Pedibus - ATA
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
GRIGIONI
2 ore
Governo grigionese molto deluso da Berna
Le decisioni del Consiglio federale costringeranno i comprensori sciistici a chiudere le terrazze.
SVIZZERA
2 ore
Meno neuroni nel cervello con l'età? La chiave è una proteina
La speranza dei ricercatori è poter aiutare coloro che soffrono di malattie degenerative come l'Alzheimer
SVIZZERA
3 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
TURGOVIA
3 ore
Annega per salvare il suo cane
Una donna di 65 anni ha perso la vita nelle acque del fiume Thur, a Weinfelden.
SVIZZERA/CINA
3 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
3 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
4 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
SCIAFFUSA
5 ore
Ha accoltellato la nonna
Emergono nuovi dettagli sul delitto che si è consumato martedì sera nel Canton Sciaffusa
ARGOVIA
5 ore
I vaccinati nel mirino dei truffatori
Nel Canton Argovia ignoti hanno contattato persone vaccinate chiedendo loro una donazione
SVIZZERA
12.08.2019 - 10:330

Inizio delle scuole: la paura dei genitori e i consigli del TCS

Il percorso casa-scuola può celare alcuni pericoli, ma la soluzione migliore non è usare l'auto

LUGANO – Nel 2017, 185 bambini sono rimasti gravemente feriti nella circolazione stradale svizzera, 59 dei quali nel percorso casa-scuola. Nonostante i dati relativamente modesti e un calo del 4% annuo degli incidenti gravi, molti genitori accompagnano ancora i loro bambini a scuola, spesso in auto, al posto di lasciarli andare da soli. Per comprendere i motivi di questa scelta, con l’istituto LINK, il TCS ha svolto un’inchiesta sulla percezione del pericolo lungo il percorso casa-scuola da parte dei genitori.

La paura dei genitori
Dal sondaggio emerge che i genitori temono per l’incolumità dei loro figli e per questo decidono d’accompagnarli a scuola. Sui motivi: al primo posto figuramo la paura d’incidente e la distanza da percorrere. Inoltre, i genitori hanno l’impressione che il rischio d’incidente aumenti di anno in anno. Analizzando le ragioni di questa paura, si rileva che i genitori puntano il dito soprattutto contro la velocità nei pressi delle scuole e l’alto numero di veicoli nel traffico. Nella fattispecie, si tratta della velocità massima autorizzata nelle vicinanze delle scuole: nei due terzi dei casi, il percorso casascuola passa su strade con velocità limitata a 50 km/h.

L’auto come soluzione?
Secondo l’inchiesta, questi timori sono la causa che convince sempre più genitori ad accompagnare i loro bambini a scuola in auto, in particolare nella Svizzera romanda. Essi non vedono solo l’auto come una garanzia di sicurezza, ma anche un guadagno di tempo. Inoltre, la distanza, sovente elevata, che separa il domicilio dalla scuola e la percezione, che i genitori stessi hanno sulle insufficienti conoscenze dei loro figli in fatto di sicurezza stradale, tutto ciò favorisce l’uso dell’auto nel tragitto casa-scuola.

La visibilità è garanzia di sicurezza
Una buona visibilità è sinonimo di sicurezza. Indossare vestiti chiari o con elementi rifrangenti, ciò migliora la visibilità e la sicurezza degli utenti. Il TCS e gli istruttori di polizia, grazie al finanziamento del Fondo di Sicurezza Stradale (FSS), distribuiscono ogni anno 140'000 bandoliere Triki (triangoli riflettenti) ai bambini che iniziano la scuola e dal 2013, il TCS ha offerto oltre 500'000 gilet di sicurezza agli allievi di prima elementare. La campagna Made Visible, condotta dal TCS, promuove la visibilità in modo attraente per l’uso giornaliero. La relativa piattaforma propone un assortimento di prodotti e di indumenti facili da abbinare con gli abiti di tutti i giorni. Dalle sciarpe fatte a maglia con elementi riflettenti, agli adesivi, ai ciondoli e agli zaini stilizzati: tutto è un pretesto per essere visti per tempo.

I consigli del TCS per un inizio del nuovo anno scolastico senza timori

  1. Davanti ad un passaggio pedonale, bisogna fermarsi prima del cordolo del marciapiede, guardare nei due sensi e ascoltare attentamente il rumore del traffico.
  2. Prima di attraversare, sincerarsi che le ruote dei veicoli siano completamente ferme.
  3. Non correre attraversando la strada, ma camminare normalmente.
  4. Scegliere il percorso più sicuro, non necessariamente quello più breve.
  5. Fare assieme più volte il percorso casa-scuola nei giorni che precedono l’inizio delle scuole, per attirare l’attenzione del bambino sulla presenza di eventuali pericoli.
  6. Sulle strade prive di marciapiede, bisogna camminare preferibilmente sul lato contrario alla circolazione del traffico.
  7. Dare l’esempio in ogni momento, dato che i bambini osservano il comportamento degli adulti e lo imitano.
  8. Vestire il proprio figlio con indumenti chiari, affinché sia ben visibile. 
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-24 21:03:41 | 91.208.130.89