Foto 20 Minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
1 ora
Archiviato (in parte) il procedimento contro Simon Brandt
Proseguono invece le indagini sulle presunte violazioni commesse come consigliere comunale
SVIZZERA
1 ora
Borsa in forte calo nel giorno del primo contagio svizzero
Gli indici SMI e SPI hanno chiuso con perdite intorno al 2%
BULGARIA
2 ore
Andava in Siria con un arsenale, cinque anni di carcere per uno svizzero
L'uomo, originario di Suhr (AG), era stato arrestato a bordo di un veicolo 4x4 alla frontiera tra Bulgaria e Turchia
SVIZZERA
3 ore
TCS: «Tassare i veicoli in base alle emissioni di CO2»
Il Touring Club ginevrino deve raccogliere 5300 firme
SAN GALLO / GERMANIA
5 ore
Lince sangallese trasferita in Germania per il ripopolamento
È il quarto animale liberato nella foresta della Renania-Palatinato con questo scopo
SVIZZERA
6 ore
Euro sotto la quota di 1.06 franchi
La valuta elvetica si conferma un approdo sicuro in tempi travagliati.
SVIZZERA
7 ore
«La libera circolazione è vitale per l'economia»
Dopo i sindacati, contro l'iniziativa dell'UDC oggi sono scese in campo anche le piccole e medie imprese
TURGOVIA
8 ore
Porcile in fiamme, muoiono 160 maiali
Venti sono invece stati salvati. Nessuna persona è rimasta ferita
SVIZZERA
9 ore
Auto in fiamme, un morto a Lyssach
Il veicolo ha preso fuoco dopo essersi schiantato contro un muro
SVIZZERA
9 ore
L'inverno rientra dalla porta sul retro
Caldo da record ad inizio settimana, ma da mercoledì l'asticella dei gradi si abbasserà nuovamente, con neve in vista
TURGOVIA
9 ore
Arbonia, gli effetti straordinari pesano sulla redditività
La chiusura di tre stabilimenti ha inciso per 10 milioni di franchi
SONDAGGIO
SVIZZERA
9 ore
Ci piacciono le carte di credito, ma non ci fidiamo del contactless
Il mezzo di pagamento è comunque sempre più apprezzato dagli svizzeri, come mostra l'annuale indagine di bonus.ch
SVIZZERA
9 ore
Una microimposta sui pagamenti senza contanti
La propone un'iniziativa, la cui raccolta firme è iniziata oggi
VALLESE
10 ore
La truffa online che passa dalla carta prepagata
Dall'inizio dell'anno dei cybercriminali si sono intascati almeno 16'800 franchi ingannando diversi venditori privati
SVIZZERA
11 ore
Assistenti di volo in protesta: «Non vogliamo pernottare in Italia»
Il personale di cabina svizzero che si trova giornalmente a dover dormire a Milano non gradisce più questa situazione
BERNA
11 ore
Si schianta su un edificio e precipita
L'incidente è avvenuto venerdì a Belprahon. Il parapendista è deceduto ieri in ospedale
ZURIGO
17.05.2016 - 11:110
Aggiornamento : 13:47

Affittasi appartamento di 2 locali, 30mila chiamate in mezz'ora

Il caro affitti si fa sentire nella città sulla Limmat. Ora c'è chi chiede una procedura di candidatura più giusta

ZURIGO - Il caro affitti a Zurigo è una delle problematiche più sentite dai cittadini della metropoli svizzera. I prezzi dei canoni di locazione rappresentano una voce di spesa molto incisiva per molte economie domestiche. Un esempio giunge da un'inserzione apparsa negli scorsi giorni sul «Tagblatt» della città di Zurigo: due locali in Dorfstraße, quartiere di Wipkingen, 45 metri quadrati, doccia, box cantina, ripostiglio. Il tutto a «soli» 921 franchi al mese. Andrea Arezina, 32enne alla disperata ricerca di un appartamento (deve lasciare l'appartamento in condivisione), non ha voluto farsi sfuggire l'occasione.

Mezz'ora di tempo - C'è però un ostacolo non di poco conto sul suo cammino. L'unica possibilità di richiedere un appuntamento per poter visitare l'appartamento in affitto era limitata, avveniva soltanto telefonicamente, in un solo giorno, in questo caso lunedì scorso, dalle 14.00 alle 14.30. «Poiché sapevamo che sarebbe stato difficile riuscire ad ottenere un appuntamento, le mie amiche ed io abbiamo creato su WhattsApp un gruppo formato da cinque persone e abbiamo provato a telefonare», ha spiegato Arezina. Nonostante i suoi 139 tentativi fatti, il telefono è risultato sempre occupato.

«Procedura stupida» - Un lavoro di squadra che non è servito a centrare l'obiettivo. Né Arezina né le sue amiche sono riuscite a prendere la linea. «Una procedura stupida», ha dichiarato la socialista zurighese, che chiede l'introduzione di un formulario online. «Darebbe le stesse possibilità a tutti e a livello amministrativo risulterebbe di semplice attuazione», ha spiegato Arezina.

«Procedura in uso da anni» - Kuno Gurtner, portavoce dell'Ufficio che si occupa dell'amministrazione degli immobili di proprietà della Città di Zurigo, contattato da 20 Minuten, si dice consapevole della problematica e comprende la frustrazione di molti cittadini. «Qualche volta riceviamo delle lamentele a tal senso», ha dichiarato Gurtner, che spiega: «In questo specifico caso l'appartamento è ancora occupato e quindi usiamo questa procedura da anni».

Se si seguisse la stessa procedura usata per gli appartamenti vuoti avremmo in un breve lasso di tempo fino a 150 persone a girovagare nelle stanze dell'abitazione in affitto. «Questo non possiamo pretenderlo dagli inquilini che vivono ancora nell'appartamento», ha precisato Gurtner.

30mila chiamate alla centrale Swisscom in mezz'ora - Inoltre la telefonata faciliterebbe, sempre secondo il portavoce comunale, la procedura di scelta. In quella mezz'ora di tempo sono dai 30 ai 40 i candidati fortunati che riescono a superare il primo scoglio. Gurtner rivela che, durante quei 30 minuti, giungono fino a 30mila tentativi di chiamata alla centrale Swisscom.

«L'appartamento in affitto è soltanto uno» - L'Amministrazione dei beni immobili e degli edifici della Città di Zurigo sta valutando nuove strategie per migliorare le procedure di candidatura, tra cui rientra anche quella online. «Ma indipendentemente dalla procedura, le possibilità per il singolo candidato non aumentano. Non cambia niente se riusciamo a prendere in considerazione 150 candidature al posto di 35. Alla fine l'appartamento in affitto è sempre soltanto uno».

Un software per la candidatura online - Eppure c'è chi crede alla candidatura online. La Familienheim Genossenschaft (FGZ), la cooperativa che si occupa di consulenza e aiuto ai nuclei familiari zurighesi ha sviluppato un software che permette di elaborare i dati immessi attraverso degli algoritmi (numero di figli, ragione del trasloco, reddito) e stilare una graduatoria che faciliterebbe e renderebbe più trasparente il lavoro dell'Amministrazione dei beni immobili cittadina.

Commenti
 
Marco Poggioli 3 anni fa su fb
Se avreste letto l'articolo, avreste letto le risposte alle vostre domande ... ;)
Renny Crotti 3 anni fa su fb
Renny Crotti 3 anni fa su fb
Troppo lungo
Caterina Picciocchi 3 anni fa su fb
Guerino Scafuro
Michele Canosa 3 anni fa su fb
Affittano o regalano?! Ma per favore...non si sa più cosa scrivere per far notizia..
Franca Martinoli 3 anni fa su fb
E chi ha risposto alle 30mila chiamate? Avevano un centralino con 100 (minimo) linee telefoniche? Mah!
Mauro Vinci 3 anni fa su fb
Samantha
Samantha Ingraiti 3 anni fa su fb
Mizze!!!
Laura Trap 3 anni fa su fb
Chester Mo
Marco Strippoli 3 anni fa su fb
Gianluigi Tattoli
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 19:50:10 | 91.208.130.87