keystone (archivio)
BERNA
26.04.2020 - 08:570
Aggiornamento : 12:19

«L'apertura dell'economia deve essere accelerata»

Economiesuisse chiede un ritocco delle decisioni del Consiglio federale

BERNA - Il Consiglio federale agisce con troppa esitazione di fronte alla crisi legata al coronavirus: è l'accusa del presidente di economiesuisse Heinz Karrer in un'intervista pubblicata oggi dalla NZZ am Sonntag.

«L'apertura progressiva e controllata dell'economia deve essere accelerata», ha dichiarato.

Numerosi settori economici come il turismo e la gastronomia non hanno ancora alcuna prospettiva, ha affermato Karrer. «La stagione estiva sarà decisiva per molte imprese, in particolare quelle del settore turistico. Devono poter pianificare la loro riapertura», ha avvertito.

Il Consiglio federale ha deciso di uscire dalla crisi legata al Covid-19 in tre tappe. Parrucchieri, fisioterapisti, centri di giardinaggio e medici saranno autorizzati a riaprire da domani. La scuola obbligatoria, l'insieme dei negozi e dei mercati dovrebbero riaprire l'11 maggio. In una terza fase, prevista a partire dall'8 giugno, saranno le scuole medie superiori, professionali e universitarie a riaprire i battenti. In quella data anche le strutture ricreative e per il tempo libero dovrebbero essere nuovamente aperte. Il divieto di assembramento sarà allentato.

Peggiore recessione da 90 anni - Karrer auspica ora che l'esecutivo federale ritocchi le sue decisioni in occasione della sua prossima seduta. «Comprendiamo le preoccupazioni del Consiglio federale riguardo a una seconda ondata di infezioni. Anche noi non vogliamo che ciò avvenga. Ma per evitarlo dobbiamo rispettare costantemente le misure di protezione e non congelare le attività di una gran parte dell'economia più a lungo».

Il presidente di economiesuisse mette in guardia dalle conseguenze del confinamento: «Andiamo verso la peggiore recessione degli ultimi 90 anni. Ci sarà un'ondata di fallimenti, la disoccupazione aumenterà rapidamente al 4-5% e la sicurezza del lavoro diminuirà».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-04 02:01:30 | 91.208.130.85