Keystone
ZUGO
03.02.2021 - 11:480

Test rapidi contro il Covid-19 alle medie di Zugo

Tutti i docenti e gli studenti dovranno sottoporsi al tampone al loro rientro dalle vacanze il prossimo 22 febbraio.

Per il momento lo screening di massa non è stato previsto alla scuola elementare e a quella dell'infanzia.

ZUGO - Nel canton Zugo tutti gli allievi e gli insegnanti delle scuole medie dovranno sottoporsi a test rapidi contro il Covid-19 a partire dal 22 febbraio.

Stando a una nota, i test a tappeto saranno obbligatori, dopo la fine delle cosiddette vacanze sportive (dal 6 al 21 febbraio), per il livello inferiore delle scuole secondarie.

Se l'esito degli screening sarà positivo, i test potrebbero essere estesi anche alle scuole professionali, dove la logistica è più complicata a causa della loro organizzazione a tempo parziale. Per il momento, nessun test di massa è invece previsto per la scuola elementare e quella materna.

I test "salivari" saranno effettuati due volte alla settimana, ha precisato a Keystone-ATS il capo del Dipartimento cantonale della pubblica istruzione Stephan Schleiss (UDC). I piani dettagliati sono ancora in fase di elaborazione. I costi saranno coperti dalla Confederazione.

La novità è che i test non vengono eseguiti solo dopo singoli casi positivi, ma regolarmente e ripetutamente. L'obiettivo - si legge ancora nella nota - è di proteggere le persone a scuola e nell'ambiente scolastico, per poter così mantenere le scuole aperte.

Per gli insegnanti di tutti i livelli, le autorità del canton Zugo raccomandano inoltre di indossare una mascherina del tipo FFP-2.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
matias13 4 mesi fa su tio
Povera gioventù! Stiamo trattando i nostri giovani, il nostro futuro, come appestati....pronti a segregarli in casa se ne esci un positivo....per poi lasciar uscire la cosi detta popolazione a rischio. Questi giovani ci sputeranno in faccia prima o poi e come condannarli. E intanto si vaccina la popolazione che esce meno di casa! Complimenti per le scelte politiche e mediche! Ma se il vettore principale sono i giovani non aveva senso vaccinare loro? E gli anziani ne beneficiano indirettamente? E intanto andiamo avanti a incolpare i giovani.....bravi politici....povero mondo
Calotta Polare 4 mesi fa su tio
@matias13 Se ho capito bene i vaccini sono prevalentemente efficaci sulla sintomatologia, quindi hanno un positivo effetto nella riduzione delle vittime che notoriamente sono principalmente anziani. Inoltre molte persone non sono favorevoli a vaccinarsi (tra le altre probabilmente molti genitori di bambini e giovani). Obbligare a vaccinare i giovani mi sarebbe sembrato molto più intrusivo che non far loro dei semplici test. Infine non credo che far vivere i giovani nell'illusione che sta andando tutto bene e non c'è alcuna necessità di cambiare i propri comportamenti sia molto educativo. I momenti di crisi fanno parte della vita, così come le rinunce e i sacrifici in caso di necessità. Questo lo si può imparare fin da bambini senza esagerati traumi
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 02:21:45 | 91.208.130.86