Keystone
SVIZZERA
18.01.2021 - 10:440
Aggiornamento : 11:19

È iniziata la prima scuola reclute del 2021

In tutto vi parteciperanno circa 12'000 reclute e 2'800 quadri. Alcuni però inizieranno l'apprendimento da casa.

Fra di loro anche 190 donne, un numero in crescita rispetto agli scorsi anni ma che rimane sotto all'1%.

BERNA - Grazie a specifiche misure di protezione e di comportamento, oggi ha potuto prendere avvio la prima scuola reclute del 2021. Tra i provvedimenti figurano l'entrata in servizio scaglionata dei militari e una visita sanitaria d’entrata obbligatoria comprendente un test COVID-19. 

Oggi è entrato in servizio fisicamente in caserma circa il 60% delle 12'000 reclute attese. In una seconda fase, l'8 febbraio, seguirà il restante 40%, che assolve dapprima un programma di apprendimento da casa. In tal modo i militari che dovessero risultare positivi al test del coronavirus possono essere assistiti in maniera ottimale e possono essere attuate le relative misure d’isolamento e di quarantena.

Concetto di protezione - A seguito della pandemia, per le scuole reclute e dei quadri vigono inoltre misure di protezione e di comportamento specifiche. Il concetto di protezione si è già dimostrato efficace durante la SR 2/2020 e continua ad essere attuato sistematicamente nonché adeguato alla situazione qualora necessario.

Nel quadro della visita sanitaria d'entrata obbligatoria, a ognuna delle circa 12'000 reclute e a ognuno dei circa 2'800 quadri viene eseguito un test del SARS-CoV-2 entro le prime 48 ore dall'entrata in servizio. Le analisi dei test vengono effettuate da un laboratorio civile. Tutti i militari dovranno trascorrere le prime settimane, inclusi i fine settimana, nelle caserme. Tale misura consente di proteggere non solo loro stessi ma anche la loro cerchia privata.

Tutti i militari della SR 1/2021 sono stati preventivamente informati riguardo alle misure di protezione mediante una lettera e hanno inoltre ricevuto due mascherine igieniche per il viaggio fino alle caserme. Per l'intera durata della SR, l'esercito garantisce a ogni militare una disponibilità sufficiente di mascherine igieniche. 

Incrementato il numero di donne - Tra le quasi 12'000 reclute vi sono 190 donne, che assolvono il servizio militare volontariamente. Il numero di donne che affrontano la scuola reclute è dunque aumentato per il terzo anno consecutivo (gennaio 2019: 120, gennaio 2020: 171). La percentuale di donne nell'Esercito svizzero continua a essere di poco inferiore all'uno per cento.

Inoltre durante la scuola reclute 47 comandanti d'unità, 427 capisezione, 206 sottufficiali superiori e 2'177 sottufficiali svolgeranno il loro servizio per il conseguimento del grado.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 02:17:13 | 91.208.130.87