Keystone (archivio)
I bimbi tra gli zero e i quattro anni sono i più colpiti.
SVIZZERA
19.02.2020 - 13:370

Influenza, il peggio è passato

L'Ufficio federale di sanità pubblica precisa che il picco dell'epidemia è superato sebbene i casi siano ancora numerosi

BERNA - L'ondata di influenza ha raggiunto il suo apice nella seconda settimana di febbraio, secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). I casi sono ancora numerosi e l'epidemia non è ancora finita.

La settimana scorsa, i 144 medici del sistema Sentinella hanno segnalato 35,1 casi ogni 1000 visite. Secondo le proiezioni, ciò corrisponde a 263 infezioni ogni 100'000 abitanti, ha precisato l'UFSP. Nella settimana precedente, la media era di 345 casi ogni 100'000 abitanti.

La fascia di popolazione più colpita è quella dei bambini tra zero e quattro anni con tendenza al ribasso. Anche il numero di casi tra i 5-29 anni è diminuito, mentre il numero d'infezioni tra gli anziani è rimasto stabile.

L'influenza è diffusa in tutte le parti del Paese. Attualmente vi sono tre ceppi del virus e, secondo l'UFSP, è un fatto piuttosto insolito.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zico 4 mesi fa su tio
la diseva anca ul pör picasusott d'Intevi: dopu ul brutt a vegn ul bell
klich69 4 mesi fa su tio
Se fa inverno veramente allora altro che coronavirus.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 20:29:57 | 91.208.130.87