Foto lettore 20 minutes
ZURIGO
02.04.2019 - 11:370

I biglietti erano in tedesco, costrette a saltare il concerto

Arrivate davanti all'Hallenstadion, alcune ragazze losannesi hanno scoperto di avere acquistato dei ticket sbagliati. «Non è la nostra lingua, non è giusto»

ZURIGO - Domenica sera all’Hallenstadion c’è stato il concerto del cantautore Shawn Mendes. Delle ragazze di Losanna si sono recate entusiaste a Zurigo, biglietti alla mano, per assistere alla performance del loro idolo canadese. Ma arrivate ai cancelli, hanno scoperto che i ticket in loro possesso non erano validi per assistere alla serata.

«Li avevamo comprati in ottobre - ha raccontato una di loro a 20 minutes -. Ma ci hanno detto che non saremmo potute entrare al concerto».

In realtà, sul biglietto era scritto chiaramente che non consentiva l’accesso allo show. Ma era in tedesco e le ragazze non lo parlano. «Quando lo abbiamo acquistati abbiamo potuto scegliere dei posti in sala. Come potevamo capire che non erano per il concerto?».

Il ticket, pagato 42 franchi, altro non era che un buono per il “Tour Passport”, un libro-souvenir con le foto e i testi delle canzoni dell’artista.

Le ragazze raccontano che di fronte ai cancelli dell’Hallenstadion non erano le sole rimaste deluse dall’inconveniente. E solo una di loro ha potuto assistere al concerto. Vedendola in lacrime, infatti, una persona le ha regalato un biglietto che possedeva in più.

«Tutto questo si sarebbe evitato se i biglietti, acquistati su un sito in francese, fossero stati scritti in francese e non in tedesco, lingua che non capiamo», si lamenta la ragazza.

Ticketcorner, dal canto suo, declina ogni responsabilità e rimanda la questione ad abc-production, che ha ricevuto altre lamentele. «Al momento dell’acquisto del “Tour Passport” era presente un avviso, in quattro lingue, che indicava chiaramente che il ticket non era valido per l’entrata al concerto», precisa la portavoce Monika Frei. «La stessa sera, inoltre, abbiamo proposto l’acquisto del biglietto del concerto a chi aveva acquistato il buono per il “Tour Passport”». Un’e-mail che le ragazze di Losanna hanno cestinato, in quanto l’offerta era troppo cara, e che le ha lasciate fuori dai cancelli.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 13:16:49 | 91.208.130.89