SC Kriens
Losanna
18:15
 
Winterthur
Sciaffusa
18:15
 
FORMULA 1
24.12.2015 - 07:000

Nessun colpevole per la morte di Bianchi: “Non è vero e i responsabili pagheranno”

Philippe Bianchi, padre di Jules, si è detto determinato a far condannare chi ha sbagliato: “Non ho niente da perdere”

NIZZA (Francia) – L’inchiesta aperta (e velocemente chiusa) dalla FIA, che ha sollevato la Formula 1 da ogni responsabilità sulla morte di Jules Bianchi, non è stata accolta da tutti con sollievo.

Le conclusioni alle quali è arrivata la Commissione preposta all'indagine non sono per esempio andate giù al padre del pilota. Parlando ad Auto Hebdo, Philippe Bianchi ha infatti tuonato: “C’è conflitto di interessi, ci sono dei responsabili e dovranno pagare in una maniera o nell’altra. Io ho perso Jules e non potrò più riaverlo indietro. Non ho niente da perdere se non la sua memoria e il rispetto che gli devo. Per questo motivo mi batterò con tutte le mie forze perché sia fatta giustizia”. 

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
gabola 4 anni fa su tio
Al di fuori della pista impadronanza del veicolo con qualche mese a piedi,è vero anche che il veicolo di soccorso in quel momento avrebbe anche potuto non essere li,magari c'era un commissario che stava aiutando il primo pilota o magari il pilota stesso,con i ma e con i se....sono disgrazie e una serie di conseguenze che hanno portato a un finale tragico,non fosse uscito...RIP
Homer_Simpson 4 anni fa su tio
C'erano esposte le bandiere gialle, avrebbe dovuto rallentare ma comprensibilmente ha voluto provare a recuperare dove altri (probabilmente) hanno rallentato, per esperienza posso dire che non tutti lo fanno! Colpa del mezzo di soccorso? Non l'avesse centrato sarebbe andato dritto contro le barriere, nei commissari di pista o medici. Comprendo la disperazione del padre, ma le corse automobilistiche sono anche questo lui lo sa!
Esse 4 anni fa su tio
Se decidi di allacciare il casco e sfrecciare dieci volte piu forte di quello che le tue gambe sanno fare te ne assumi il rischio e di riflesso lo condividi te tutti quelli voglio bene. Che poi, entrando nello specifico, il comportamento di qualcuno abbia avuto un ruolo nella sorte è poco rilevante. La decisione di mettere in pericolo la vita era gia stata presa ed evidentemente in maniera non condivisa.
Thor61 4 anni fa su tio
@Esse Sicuramente aveva messo in conto di poter morire durante la guida, ma nel suo caso c'era un mezzo di soccorso in pista e l'organizzazione non ha valutato per nulla i rischi che potevano sorgere (Tanto va tutto bene!!!) con tutte le conseguenze derivate e concluse con la morte di Bianchi, quindi un responsabile ESISTE il problema è come punirlo visto gli "Aggangi" di cui sono dotati questi personaggi. Saluti
KilBill65 4 anni fa su tio
Sono vicino al padre, anche io ho un figlio posso immaginare come puo' sentirsi, ha ragione se ci sono dei colpevoli e ' giusto che paghino!!.....Speriamo che un giorno ci sia giustizia!!...
Homer_Simpson 4 anni fa su tio
@KilBill65 Per me purtroppo il colpevole ha già pagato... con la vita :-(

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 18:11:44 | 91.208.130.85