Screenshot Webcam
BERNA
30.12.2020 - 19:080
Aggiornamento : 31.12.2020 - 07:34

Oscura il suo locale perché denunciato dalla polizia

Dalle immagini della webcam del Lauberhorn, Il ristorante Startbar risulta pixelato.

Su Twitter si specula su possibili escamotage per nascondere le violazioni delle misure anti covid. Il proprietario nega.

BERNA - La webcam sul Lauberhorn offre una vista a 360 gradi del panorama montano mozzafiato nella regione della Jungfrau. Permette anche di vedere chi entra ed esce dal ristorante Startbar. O meglio, permetteva.

Il famoso ristorante risulta essere pixelato dal 18 dicembre. «Da quando sono entrate in vigore le misure anti covid», fa notare un utente attento su Twitter. In questa data, infatti, il Consiglio federale ha deciso di chiudere i ristoranti a causa della situazione epidemiologica. La disposizione vale sia per i locali in pianura che per le taverne di montagna, nei comprensori sciistici ancora aperti.

L'utente Twitter ha quindi un sospetto: l'operatore ha reso irriconoscibile il suo ristorante in modo che possa continuare a operare senza essere disturbato. Dopotutto, non sarebbe il primo a ricorrere a tali metodi.

La rabbia del ristoratore - Il proprietario del ristorante, Beni Scheiber, non nasconde il proprio stupore messo di fronte al tweet accusatorio. Con espressioni che non sono adatte alla pubblicazione, chiarisce cosa pensa delle persone che preferiscono additarlo pubblicamente piuttosto che chiedergli personalmente le ragioni di tale scelta. A metà dicembre -spiega a 20 Minuten - il ristoratore era già stato denunciato alla polizia sulla base delle immagini della webcam. Il motivo? Apparentemente c'era un assembramento di fronte al ristorante. Scheiber afferma però di aver sempre aderito alle misure federali: «Quassù facciamo tutto quello che la Confederazione e il Cantone richiedono». Ciò nonostante è arrivata la denuncia.

È per questa ragione che Scheiber ha deciso d'incaricare la società responsabile della webcam di rendere irriconoscibile lo Startbar. «È solo che non voglio essere spiato e ricattato», spiega. Insomma, sarebbe solo una coincidenza che la pixelizzazione sia avvenuta il 18 dicembre.

«Non me ne frega niente», conclude in risposta a chi ha l'impressione che stia cercando di nascondere qualcosa. Il ristoratore assicura che attualmente l'offerta prevede solo cibo da asporto, che è consentito. Né la terrazza né i servizi igienici del ristorante sono aperti al pubblico.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 22:36:44 | 91.208.130.87