SVIZZERA
31.07.2016 - 22:000

Primo d'agosto: 120 persone trasformano la festa in un incubo

Metà degli incidenti pirotecnici registrati in Svizzera ogni anni si concentrano durante la Festa Nazionale

BERNA - I fuochi d'artificio sono immancabili il primo di agosto. Ma per più di 120 persone ogni anno in Svizzera la festa si trasforma in un incubo: sono le vittime degli incidenti pirotecnici, dovuti soprattutto alla cattiva gestione. La Festa Nazionale ha triste primato per numero di incidenti: se ne concentrano la metà dei 250 registrati in Svizzera in dodici mesi.

Le ferite - Alcuni hanno conseguenze gravi, che possono portare anche alla morte, avverte l’Ufficio per la prevenzione degli infortuni alla vigilia del primo d’agosto. Due persone sono state uccise e cinque hanno riportato disabilità tra il 2010 e il 2014.  Più di quattro lesioni su dieci sono ustioni, il 42% alle mani e il 23% agli arti inferiori. Un quarto delle lesioni interessano l'udito e l'11% sono superficiali. Nel 7% dei casi si tratta di ferite aperte.

I soggetti a rischio - I ragazzi sono i più colpiti: il 37% delle vittime hanno fra i 20 e i 30 anni. L’11% aveva meno di 20 anni, mentre le persone dai 30 ai 40 anni rappresentano il 15%, il 24% hanno dai 40 ai 50 anni e le persone che hanno più di 50 anni sono il 13%, secondo i dati dell’Ufficio. Non sorprende che per l’85% si tratta di uomini.

3000 tonnellate di polvere - Circa 3.000 tonnellate di materiale esplosivo e 1.700 tonnellate di materiale pirotecnico e fuochi d'artificio vengono utilizzati in media ogni anno in Svizzera. Per evitare di passare la serata di festa nazionale in ospedale, l’Ufficio raccomanda di osservare le istruzioni e di farsi consigliato dal personale di vendita. Devono essere rispettate le distanze di sicurezza e il tutto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini. Importante è stare al di fuori delle case e di chiudere bene porte e finestre. Prima di gettare il materiale usato bisogna bagnarlo e aspettare almeno due ore per evitare rischi d’incendio.

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 05:06:38 | 91.208.130.87