Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
7 ore
Insulta la poliziotta e le spegne una sigaretta sul volto
ZURIGO
13 ore
Elettrodomestici: boom di climatizzatori
SVIZZERA
13 ore
«La campagna del PPD è come un'azione di mobbing»
SVIZZERA
14 ore
«Siamo i lobbisti del popolo, difendiamo il nostro futuro»
BERNA
14 ore
Migros richiama la sedia pieghevole "Foldy"
GRIGIONI
14 ore
Terribile scontro fra auto, morta una 49enne
SVIZZERA
15 ore
Zio Paperone torna negli Usa: gli svizzeri non sono i più ricchi
BERNA
17 ore
"Sì" al contrassegno autostradale elettronico?
SVIZZERA
17 ore
La pianificazione ospedaliera è a livello cantonale
SVIZZERA
17 ore
La Svizzera può contare su 140'304 militari
SVIZZERA
17 ore
In Svizzera c'è una sovraproporzione di robot industriali
SAN GALLO
17 ore
Condannato il pedofilo che abusava di bambine dell'Est
BASILEA CITTÀ
17 ore
Allo zoo di Basilea è nato un piccolo gorilla
ZURIGO
17 ore
UBS, cause in vista da parte dei creditori delle obbligazioni Folli Follie
ZURIGO
17 ore
L'autorità avverte Swiss: «C'è il rischio di incendio ai motori»
VAUD
09.08.2018 - 16:000

L'intelligenza artificiale per ricostruire immagini sfocate

I ricercatori dell'EPFL hanno utilizzato un programma informatico che imita il modo in cui il cervello umano impara ad identificare gli oggetti

LOSANNA - Ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL) sono riusciti a ricostruire un'immagine deteriorata in seguito al suo passaggio in una fibra ottica. Hanno utilizzato un programma informatico che imita il modo in cui il cervello umano impara ad identificare gli oggetti.

I ricercatori hanno "allenato" un algoritmo di apprendimento automatico a ricostruire immagini sfocate durante il loro passaggio attraverso una fibra ottica, ha indicato l'EPFL in una nota odierna.

Tale studio potrebbe consentire di accrescere la quantità di informazioni trasmesse dalle reti di telecomunicazione, di migliorare la diagnostica per immagini in medicina, nonché di aumentare la capacità e la qualità delle fibre ottiche, stando ai suoi autori, che hanno pubblicato la ricerca nella rivista scientifica "Optica".

«Utilizziamo architetture moderne delle reti neuronali profonde per ricostituire le immagini annebbiate alla loro uscita dalla fibra ottica», ha spiegato Demetri Psaltis, responsabile del Laboratorio di ottica dell'EPFL, che ha diretto questa ricerca assieme a Christophe Moser, del Laboratorio di dispositivi fotonici applicati.

«Abbiamo dimostrato come ciò sia possibile anche con fibre della lunghezza di un chilometro», ha aggiunto Psaltis citato nella nota. Inoltre, il metodo di apprendimento automatico è giudicato «molto più semplice» rispetto ad altri tentativi volti a ricostruire le immagini passate attraverso le fibre ottiche.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 05:06:11 | 91.208.130.85