Keystone (archivio)
Il candidato si è difeso: «Ho parlato dei Fratelli musulmani, non dei musulmani in generale».
NEUCHÂTEL
07.06.2019 - 17:340

Commenti anti-musulmani, Perrin sentito dal procuratore

Il candidato dell'UDC neocastellano al Consiglio nazionale era stato denunciato da un'associazione per aver condiviso e commentato su Facebook un articolo sui Qatar Papers e i Fratelli musulmani

 NEUCHÂTEL - Yvan Perrin è stato sentito stamane dal Ministero pubblico neocastellano in seguito a una denuncia penale di un'associazione musulmana. Il candidato UDC al Consiglio nazionale aveva condiviso su Facebook un articolo che aveva scatenato commenti insultanti.

Non credo che le mie considerazioni violino la norma antirazzista, ha dichiarato oggi Perrin alla radio RTN. In aprile l'ex consigliere nazionale aveva condiviso un articolo di 24Heures sui Qatar Papers e i Fratelli musulmani.

Perrin aveva citato il quotidiano vodese definendo l'articolo «edificante sul finanziamento dell'islam tendenza Fratelli musulmani in Svizzera in generale e a La Chaux-de-Fonds in particolare». Il suo intervento aveva suscitato molti commenti e l'associazione musulmana "De la lumière à l'excellence", con sede a Martigny (VS), ha sporto denuncia nei suoi confronti.

«Ho parlato dei Fratelli musulmani e non dei musulmani in generale», ha precisato Perrin, ricordando che questa organizzazione è classificata come terroristica in Arabia Saudita ed Egitto.
 
 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 05:20:22 | 91.208.130.87