Keystone
GRIGIONI
04.08.2021 - 14:170

Un principe si compra il suo maniero

Rudolf von Liechtenstein ha acquistato il Castello di Marschlins nei pressi di Igis-Landquart.

COIRA - Rudolf von Liechtenstein, il nipote dell'attuale reggente del Principato omonimo Hans-Adam II, ha acquistato il Castello di Marschlins nei pressi di Igis-Landquart (GR). Il maniero era stato in possesso della nobile famiglia grigionese von Salis fino al 1934.

Come scrive oggi la Südostschweiz, da lunedì scorso lo storico maniero di Igis-Landquart, appartenuto alla nobile famiglia von Salis prima, e negli ultimi 90 anni alla famiglia Engi, è in mani straniere. Il nuovo proprietario si chiama Rudolf von Liechtenstein ed è figlio di Philipp, il fratello del principe Hans-Adam II, alla testa del piccolo stato fra Austria, Grigioni e San Gallo.

Sempre secondo il quotidiano della Svizzera orientale, nel Registro fondiario spicca l'indirizzo inconsueto del 46enne nobile compratore: un edificio nel quartiere Besiktas d'Istanbul, in Turchia, la patria della moglie Türkin Tilsim Tanberk.

All'interrogativo se il nuovo proprietario del castello abbia acquisito anche l'attigua azienda agricola, la quale dovrebbe essere poi gestita direttamente dal proprietario, non è dato di sapere. Certo è invece che l'Ispettorato cantonale del Registro fondiario ha approvato il passaggio di proprietà del Castello di Marschlins.

Malgrado la vecchia dimora dei von Salis fosse reputata di grande valore culturale, abitata un tempo dall'umanista Ulysse von Salis, personaggio molto impegnato a favore della formazione e dello sviluppo dell'agricoltura, oppure da Meta von Salis, la prima storica della Svizzera e grande fautrice del diritto di voto femminile, nel 2020 il Cantone dei Grigioni aveva deciso di non acquistare questo immobile nella Valle del Reno, a pochi chilometri dal Liechtenstein.

Una curiosità: nell'azienda agricola del Castello di Marschlins furono piantate le prime patate e il primo mais in terra retica.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 01:05:03 | 91.208.130.85