BERNAMoutier, occhi più vigili sul registro elettorale

23.12.19 - 14:34
Il comune al centro della questione giurassiana intende rinforzare la sorveglianza per evitare nuove contestazioni
Keystone (archivio)
Moutier, occhi più vigili sul registro elettorale
Il comune al centro della questione giurassiana intende rinforzare la sorveglianza per evitare nuove contestazioni

MOUTIER - Il comune di Moutier (BE) rinforzerà la sorveglianza del registro elettorale per evitare ogni contestazione durante la ripetizione dello scrutinio sulla sua appartenenza cantonale. Lo ha annunciato oggi durante una conferenza stampa il municipio della cittadina contesa fra Berna e Giura.

«A partire dal 1° gennaio una procedura amministrativa rafforzata sarà messa in atto», ha detto il municipale e militante autonomista Valentin Zuber. Le autorità vogliono così impedire eventuali sospetti sui domicili fittizi.

La sorveglianza del registro sarà assicurata da due membri dell'esecutivo, uno pro Berna e uno pro Giura, che saranno avvertiti di ogni cambiamento. Avranno inoltre la facoltà di convocare delle persone per colloqui di verifica.

Questo nuovo sistema dovrebbe permettere migliori controlli sui nuovi arrivati fino al momento del voto e di esaminare i casi controversi sollevati dal Tribunale amministrativo bernese, così come potenziali altri. I cittadini di Moutier saranno richiamati alle urne nel giugno 2020. «Abbiamo stilato un calendario e non ci sono scogli insormontabili» per quella data, ha aggiunto Zuber, ricordando che la competenza in materia spetta al municipio.

Le autorità sperano che l'Ufficio federale di giustizia (UFG) assista il comune nel corso della procedura. Tale punto sarà trattato nella prossima Conferenza tripartita, che riunisce la Confederazione assieme ai governi bernese e giurassiano.

In nome della trasparenza, il municipio di Moutier è pronto ad accordare alla Cancelleria bernese un accesso elettronico continuo al registro. Per il momento non è però arrivato il definitivo via libera, dato che la richiesta «deve ancora essere analizzata dal punto di vista della protezione dei dati e dell'autonomia comunale», ha precisato Zuber.

La fitta agenda di questo periodo non ha permesso di regolare gli aspetti giuridici e tecnici della domanda. Nell'attesa sarà trasmessa una copia in versione cartacea del registro degli elettori. Vi è comunque la volontà di entrambe le parti di accrescere la fiducia reciproca e un incontro è previsto il 29 gennaio.

Il 18 giugno 2017 gli abitanti di Moutier avevano deciso di misura di lasciare il canton Berna per unirsi al Giura. La votazione è però stata annullata il 5 novembre 2018 dalla prefetta del Giura bernese per irregolarità, decisione confermata lo scorso 29 agosto dal Tribunale amministrativo bernese. Tra le altre cose erano emersi presunti casi di residenze fittizie e turismo elettorale.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE