keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
1 ora
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
2 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
SVIZZERA
3 ore
Verso l'estensione oltre i sei mesi del certificato Covid per chi è guarito
«Faremo certamente degli aggiustamenti» affermano dall'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
5 ore
I camerieri possono essere obbligati a presentare il certificato Covid
La misura deve essere proporzionata e valutata caso per caso
ZURIGO
7 ore
Nessun controllo dei certificati, piscina chiusa dalla polizia
All'ingresso della struttura coperta erano affissi dei cartelli indicanti che non vi sarebbe stato alcun controllo.
BERNA
7 ore
Caso FIFA: l'immunità di Stefan Keller non sarà tolta
Il presidente del tribunale cantonale di Obvaldo, era incaricato di indagare sugli incontri segreti tra Michael Lauber.
BERNA
9 ore
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
10 ore
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
10 ore
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
11 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
SVIZZERA
12 ore
In diminuzione i casi di meningoencefalite e borreliosi da zecche
Secondo l'UFSP i casi finora segnalati quest'anno sono 234.
GRIGIONI
13 ore
Auto si ribalta più volte, adolescenti solo leggermente feriti
L'incidente è avvenuto ieri tra Sarn e Cazis. Solo leggere ferite per due 18enni e un 17enne.
SVIZZERA
22.09.2020 - 14:080
Aggiornamento : 15:37

I premi salgono ancora, purtroppo

Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari

Triste record nella Svizzera italiana. Oltre quattro volte la media nazionale

BERNA - La brutta notizia, come tutti gli anni, è arrivata puntuale. Ad annunciarla, in conferenza stampa da Palazzo Federale, il consigliere federale Alain Berset, cui è toccato l'ingrato compito di "indorare la pillola". 

I premi di cassa malati aumenteranno ancora l'anno prossimo in Svizzera. In Ticino - neanche a dirlo - si registra l'aumento percentuale più alto: più 2,1 per cento. La media nazionale dei rincari, l'anno prossimo, sarà dello 0,5 per cento. Appenzello interno invece festeggia un calo delle tariffe dell'1,6 per cento. 

«La crisi attuale dimostra quanto la sanità sia importante e quanto è fondamentale mantenere alto il livello delle cure in futuro» ha dichiarato Berset. «Per questo è necessario contenere i costi i più possibile e lo sforzo del Consiglio federale in questo senso è notevole. Speriamo che le Camere ci sostengano in questa direzione in futuro».

I dati sugli aumenti sono stati resi noti nel pomeriggio dall'Ufficio federale di sanità pubblica. Nel 2021 il premio medio raggiungerà i 316,50 franchi. Dopo i rincari moderati del 2019 e del 2020, quello dello 0,5% sarà nuovamente inferiore alla media degli ultimi anni, che dal 2010 è del 3,2% e del 3,7% dall'entrata in vigore dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie nel 1996.

In 7 cantoni (BL, JU, LU, NW, TG, TI, VS) l'incremento sarà superiore all'1%, nove cantoni (AG, AI, AR, BS, NE, OW, SH, SZ, ZH) saranno in pareggio o avranno una diminuzione dei costi e negli altri 10 l'aumento sarà fra lo 0 e l'1% (BE, FR, GE, GL, GR, SG, SO, UR, VD, ZG).

Stime e correzioni - Sul lungo termine, la crescita dei premi rispecchia quella dei costi dell'assicurazione malattie obbligatoria. I premi del 2021 sono calcolati sulla base di stime per quell'anno. Attualmente non è possibile conoscere l'impatto preciso della pandemia di Covid-19.

Gli aumenti a volte dipendono da stime troppo basse effettuate l'anno scorso, ha spiegato Berset. E questo è il caso ad esempio del Ticino, dove ci sarà un incremento dell'1,9% per gli adulti.

Contenere i costi I premi della cassa malati rappresentano una spesa sempre più importante per le economie domestiche, sottolinea ancora l'UFSP. Il Consiglio federale intende limitare l'aumento dei costi a un livello giustificabile dal punto di vista medico. L'anno scorso ha adottato un primo pacchetto di nove misure di contenimento dei costi della sanità, attualmente in discussione al Parlamento.

Lo scorso agosto l'esecutivo ha posto in consultazione un secondo pacchetto di provvedimenti il cui potenziale di risparmio è stimato in un miliardo di franchi. «Non è mai un buon momento per alzare i premi», ha detto Berset. Ma bisogna tenere conto del fatto che l'età media della popolazione continua ad aumentare e più la gente è anziana, più tendenzialmente si reca dal medico o all'ospedale.

Nel 2020 le riserve accumulate dagli assicuratori supereranno gli 11 miliardi. Si tratta di un segno di buona salute, ma il governo ritiene che la maggioranza degli assicuratori disponga di riserve troppo elevate. Recentemente sono state adottate misure per incentivare riserve più moderate, anche se non è previsto alcun obbligo.

Le reazioni a livello svizzero:

Se a livello ticinese le reazioni non sono state (eufemismo) positive, in Svizzera l'annuncio effettuato oggi da Berset ha sortito un "tiepido ottimismo". 

Medici soddisfatti - L'Associazione dei medici FMH si è detta soddisfatta dell'aumento «moderato» dei premi delle casse malattia. «Questo è un indizio - precisano i medici in una nota - di un incremento contenuto dei costi della salute». Nonostante questo, i premi gravano fortemente sulle economie domestiche in Svizzera. Per questo motivo, secondo FMH serve un settore ambulatoriale meno caro, che possa guadagnare importanza rispetto alle cure stazionarie.

«Stabilizzare i premi sul lungo periodo» - Anche santésuisse ha accolto piuttosto bene la notizia, ma ha sottolineato - tramite un comunicato - che quello che serve è una «stabilizzazione sul lungo termine dei premi». Fra le varie soluzioni, c'è lo stop agli interventi inutili, un sistema di prezzi di riferimento per i generici e prezzi più economici dei laboratori.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 01:31:45 | 91.208.130.89