keystone
GINEVRA
14.03.2018 - 15:290
Aggiornamento : 16:07

Film sui diritti umani, Puigdemont atteso al Festival

L'esautorato presidente catalano presenzierà domenica sera alla manifestazione. Il DFAE: «Può liberamente tenere discorsi politici»

GINEVRA - L'esautorato presidente catalano Carles Puigdemont è atteso domenica sera a Ginevra al Festival internazionale del film sui diritti umani (FIFDH). Parteciperà a un dibattito sull'autodeterminazione in cui interverrà anche l'ex presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey, riferisce oggi lo stesso FIFDH.

Accusato di ribellione in Spagna dove rischia 30 anni di carcere, Puigdemont, che si è autoesiliato a Bruxelles, ha detto in un'intervista alla radiotivù romanda (RTS) che non intende stabilirsi in Svizzera: «Amo troppo l'idea di essere in questa patria che è l'Europa», ha sottolineato.

Dopo le recenti elezioni, Puigdemont ha rinunciato provvisoriamente a diventare presidente del governo catalano e dirige un Consiglio della Repubblica dal suo esilio belga.

Ha invece trovato rifugio a Ginevra Anna Gabriel, dopo il mandato d'arresto spiccato in febbraio nei suoi confronti. Altri quattro dirigenti indipendentisti catalani sono in detenzione provvisoria da diversi mesi.

«Può liberamente tenere discorsi politici» - Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha preso atto della visita privata in Svizzera del politico spagnolo Carles Puigdemont, invitato al Festival del film e forum internazionale sui diritti umani (FIFDH). Durante il suo soggiorno nel Paese, Puigdemont si esprimerà pubblicamente in varie occasioni.

La Svizzera ricorda, a questo proposito, che la questione catalana è un affare di politica interna della Spagna e che va pertanto trattata nel quadro dell’ordinamento costituzionale spagnolo. Le autorità svizzere e spagnole sono in contatto tra loro.

Le modalità del soggiorno di Puigdemont sono disciplinate dal diritto svizzero e dall’Accordo sulla libera circolazione delle persone: in quanto cittadino spagnolo, infatti, Carles Puigdemont può spostarsi liberamente nello spazio Schengen.

Allo stesso modo, può liberamente tenere discorsi politici nel rispetto dell’ordinamento giuridico svizzero.

Le autorità si riservano la possibilità di prendere provvedimenti in caso di disturbi all’ordine pubblico.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:40:35 | 91.208.130.86