tipress (archivio)
SVIZZERA
29.04.2020 - 12:030

I suggerimenti per evitare incidenti in bici

Sono circa 31mila gli incidenti l'anno. Nella maggior parte dei casi la colpa è del ciclista stesso

LUCERNA - Ogni anno in Svizzera si verificano all'incirca 31'000 infortuni con la bicicletta, e nell'82% dei casi si tratta di incidenti provocati dalla vittima stessa. La Suva raccomanda pertanto di controllare regolarmente la bici e di guidare in maniera concentrata e predittiva.

Vista l'epidemia di coronavirus, durante la quale si cerca di evitare il più possibile i mezzi pubblici, e complice il bel tempo, molte più persone del solito si mettono in sella alla loro bici. Ma si fa presto ad avere un incidente.

Le cause principali di infortunio sono i marciapiedi, i cordoli, le crepe nel fondo stradale e le rotatorie, spiega l'Istituto nazionale di assicurazione contro gli infortuni in un comunicato diffuso oggi. Al secondo posto si collocano le collisioni con i veicoli a motore, soprattutto nelle svolte a sinistra, al terzo gli incidenti provocati dai binari ferroviari e dalle rotaie del tram.

"Con uno stile di guida predittivo è possibile individuare tempestivamente eventuali ostacoli e pericoli. Se invece ci si perde nei propri pensieri o ci si fa distrarre da qualcosa o qualcuno a bordo strada si rischia di non vedere un potenziale ostacolo e di non reagire prontamente", spiega nella nota Sabine Kuonen, responsabile della campagna di prevenzione Suva per gli infortuni con la bici.

Un altro aspetto importante è sottoporre la bici a regolare manutenzione: una volta all'anno è fondamentale verificare i freni, controllare che le gomme siano integre e la pressione al punto giusto, che la catena sia lubrificata e che le luci anteriori e posteriori funzionino. Chi ha una mountain bike deve anche controllare regolarmente le sospensioni idrauliche. Inoltre viene consigliato di avere al seguito alcuni pezzi di ricambio, una pompa e un piccolo kit per le riparazioni.

Non da ultimo, per evitare gli infortuni è opportuno adeguare l'itinerario alla capacità di guida e alla propria forma fisica. Infine la Suva ricorda che il casco protegge la testa in caso di caduta.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 02:58:45 | 91.208.130.89