SVIZZERA
19.11.2017 - 15:230

Turni di lavoro dei macchinisti: task force per le FFS

Sono stati registrati diversi problemi dopo l'inserimento del nuovo programma informatico

BERNA - Il nuovo programma informatico introdotto a inizio mese per gestire i turni di lavoro dei macchinisti sta creando non pochi grattacapi alle FFS. Per risolverli le Ferrovie federali hanno creato una task force.

Come indicato venerdì dalla Neue Zürcher Zeitung (NZZ), e confermato all'ats dal portavoce delle FFS Christian Ginsig, il nuovo software SOPRE ha ancora difetti di gioventù. Il personale che lo usa deve inoltre ancora imparare a sfruttarlo nei dettagli.

A causa del programma non ancora operativo al 100%, ultimamente ci sono stati diverse soppressioni di treni e ritardi. Il giornale cita alcuni esempi di convogli che non possono partire a causa della mancanza del macchinista, o di piloti di locomotive che non sanno che treno dovranno condurre una volta arrivati al capolinea.

Oggi, sulla NZZ am Sonntag, il portavoce dell'ex regia Reto Schärli ha affermato che l'azienda sta «lavorando duramente per migliorare le prestazioni del nuovo sistema il più presto possibile», in particolare nell'ottica del prossimo cambiamento d'orario del 10 dicembre.

Schärli ha anche affermato «che i problemi si riscontrano maggiormente in caso di perturbazioni, e non quando i treni circolano secondo orario». Da notare infine che l'inconveniente non riguarda l'impresa ferroviaria BLS, che, come afferma il portavoce Stefan Dauner, utilizza un programma diverso.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 07:35:17 | 91.208.130.85