Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ARGOVIA
4 ore
Freddy Nock condannato a due anni e mezzo di prigione
Il funambolo 55enne è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio intenzionale nei confronti di sua moglie
VAUD
4 ore
Ladri arrestati dopo un movimentato inseguimento
Avevano scassinato un distributore automatico. La caccia ai due criminali è proseguita per una trentina di chilometri
TURGOVIA
6 ore
Ciclista 15enne investito e ucciso da un'auto
Alla guida dell'automobile c'era una donna di 27 anni
SVIZZERA
7 ore
Accordo quadro, Pfister attacca Cassis: «Mostri più polso»
Il presidente del PPD ne ha pure per il segretario di Stato Roberto Balzaretti: «Ha fatto pubblicità per l'accordo e lo ha presentato come se fosse la miglior possibilità. Va sostituito»
SVIZZERA
8 ore
Le banche svizzere "locali" creano un organismo comune
Il Coordinamento delle banche domestiche (CBD), organismo che punta a rappresentare i loro interessi in ambito politico e normativo
SVIZZERA
9 ore
I Verdi «erano e rimangono pronti»
La candidata Regula Rytz ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta di questa mattina, tracciando la via per il prossimo quadriennio: «Servirà un segnale ancora più forte»
BASILEA CITTÀ
9 ore
Il Gran Consiglio vieta la vendita delle e-sigarette ai minorenni
Seguito l'esempio di Basilea Campagna e Vallese
TURGOVIA
10 ore
Operaio morto, condannato il capocantiere
Pena pecuniaria sospesa e una multa di 1000 franchi per omicidio colposo. L'incidente è avvenuto nell'ottobre del 2017
REGNO UNITO / SVIZZERA
10 ore
Credit Suisse, i risultati dell'investment banking non soddisfano Thiam
L'unità dovrebbe chiudere in perdita il 2019 dopo tre anni favorevoli
SVIZZERA
11 ore
Le priorità della nuova presidente: «Clima ed Europa»
Simonetta Sommaruga sarà la quinta donna a presiedere la Confederazione: «Mai il Parlamento ha rappresentato così tante facce della Svizzera. C'è aria di cambiamento»
SVIZZERA
11 ore
«Non conta solo l'aritmetica»
I deputati ticinesi a Berna hanno commentato la rielezione di Ignazio Cassis. Cattaneo: «Ha prevalso la stabilità». Romano: «Rytz scelta sbagliata». Chiesa: «Un piccolo vincente»
ARGOVIA
12 ore
Incendi dolosi in Argovia, il piromane ammette solo in parte
Il 37enne ha confessato di aver provocato alcuni roghi, ma nega di essere responsabile di quello del primo dicembre a Merenschwand
FOTO
LUCERNA
12 ore
Beccate tre "auto-igloo"
La visibilità dai vetri dei veicoli era chiaramente insufficiente per circolare: «Prendetevi il vostro tempo. La sicurezza è fondamentale»
SVIZZERA
13 ore
BLS: aumenti in busta paga
A partire da aprile 2019 le retribuzioni versate dalla compagnia ferroviaria bernese saliranno in modo generalizzato dello 0,5%
STATI UNITI
13 ore
UBS accusata di truffa: a giudizio negli USA
Il Dipartimento di giustizia accusa la maggiore banca svizzera di aver causato agli investitori perdite "catastrofiche" con crediti ipotecari residenziali
SVIZZERA
14 ore
Nessuna sorpresa, Cassis rimane al suo posto
Il consigliere federale ticinese è stato rieletto con 145 voti. Alla presidente dei Verdi Regula Rytz non è riuscita la scalata al Governo
SVIZZERA
09.09.2019 - 08:140
Aggiornamento : 11:05

In agosto erano 99'552 i disoccupati iscritti all'URC

In Ticino la disoccupazione è al 2,5% (+0,1 punti percentuali rispetto a luglio e -0,1 punti percentuali su base annua)

ZURIGO - La disoccupazione rimane stabile e su livelli contenuti in Svizzera: il tasso dei senza lavoro si è attestato in agosto al 2,1%, lo stesso valore registrato in giugno e in luglio, nonché dato più basso da fine 2001. Nel confronto su un anno vi è stata una contrazione di 0,2 punti. In Ticino la disoccupazione è al 2,5% (+0,1 punti mensile, -0,1 annuo), nei Grigioni allo 0,7% (tasso fermo rispetto a luglio, -0,1 annuo).

Stando ai dati diffusi oggi dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO) alla fine di agosto 99’552 disoccupati erano iscritti presso gli uffici regionali di collocamento (URC), 1974 in più di 31 giorni prima. Nel confronto su dodici mesi è stato osservato un calo di 8341 unità.

In Ticino i senza lavoro erano 4212: 135 in più di luglio e 218 in meno di agosto 2018. A titolo di confronto, la media annua del 2018 è stata di 4953, quella del 2017 di 5667. Il Ticino (2,5%) presenta una quota di senza lavoro che è la settima più alta in Svizzera: valori più elevati che a sud delle Alpi si osservano solo a Ginevra (3,8%), Giura (3,4%), Vaud (3,3%), Neuchâtel (3,2%), Basilea Città (2,8%) e Sciaffusa (2,6%). Sopra la media elvetica sono anche Argovia (2,3%), Friburgo (2,3%) e Vallese (2,2%), mentre i tassi più contenuti sono osservati a Obvaldo (0,6%), a Nidvaldo (0,7%) e nei Grigioni (0,7%): il cantone trilingue ha 772 disoccupati (-19 su luglio e -156 su base annua).

Tornando ai dati nazionali, va rilevato che il tasso rimane ai livelli più bassi da quasi 18 anni. A titolo di confronto gli ultimi dati di agosto erano stati 3,0% (2015), 3,2% (2016), 2,9% (2017) e 2,3% (2018). Le quote di senza lavoro registrate dalla SECO sono comunque tradizionalmente basse: negli ultimi 20 anni il valore mensile più elevato è stato del 4,3%, osservato nel gennaio 2004. Va anche rilevato come i dati sulla disoccupazione non tengono conto di coloro che hanno esaurito il diritto a ricevere le prestazioni e che ad esempio vivono di risparmi o si trovano a beneficio dell'assistenza.

Setacciando in dettaglio i dati di agosto 2019 emerge che fra i giovani la disoccupazione è del 2,5% (+0,4 mensile, -0,3 annuo); i disoccupati di 15-24 anni erano 13'142. Tra i lavoratori ultra 50enni il tasso è del 2,0% (nessuna variazione mensile, -0,2 annuo) e il fenomeno interessa 27'428 persone.

Leggendo i dati in base alla nazionalità, gli svizzeri presentano una quota di senza lavoro dell'1,6%, gli stranieri del 3,6%. Fra questi ultimi le differenze sono notevoli: fermo restando che nessuna comunità può vantare valori inferiori a quelli relativi ai cittadini elvetici, lo scarto è ancora ridotto per tedeschi (2,3%), ma si fa già più consistente per gli italiani (3,2%) e i francesi (4,2%). Il dato più elevato è registrato dagli africani (7,5%), che la SECO presenta nel loro insieme, ma elevati sono anche i tassi di bulgari (6,3%), kosovari (5,4%) e rumeni (5,0%). La quota per i 28 paesi dell'Ue (3,1%) è quasi il doppio di quella per gli svizzeri.

I dati diffusi dalla SECO si basano sulle persone effettivamente iscritte agli URC. La definizione è quindi diversa da quella dei disoccupati ai sensi dell'Ufficio internazionale del lavoro (ILO), che opera attraverso sondaggi e che rende nota la sua stima trimestralmente: l'ultima disponibile - pubblicata a metà agosto - dà la disoccupazione in Svizzera nel secondo trimestre al 4,2%. Lo scarto fra i due dati - quello della SECO e quello ILO - suscita spesso acceso dibattito.

I disoccupati sono solo una parte del totale delle persone in cerca di impiego: quelle registrate presso gli URC in agosto erano 169’849, 1431 in meno rispetto al mese precedente e 10’126 in meno di un anno prima.

La SECO ha pubblicato anche gli ultimi dati disponibili relativi al lavoro ridotto, che in giugno ha interessato 1507 persone (+9,7% in confronto a maggio) e 84 aziende (+2,4%), per un totale di 59’550 ore perse (-16,2%). A titolo di confronto, nel giugno 2018 erano state registrate 50’539 ore perse, ripartite su 858 persone in 83 aziende.

A giugno si riferisce anche l'ultima informazione riguardo alle persone che hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione: erano 2187.

Nessun segno di frenata - Il mercato del lavoro elvetico non presenta ancora segni di frenata e il tasso di disoccupazione rimarrà basso sino alla fine dell'anno: lo ha affermato Boris Zürcher, direttore della divisione lavoro presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), commentando i dati diffusi oggi dai suoi funzionari.

Un indizio sulla tenuta del mercato, nonostante il rallentamento in atto nell'industria, è costituito dai dati sul lavoro ridotto, che sono aumentati, ma rimangono a un livello storicamente basso, ha indicato l'esperto.

La disoccupazione è comunque attualmente ai minimi e tornerà a salire: non tanto però a causa della congiuntura, ma per motivi puramente di calendario, legati alla fine dei periodi di formazione.

Tradizionalmente sino a metà anno l'attività aumenta nella costruzione e nel settore alberghiero e della ristorazione, mentre con la fine dell'estate i numeri dei senza lavoro tornano a salire a causa di coloro che hanno finito la formazione e sono in cerca di impiego: la quota dei senza lavoro fra i 15-24enni è infatti aumentata, nello spazio di un mese, dal 2,1 al 2,5%.

Nonostante il cambiamento stagionale non è però attesa una crescita marcata della disoccupazione. Stando alle previsioni della SECO il tasso per l'insieme del 2019 si attesterà al 2,4%. Se fosse davvero così si tratterebbe del valore più basso dal 2001. L'anno scorso era stato del 2,5%.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 00:18:47 | 91.208.130.87