ULTIME NOTIZIE Svizzera
VALLESE
18 min
Baby gang arrestata, ha commesso oltre 170 reati in sette mesi
Le accuse nei confronti dei nove giovani, tutti domiciliati nel Vallese centrale, sono innumerevoli.
VIDEO
SVIZZERA
42 min
Vaccino è il segno dell'anno per i sordi
La parola è stata scelta praticamente all'unanimità da coloro che hanno partecipato al sondaggio.
BASILEA CITTÀ
1 ora
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
2 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
BASILEA CITTÀ
2 ore
È nato un asino somalo allo Zoo di Basilea
La madre ha però faticato ad accettare l'arrivo della piccola, fino all'intervento degli specialisti
SVIZZERA
3 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
3 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
4 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Friborgo
13 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
15 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
VAUD
31.05.2016 - 11:350

Dipendenze Svizzera: l'ecstasy è tornata ad animare la vita notturna europea

Sono circa 2,1 milioni i giovani europei tra i 15 e il 34 anni che affermano di aver consumato MDMA nel corso dell'ultimo anno

LOSANNA - La Relazione europea sulla droga 2016, fresca di pubblicazione, conferma che l'ecstasy è tornata ad essere uno degli stimolanti preferiti dai festaioli di tutta Europa. Nella nuova pubblicazione, appena rielaborata, di Dipendenze Svizzera "In-dipendenze: ecstasy" si trova quello che occorre sapere sull'ecstasy e le cifre più recenti relative al suo consumo in Svizzera.

L'ecstasy (MDMA), diffusa sul mercato nero sotto diverse forme e con i nomi più disparati (XTC, E, X, Eve, MD, cala), non è più solo una droga di nicchia di alcune sottoculture, fa ormai parte della vita notturna di tutta Europa. Secondo il rapporto appena pubblicato dall'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) alcuni segnali indicano che l'ecstasy si starebbe diffondendo anche tra una nuova generazione di consumatori. Sono infatti circa 2,1 milioni i giovani europei tra i 15 e i 34 anni (ossia l'1,7% di questa fascia d'età) che affermano di aver consumato MDMA nel corso dell'ultimo anno. Rispetto ai rilevamenti precedenti, nove paesi su dodici hanno segnalato stime più elevate nel consumo di MDMA tra i giovani adulti.

E la Svizzera? In base ai dati disponibili in Svizzera, raccolti dalle indagini rappresentative sulla popolazione globale, si può concludere che la percentuale di persone sopra i 15 anni che ha già assunto ecstasy almeno una volta in vita sua è inferiore al 3%. Non bisogna però illudersi: in determinati gruppi di consumatori(2) l'uso di ecstasy è nettamente più diffuso. Questa sostanza fa ormai parte della cosiddetta "party culture" e, come dimostrano gli studi sulle acque di scarico, viene consumata soprattutto durante il fine settimana.

Nella sua recente pubblicazione rielaborata della serie "In-dipendenze"(3), Dipendenze Svizzera riassume quanto è importante sapere sull'ecstasy, i suoi rischi, le modalità d'assunzione le cifre relative al consumo e consiglia prudenza. L'esperienza, infatti, dimostra che negli ambienti interessati c'è un grande bisogno di informazioni sulle sostanze, i loro effetti e i loro rischi. Ciò rappresenta un'opportunità per la prevenzione.

Produzione in crescita

Secondo l'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, la recente avanzata dell'MDMA è legata ai nuovi metodi per ricavare la droga dalle materie prime o alle nuove procedure per produrla. Dopo che negli ultimi dieci anni si era registrato un calo della produzione di MDMA, ora ci sono segnali di un nuovo aumento.

Sia a livello europeo che nel nostro paese si è riscontrata una tendenza all'aumento della concentrazione di principi attivi nelle pillole di ecstasy, il che indica un cambiamento sul mercato delle droghe (a livello di produzione e di commercio), che però è difficile da dimostrare in assenza di strumenti adeguati per analizzare il mercato.

"Drug checking" È necessario ridurre i danni che potrebbero subire le persone che decidono di consumare ecstasy. A tale scopo, una misura potrebbe essere quella di testare le pasticche di ecstasy o le altre droghe ricorrendo a laboratori mobili o fissi (il cosiddetto "drug checking"), che ne determinino la composizione effettiva. In questo modo è possibile instaurare un dialogo con i consumatori e spiegare loro quali sono i rischi che corrono. Nella Svizzera tedesca il "drug checking" è già una realtà da alcuni anni a Zurigo e a Berna. Le cose stanno diversamente nella Svizzera francese e in Ticino, dove la discussione è ancora in corso.

Informazioni per i consumatori

www.saferparty.ch (D) www.nuit-blanche.ch (F) www.danno.ch (IT)

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 13:16:04 | 91.208.130.86