrizioni!!! Non c’è più bisogno!!
cle72 1 sett fa su tio
Secondo me questi non hanno mai trovato il punto G delle loro mogli, fidanzate e ragazze. Ora buttano il loro maresse con le proposte continue 2G, 2G plus ma anche qui non arriveranno a soddisfarsi e soddisfare nessuna persona. Ahimè povere anime😂😅😀
Ziro 1 sett fa su tio
Per ovviare al fallimento della gestione pandemica ora devono ridurre le restrizioni a poco a poco per nascondere le verità
Gippy79 1 sett fa su tio
Cioè se qualcuno ha il pass che gli scade tra 3 mesi x guarigione x esempio, automaticamente va a scadere oggi, se x esempio domani partiva per una settimana di vacanza in CH deve annullare tutto …? Chi paga ?
Marta 1 sett fa su tio
Mi sembra una buona soluzione, per ora. Chiaramente ognuno deve responsabilizzarsi e portare mascherine adeguate FFP2 e tenersi a distanza nel caso stia uscendo dalla malattia. Omicron è comunque molto meno grave della Delta e bisogna tenerne conto.
Luca 68 1 sett fa su tio
almeno che lo dicano apertamente che a loro interessa solo l'economia è fin troppo evidente, ma che lo dicano e che la smettano di prenderci per i fondi, sempre più disgustato da quei burattini di Berna
SteveC 1 sett fa su tio
Abolire tutto subito, che la natura faccia il suo corso.
Dalu 1 sett fa su tio
Ma che senso ha una quarantena (40 giorni ridotta a 5?) ma ditela la verità! Non ve ne frega nulla del popolo e la sua salute, l’importante è l’economia! Non ci sono davvero più parole. Finito il covid lascio sto paese di m…
marco17 1 sett fa su tio
@Dalu Vattene anche subito, che non sarà una gran perdita, anzi!
Aka05 1 sett fa su tio
@Dalu É una promessa? Mantienila mi raccomando….
Suissefarmer 1 sett fa su tio
@Dalu non ascoltare sti 2, vai in assistenza e restaci. così loro pagano e si mangiano di nervi.
Dalu 1 sett fa su tio
@Suissefarmer Suissefarmer, di sicuro approfitterò della disoccupazione per un periodo, l’ho pagata per 30 anni e mai preso un centesimo…😜
volabas56 1 sett fa su tio
@Suissefarmer Con questo ragionamento hai specificato bene che persona sei.
Dalu 1 sett fa su tio
@Aka05 Ecco i patrioti! Coloro che a prescindere difendono il bene supremo!😂😂 Siete ridicoli, viviamo in una delle nazioni più ricche al mondo e il popolo sta soffrendo! Dovreste vergognarvi a difendere questa gente! Mette in ginocchio la gente per salvare l’economia… che poi l’economia la crea la gente! Ma vi rendete conto chi ci governa??? Comunque si, è una promessa, ho tolto le fette di salame dagli occhi e mi sono reso conto di dove vivo
Aka05 1 sett fa su tio
@Dalu Ecco bravo, anda! …. e portati assieme quell’inutile bipede del tuo “consigliere”..
belaolga 1 sett fa su tio
è sempre l asino che raglia...anche se si traveste da cavallo..🤪🤪🤪🙄🙄🙄
Luca 68 1 sett fa su tio
di questo passo ci infettiamo tutti, probabilmente è quello che i politici vogliono
Moga 1 sett fa su tio
Burattini senza spina dorsale
Luca 68 1 sett fa su tio
mi dà l'impressione, che vogliono semplicemente far ammalare tutti, facendo finta di prendere delle misure semplicemente scandalose, spero che effettivamente la omicron sia meno pericolosa, altrimenti i grandi capi dovranno prendersi le loro responsabilità e colpe, il Cf ancora una volta è ridicolo
marco17 1 sett fa su tio
@Luca 68 Nei paesi che hanno preso misure più severe, i contagi aumentano almeno quanto in Svizzera. Prova dell'inutilità di pass sanitari con tutte le varianti possibili. Anche le quarantene sono perfettamente inutili: non solo andavano ridotte ma abolite, tranne nei pochi casi in cui si tratta di proteggere persone al alto rischio perché senza difese immunitarie.
Luca 68 1 sett fa su tio
@marco17 siamo i peggiori d'Europa, ma aldilà di questo abbiamo dei politici che ci prendono per il c...o, incoerenze assolute, abbiano almeno il coraggio di parlare chiaro e ammettere che interessa solo ed esclusivamente la finanza, non ho parole per descrivere quello che penso del loro comportamento da irresponsabili.
ste.cri 1 sett fa su tio
Caro figlio ti chiedo scusa per il mondo in cui ti troverai a vivere. Non aggiungiamo altro.
Dalu 1 sett fa su tio
@ste.cri Ma infatti! Ma che mondo stiamo dando ai nostri figli? Ma noi vorremmo crescere in un ambiente del genere? Dovremmo davvero fare tutto qualcosa, non se ne esce più così! Crescono già sapendo che solo il soldo conta nella vita… che tristezza
M70 1 sett fa su tio
non ci sono parole..
andrea28 1 sett fa su tio
Prof. Giorlandino: Tra l'8 dicembre e l'8 gennaio nei laboratori dell'Istituto Clinico di Ricerca Altamedica sono stati eseguiti 16.030 test molecolari, 2.526 dei quali (il 15.7%) positivi. La sintomatologia è stata la seguente: su 16.030 soggetti, 12.503 (78 %) asintomatici, 2.885(18%) paucisintomatici (febbricola, angina), 642 sintomatici (4%) con febbre maggiore di 38° o altra più evidente sintomatologia. Tra i positivi i sintomi sono stati i seguenti: asintomatici 1.692 (67%), paucisintomatici 707 (28%). Fra i sintomatici: 127 (5%) con febbre maggiore di 38° o altra sintomatologia evidente ma senza necessità di ricovero. I vaccinati erano 2.071 (82%) con 1 o 2 dosi; 332 avevano la dose booster (16%). I non vaccinati erano 455 (18%). Per quanto riguarda la sintomatologia più severa (prelievi eseguiti a domicilio) temperatura maggiore di 38° o altra sintomatologia evidente ma senza alcuna necessità di ricovero al momento del prelievo, i non vaccinati furono 32 su 455 (7%) mentre i vaccinati 95 su 2.071 (4,5%)
Alex 1 sett fa su tio
@andrea28 bla bla bla...zitto no vax del pip....
emib53 1 sett fa su tio
@andrea28 E questo cosa dimostrerebbe? I numeri vanno letti in relazione al numero totale di vaccinati e non, per prima cosa. E, secondariamente, ma non molto, non sono dati che un ente esterno ha verificato, quindi continuate a credere solo a quello che volete, bravi.
Cane93 1 sett fa su tio
@Alex @Alex il blabla sei tu… apri gli occhi e guarda come vi hanno fregato con il vaccino 🤣
seo56 1 sett fa su tio
Decisioni irresponsabili!!! Vergognoso
Fester 1 sett fa su tio
@seo56 Beh sì meglio continuare come fatto fin'ora per altri 10 anni.....;)
Gippy79 1 sett fa su tio
@seo56 Veramente vorresti più restrizioni o ho capito male? Non sono polemico .. solo capire i pensieri delle persone ..confesso che non pensavo ci fossero persone che vogliono più restrizioni :-)
Gio58 1 sett fa su tio
@Gippy79 @Gippy79 Il mondo è pieno di masochisti!!!!
marco17 1 sett fa su tio
Mascherine, limitazione dei contatti, limiti per i grandi eventi, misure igieniche e vaccinazioni. Il resto - certificati a G variabili, quarantene e test a iosa - non serve a niente e conviene abolirlo subito.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 18:08:14 | 91.208.130.87