ZURIGO
22.10.2019 - 16:070
Aggiornamento : 18:50

Dimissioni per l'agente che aveva dato in escandescenze

Il poliziotto che aveva insultato un conducente davanti alla figlia era stato sospeso. Ma ora ha deciso di lasciare le forze dell'ordine

WINTERTHUR - Qualche settimana fa, un poliziotto fuori servizio aveva aggredito (verbalmente) un uomo mentre stava normalmente viaggiando sull'A1. Decisamente nervoso, l'agente, dopo essere uscito dalla sua auto, aveva violentemente insultato il conducente di fronte alla figlia in lacrime: «Ti distruggo, pezzo di... », «figlio di... », o ancora «leccami il c...».

La scena era stata filmata e diffusa rapidamente sui social network (in allegato il video). La polizia della città di Winterthur aveva immediatamente reagito: «A causa del suo comportamento inaccettabile, l'impiegato in questione è stato immediatamente sospeso».

Ora il gendarme incriminato ha presentato le proprie dimissioni. Michael Wirz, portavoce della polizia di Winterthur, lo ha confermato a Radio Top. Ma potrebbero esserci altre conseguenze. La polizia zurighese prosegue infatti con le indagini e l'agente è evidentemente ancora sospeso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 05:53:25 | 91.208.130.87