Dinamo Zagreb
Rosenborg
21:00
 
Young Boys
Crvena Zvezda
21:00
 
Olympiakos Piraeus
Krasnodar
21:00
 
Dinamo Zagreb
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Rosenborg
Ultimo aggiornamento: 21.08.2019 20:13
Young Boys
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Crvena Zvezda
Ultimo aggiornamento: 21.08.2019 20:13
Olympiakos Piraeus
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Krasnodar
Ultimo aggiornamento: 21.08.2019 20:13
Keystone
RUSSIA 2018
14.06.2018 - 07:210
Aggiornamento : 11:55

Attenzione alle sorprese, la Russia rischia brutte figure...

Oggi, ore 17, scatta il Mondiale. Subito in campo i padroni di casa, opposti all'Arabia Saudita

MOSCA (Russia) - I primi calci al pallone del Mondiale si avranno nella sfida tra i padroni di casa e l'Arabia Saudita, in programma a Mosca alle 17.

Tra le due nazionali c'è un solo precedente: nell’ottobre del '93 la Russia perse 2-4. Difficile pensare però che gli arabi (al loro quinto Mondiale, miglior risultato gli ottavi a Usa '94) possano ripetersi, anche se il lavoro del tecnico argentino Juan Antonio Pizzi sta dando qualche frutto.

Andando a sbirciare alle gare inaugurali dei Mondiali, si scopre che l'almanacco è zeppo di sorprese. Solo fermandosi alla storia semi-recente si ricorderà che nell'82 l'Argentina perse col Belgio (0-1). Nell'86 l'Italia fu bloccata sull'1-1 dalla Bulgaria. Nel '90 ancora l'Argentina fu battuta dal Camerun. E nel 2002 la Francia fu messa sotto dal Senegal. I risultati delle amichevoli pre-mondiali non lasciano però spazio a troppi voli fantasiosi: sconfitta da Italia, Perù e Germania, l'Arabia sembra infatti destinata a fare da vittima sacrificale. Dal canto suo, pure la Russia non ha tuttavia brillato, accontentandosi di un pari con la Turchia (1-1). Occhio anche a un precedente singolare: già nel '98 nella fase a gironi l'Arabia incontrò il paese ospitante, ovvero la Francia. Perse sì (0-4), ma in quella gara fu espulso Zidane, che venne squalificato per due turni per una tacchettata sulla schiena di un avversario. “Sbaglio” da non imitare per i russi con il selezionatore Cherchesov che sa di essere sotto esame: «Tutti abbiamo sentito le critiche, è naturale - ha raccontato proprio il mister - siamo sotto esame e dovremo reagire. Io sono però a mio agio. Anche l'elogio è una critica, giusto? Vogliamo che l'opinione pubblica su di noi sia migliore dopo il primo incontro e proveremo a cambiarla con la nostra prestazione».

Commenti
 
skorpio 1 anno fa su tio
Bisogna anche vedere se Putin ha "parlato" con gli arbitri...
marcopolo13 1 anno fa su tio
@skorpio C'è il VAR e non credo si possa ripetere lo scandalo del 2002... Vedremo :)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 20:39:40 | 91.208.130.85