lettore 20 minutes
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Più posti di lavoro negli URC in vista dell'aumento della disoccupazione
Solo a Zurigo l'organico è stato aumentato di 77 unità
ZUGO
1 ora
La vita di una bimba di 5 anni è in pericolo
La piccola è caduta con il suo monopattino mentre percorreva una strada di campagna a Unterägeri
ROVEREDO (GR)
9 ore
Covid, la Moesa non abbassa la guardia
Lo Stato Maggiore del distretto ha discusso con quello ticinese alla luce delle recenti situazioni
SVIZZERA
10 ore
Su Facebook spuntano i gruppi per aggirare la quarantena
A partire da oggi, chiunque ritorni in Svizzera dal Kosovo deve trascorrere dieci giorni in quarantena.
SAN GALLO
11 ore
Dispersi nella Thur, recuperati i corpi delle vittime
Erano intrappolati tra le pietre della cascata dalla forte pressione dell'acqua
SONDAGGIO
SVIZZERA
12 ore
L'autista? Per lui la mascherina non è un obbligo
Va usata, da oggi, sui trasporti pubblici. Ma alcuni pendolari si chiedono perché i conducenti non la indossino.
VAUD
13 ore
Abusò di 18 giovani donne: 15 anni al “guru del sesso”
Si tratta di un 66enne riconosciuto colpevole di una trentina di episodi commessi in dieci anni nel Canton Vaud
BERNA
14 ore
Colpo in banca a Köniz: rapinatore in fuga col bottino
I dipendenti sono stati minacciati con una pistola. La polizia cantonale bernese è in cerca di testimoni
SVIZZERA
16 ore
La mascherina: ecco come ci cambia la vita
Da oggi sui mezzi pubblici è obbligatoria. Cosa significa per la nostra quotidianità?
VAUD
16 ore
Fête des Vignerons: il Canton Vaud rinuncia alle spese per la sicurezza
Si tratta di circa 1,9 milioni di franchi. La manifestazione era stata archiviata con un deficit di oltre 15 milioni
FRIBURGO
17 ore
Non benissimo l'acqua potabile friburghese
Particelle di metaboliti di clorotalonil sono stati riscontrati in varie regioni del cantone.
GRIGIONI
18 ore
Incidente fatale in parapendio
L'uomo si è schiantato domenica sullo Schollberg forse a causa di una raffica di vento improvvisa.
SVIZZERA
18 ore
Fare pipì contro un muro gli è costato caro
Il giovane aveva subito un trauma cranico nel 2017 durante la festa della Vendemmia a Neuchâtel.
SVIZZERA
19 ore
Sui mezzi pubblici con la mascherina: «Bilancio positivo»
FFS e BLS si dicono molto soddisfatte: al primo giorno sono poche le persone senza protezione
SVIZZERA
20 ore
Meno di 50 nuovi contagi
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'315. I morti rimangono 1'686.
SVIZZERA
02.08.2018 - 20:000

Senza aria condizionata, il treno si trasforma in una fornace

I passeggeri dell'ICN che collega Ginevra a Zurigo hanno dovuto far fronte a temperature decisamente elevate a causa della mancanza di aria condizionata

BERNA - «Il treno dell'inferno». È così che Simon ha ribattezzato l'ICN delle 15.15 di martedì scorso che collega Ginevra a Zurigo. «L'aria condizionata era rotta», racconta il viaggiatore. Il convoglio si è dunque rapidamente trasformato in una fornace. «Immaginatevi un'auto senza aria condizionata, senza la possibilità di aprire i finestrini e con un centinaio di passeggeri a bordo», illustra Simon.

Per lui, era «peggio di un treno affollato in India», con «un tasso di umidità molto elevato a causa del sudore della gente» e con «un odore insopportabile». Il passeggero spiega poi che l'unica azione intrapresa dalle FFS è stata quella di annunciare che una bibita sarebbe stata offerta a tutti nel vagone ristorante. «L'annuncio è stato percepito quasi come una provocazione dai presenti», dice.

Fortunatamente, Simon è sceso dal treno a Neuchâtel. E racconta che nonostante una temperatura esterna di 32 gradi, «l'aria sembrava incredibilmente fresca».

Problema al sensore - Per fare un paragone, il passeggero spiega che poche ore prima stava viaggiando su un RER francese, con aria condizionata e molto più economico. Si dice comprensivo riguardo ai problemi tecnici che possono incontrare le macchine, ma non capisce perché il treno abbia continuato a circolare come se nulla fosse accaduto. Secondo lui, le FFS avrebbero dovuto fermare il convoglio e offrire delle alternative ai viaggiatori.

Dal canto loro, le FFS confermano che «un guasto tecnico si è verificato su un sensore». Pertanto, non essendo la temperatura misurata correttamente, la regolazione di quest'ultima è avvenuta in modo errato. 

Per quanto la messa a disposizione di un altro convoglio, le FFS indicano di aver tentato di riparare il sensore a Bienne (la fermata dopo Neuchâtel, dove il calvario di Simon è terminato). Poiché ciò non è stato possibile, i passeggeri sono stati invitati ad attendere il treno successivo. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 1 anno fa su tio
Vi ricordate l'interrogazione parlamentare di 2 granconsiglieri che volevano far pressione sui direttori delle scuole ed i docenti per abolire e/o ridurre drasticamente le gite scolastiche su gomma? Meditate gente.......
limortaccituoi 1 anno fa su tio
@miba Meditate....cosa?
miba 1 anno fa su tio
@limortaccituoi Semplice: sul fatto che troppi granconsiglieri in funzione del marketing politico legato alle prossime elezioni cantonali fanno interrogazioni a gogo non accertandosi però prima di avere il cervello collegato.....
BRA_Zio 1 anno fa su tio
Poverini i viziatoni...non riescono più a vivere senza aria condizionata.... Chissà quanti morti su quel treno!
GI 1 anno fa su tio
@BRA_Zio tutti gli altri viaggiatori....visto che è stato l'unico (!) a potersi lamentare...
Orso 1 anno fa su tio
Ce l’avete sempre a morte con italiani, europa, mondo, frontalieri. Avete mai pensato di stare sotto una campana di vetro e vivere come 1000 anni fa coltivando i cavolini di bruxelles nell’orto? A no..... quello no. Sono di bruxelles. Il ticino da solo non vive!!!! Ma lo vogliamo capire o no? Adesso tornando al treno.... mi pare che le ffs facciano piu schifo dei treni di altri paesi (europei) ma con i orezzi doppi e tripli. Un amico che lavora sul treno mi ha detto che di continuo ci sono questi problemi. Solo che non viene pubblicizzato.
interceptors 1 anno fa su tio
@Orso Io sono un pendolare dei treni, ho viaggiato in tutta europa e quello che dici è decisamente errato! In Italia, Francia, Germania, Austria, e tanti altri, solo le tratte maggiormente utilizzate sono ad un buon standard, tutto il resto rasenta il nulla. Qui siamo troppo viziati, che abbiamo i tilo che fanno 1 km tra stazione-stazione, con tutte le comodità del mondo.... Prova a fare la tratta Bologna-Ancona, dove le temperature passano i 40°, e dell'aria condizionata neanche l'ombra!! Per tornare al tuo amico, pensa che un mio amico mi ha detto che suo cugino una volta è morto....
Corsica 1 anno fa su tio
@Orso Io sono Bruxelles, AAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAJAJAJ. Cosa centra Piteco!
Mattiatr 1 anno fa su tio
@interceptors Vero, inoltre parlando dei treni internazionali, visto che secondo Orso sono meglio perché non gli facciamo fare un giretto in Italia. Basti vedere cosa succede da quando i treni italici hanno la possibilità di circolare anche in Svizzera, ritardi, ritardi e ritardi. Inoltre i TILO e tutte le altre corse FFS sono in ritardi bene o male ancora accettabili, finché è un cinque o dieci minuti il problema è ancora impercettibile. Io che prendo il treno tutti i giorni ho visto le frecce italiane con ritardi di circa 45 minuti a LUGANO, figuriamoci i treni a Napoli come sono. Le FFS ci garantiscono dei treni migliori ma noi siamo solo i grado di criticarle perché a causa di un cantiere i suoi treni hanno un paio di minuti di ritardo. Se solo sapessero cosa c'è dietro a tutti i cantieri ferroviari probabilmente non si lamenterebbero.
Tio1949 1 anno fa su tio
Sarà costruito in italia probabilmente.
BRA_Zio 1 anno fa su tio
@Tio1949 Come la Ferrari allora.
Tio1949 1 anno fa su tio
@BRA_Zio Esatto
tip75 1 anno fa su tio
sempre peggio
dan007 1 anno fa su tio
Già sembrerebbe di stare in Italia del sud colpa sempre delle fatalità destino malasorte può succedere hahahahha
Bandito976 1 anno fa su tio
Purtroppo si lavora sempre piú con la mentalitá dell'unione europea. Con il personale indigeno avevamo un servizio invidiabile. Oggi tra aziende esterne, tagli al personale, informatizzazione, nessuno sa piú cosa fa la mano destra e cosa la sinistra.
Bob Lutz 1 anno fa su tio
La "cultura" aziendale FFS impone di sempre scaricare le responsabilità e di spiegare che noi clienti non possiamo capire.
ugobos 1 anno fa su tio
mettere 2 sistemi indipendendi non sarebbe poi cosi complicato. chiaro costa qualcosolina in piu
interceptors 1 anno fa su tio
@ugobos Vero, puoi però se i costi vengono caricati sui biglietti, apriti cielo!!!
Ctg 1 anno fa su tio
È inutile discutere: hanno sempre una scusa
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 09:18:33 | 91.208.130.86