freshfocus
+1
ZUGO
08.05.2021 - 12:000
Aggiornamento : 16:26

Lo Zugo come l'Inter?

Mega-assembramento di tifosi sull'Arenaplatz. Distanziamento, attenzione e mascherine? Nulla.

La polizia è intervenuta ma gli irriducibili hanno festeggiato fino all'alba.

di Redazione
ats

ZUGO - «Niente assembramenti», «Siate responsabili», «Usate sempre la mascherina», «Con i comportamenti giusti usciremo tutti insieme da questa situazione». Quante volte, negli ultimi mesi, avete sentito frasi come queste?

Il comune buonsenso - spesso dimostrato - è andato a farsi benedire venerdì notte quando, in occasione di gara3 della finale dei playoff, 5'000 persone si sono ritrovate davanti alla Bossard Arena, casa dello Zugo. E quando i Tori hanno centrato l’ennesimo successo, quello che in una stagione trionfale ha regalato loro un titolo che mancava dal 1998, pure il più attento dei cittadini ha fatto cadere ogni barriera. La festa è stata grande. Bene. Ma distanziamento, protezioni e attenzione? Tutto cancellato per delle ore di gioia, nelle quali quattro persone sono anche rimaste ferite. Tre, tutte con ferite da taglio non rimediate durante alterchi, sono state medicate sul posto. Un'altra si è invece recata autonomamente all'ospedale dopo essere essersi ferita con materiale pirotecnico. 

Più che contro il cittadino-tifoso, comprensibilmente abbandonatosi a urla liberatorie dopo mesi difficili, il dito va puntato contro le forze dell’ordine. Come è stata anticipata e gestita una situazione facilmente preventivabile? Le misure prese - il posizionamento di alcune barriere attorno alla zona dell'Arena, per esempio - non sono state sufficienti. A rischio e pericolo della comunità.

Durante la presentazione del trofeo, diverse vie intorno alla pista sono state chiude e le strade si sono rapidamente svuotate, è vero. Qualche irriducibile ha però festeggiato fino all'alba, ha precisato il portavoce della polizia a Keystone-ATS.

Nell’ultima settimana sono state tante le polemiche nei confronti delle celebrazioni, definite esagerate - e pericolose anche per gli svizzeri -, dei tifosi dell’Inter in Piazza Duomo a Milano. La fede era diversa, la piazza era diversa, anche alle nostre latitudini la passione per lo sport ha tuttavia, per una volta, fatto dimenticare i comportamenti da tenere...

freshfocus
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-21 11:23:59 | 91.208.130.89