keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
5 sec
Varianti, troppa confusione nei nomi. L'Oms vuole chiarezza
Gli esperti hanno già iniziato a discutere su un nuovo sistema di nomenclatura.
BERNA
16 min
Vaccino: effetti collaterali gravi? Possibile un risarcimento
Lo ricorda in un opuscolo pubblicato oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica.
BERNA
1 ora
Trapianti: malgrado il Covid nessun calo brusco nella donazione
Lo scorso anno sono 72 le persone decedute mentre erano in lista d'attesa per un organo compatibile.
VAUD
1 ora
Duplice omicidio a Les Verrières: annullata la condanna al giornalista
La vicenda è stata rinviata all'istanza precedente, che dovrà pronunciarsi sull'assoluzione del cronista giudiziario.
SVIZZERA
1 ora
È iniziata la prima scuola reclute del 2021
In tutto vi parteciperanno circa 12'000 reclute e 2'800 quadri. Alcuni però inizieranno l'apprendimento da casa.
SVIZZERA
3 ore
Annunci di lavoro: prima un drastico calo, poi un leggero recupero
Lo scorso anno l'offerta d'impieghi è scesa del 15%, nel secondo semestre c'è però stata una ripresa.
SVIZZERA
4 ore
Dopo le abbondanti nevicate arrivano i venti tempestosi
Le raffiche e le temperature in rialzo contribuiranno a spazzare parte della neve accumulatasi negli scorsi giorni.
GRIGIONI
5 ore
Nuova variante, due hotel in quarantena a St. Moritz
Test a tappeto in tutto il comune, dove è scattato anche l'obbligo della mascherina.
SONDAGGIO TAMEDIA
6 ore
E voi come voterete il prossimo 7 marzo?
Si voterà l'iniziativa anti-burqa, l'identità elettronica e il libero scambio con l'Indonesia. Partecipate al sondaggio
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
12 ore
Negozio sottosopra per le occasioni prima del lockdown
A caccia di occasioni, gli avventori hanno gettato nel caos un negozio di abbigliamento.
SOLETTA
14 ore
Due sorelline uccise, salva la terza
In un appartamento di Gerlafingen sono state trovate morte due sorelline. Arrestata la madre, principale indiziata
NIDVALDO
15 ore
Nel dirupo con lo slittino, gravemente ferita una bimba
La piccola è stata trasportata in ospedale dalla Rega
BERNA
08.05.2018 - 15:000

Schneider-Ammann: «Il Mercosur offre vantaggi alla Svizzera»

Secondo il consigliere federale un accordo di libero scambio avrebbe effetti positivi sull'economia

BERNA - Dopo il viaggio di una settimana nei Paesi del Mercosur, la delegazione svizzera guidata dal consigliere federale Johann Schneider-Ammann si è detta convinta che un accordo di libero scambio avrebbe effetti positivi sull'economia svizzera. Il tempo però stringe.

Non è possibile che una discussione altamente emotiva venga condotta con informazioni vaghe e che la Svizzera per questo motivo non arrivi per tempo ad un risultato, ha affermato oggi Schneider-Ammann in occasione di un incontro con i media a Berna.

In missione economica dal 29 aprile al 5 maggio nei Paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay), il consigliere federale era accompagnato per la prima volta da rappresentanti del mondo agricolo. L'obiettivo di questo viaggio non era quello di negoziare l'accordo di libero scambio, ma di confrontarsi con dei fatti, ha spiegato Schneider-Ammann.

Le discussioni hanno dimostrato che tutti i Paesi del Mercosur hanno la volontà di essere maggiormente integrati nel commercio mondiale. Il potenziale di tale mercato per l'economia svizzera è innegabile, ha detto ancora il consigliere federale. Il Mercosur rappresenta 260 milioni di consumatori che allettano gli industriali elvetici.

D'altro canto, la Svizzera offre un mercato molto più ridotto, di 8 milioni di persone. Ed è qui che nasce la paura dei contadini svizzeri: se l'accordo consentirà all'industria delle macchine e ai servizi di esportare con più facilità, i Paesi sudamericani potranno in cambio aumentare le loro vendite di carne in Svizzera. Il Mercosur conta due grandi Stati agricoli, il Brasile e l'Argentina.

Limiti

Un accordo con il Mercosur sarà tollerabile a condizione di fissare dei limiti, ha spiegato il consigliere nazionale Andreas Aebi (UDC/BE). L'agricoltore, nonché presidente della Comunità di lavoro degli allevatori svizzeri di bovini, ha fatto parte dei 50 membri della delegazione elvetica che accompagnava il consigliere federale.

Gli agricoltori dell'America latina, le cui aziende sono centinaia di volte più grandi di quelle in Svizzera, mostrano una certa sensibilità per l'agricoltura elvetica. Sono pronti a negoziare. "Aspetteremo di vedere il risultato prima di dare il nostro assenso o rifiuto", ha detto Aebi.

Il Mercosur è in grado di rifornire la Svizzera di carne dall'oggi al domani, ma non lo farà, ha rassicurato il ministro giurassiano dell'economia Jacques Gerber, anch'egli membro della missione. L'accordo stabilirà un contingente che impedirà un'ondata di carne nel mercato, ha aggiunto. Ma i negoziatori dovranno lottare con fermezza.

Norme rigide

Il viaggio ha anche mostrato che i Paesi del Mercosur dispongono di prodotti agricoli che soddisfano i requisiti e le norme svizzeri, tra le altre cose per quel che concerne il divieto di utilizzare ormoni per la crescita nella produzione di carne, ha tenuto a precisare Johann Schneider-Ammann. Le loro condizioni sono molto rigide, è quanto hanno fatto emergere le diverse visite in aziende effettuate durante il viaggio.

L'Unione europea sta attualmente concludendo un accordo di libero scambio con il Mercosur, che potrebbe mettere in posizione di svantaggio le società svizzere rispetto ai loro concorrenti dell'Ue. Per questo motivo, la Svizzera sta cercando di concludere un accordo di accesso preferenziale al mercato del Mercosur, in negoziati svolti nell'ambito dell'Associazione europea di libero scambio (AELS).

Secondo il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca, l'accordo permetterebbe di risparmiare fino a 206 milioni di dazi doganali attraverso una loro riduzione. Questi si aggirano attualmente tra il 7 e il 35%. Inoltre, ha affermato ancora il consigliere federale, l'esperienza dimostra che il ritmo di crescita dell'attività commerciale raddoppia nei cinque anni successivi all'entrata in vigore di un'intesa di questo tipo.

I rapporti tra gli agricoltori e Johann Schneider-Ammann sono peggiorati dalla presentazione in novembre della riforma agricola della Svizzera a partire dal 2022. Questa prevede una riduzione della protezione doganale e l'intensificazione degli accordi di libero scambio, in particolare con il Mercosur. Il dossier sarà uno dei momenti salienti della sessione estiva.

Finora i partner hanno completato tre round di negoziazioni. Un quarto si svolgerà a luglio.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-18 12:40:25 | 91.208.130.85