Keystone - foto d'archivio
FRIBURGO
19.02.2020 - 22:230

Quando anche la carta cumulus viene piratata

Qualcuno ha fatto la spesa saldando con i 125 franchi di voucher che un lettore aveva accumulato sul suo conto Migros

Fonte 20 minutes - Pauline Rumpf
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

BULLE - Non solo carte di credito. C’è anche chi “hackera” i conti cliente dei supermercati. È così che un lettore di Friburgo si è ritrovato senza i 125 franchi di voucher accumulati sulla sua carta cumulus. «Sono stati usati per pagare la spesa a Neuenhof (AR). Mentre io mi trovavo a casa, a Bulle».

Che l’uomo sia stato vittima di phishing? Oppure è il sistema di Migros ad avere una falla? «I dati dei nostri clienti vengono trattati in sicurezza - assicura a 20 minutes il portavoce Tristan Cerf -. Non ci sono state perdite di dati e il sistema non è stato violato».

Sul caso specifico è stata aperta un’indagine interna. Ma l’opzione più probabile è che i dati del cliente siano stati rubati tramite l’hacheraggio di altri siti. Dall’esterno, quindi, qualcuno deve essere riuscito a violare l’account. 

Ma il friburghese non ci sta: «Non ho subito tentativi di hackeraggio da nessun’altra parte. E ho una password sicura, che utilizzo solo per il conto cumulus». 

Migros, dal canto suo, ha deciso di riaccreditare i 125 franchi di voucher sul conto del suo cliente. E spiega che a breve ha intenzione di introdurre l’autenticazione a due fattori per l’attivazione dei buoni cumulus. «Sporadicamente avvengono episodi simili - conclude il portavoce -, ma vengono sempre trattati rispettando le strette regole sulla protezione dei dati».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:58:26 | 91.208.130.87