Bologna
1
Milan
3
2. tempo
(1-2)
WIN Jets
1
ANA Ducks
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
FLO Panthers
SJ Sharks
23:00
 
Bologna
SERIE A
1 - 3
2. tempo
1-2
Milan
1-2
BANI MATTIA
13'
 
 
 
 
15'
0-1 PIATEK KRZYSZTOF
 
 
21'
BENNACER ISMAEL
 
 
32'
0-2 HERNANDEZ THEO
 
 
40'
0-3 HERNANDEZ THEO
 
 
46'
0-4 BONAVENTURA GIACOMO
TOMIYASU TAKEHIRO
74'
 
 
PALACIO RODRIGO
77'
 
 
13' BANI MATTIA
PIATEK KRZYSZTOF 0-1 15'
BENNACER ISMAEL 21'
HERNANDEZ THEO 0-2 32'
HERNANDEZ THEO 0-3 40'
BONAVENTURA GIACOMO 0-4 46'
74' TOMIYASU TAKEHIRO
77' PALACIO RODRIGO
Venue: Stadio Renato Dall Ara.
Turf: Natural.
Capacity: 38,279.
History: 38W-38D-66W.
Goals: 157-221.
Age: 27,4-25,7.
Sidelined Players: BOLOGNA - Gary Medel (Yellow card suspension), Blerim Dzemaili (Muscle), Roberto Soriano (Knee), Mattia Bani (Muscle), Mitchell Dijks (Foot).
AC MILAN - Leo Duarte (Ankle).
VAR Video Referee.
Ultimo aggiornamento: 08.12.2019 22:21
WIN Jets
NHL
1 - 1
2. tempo
1-1
0-0
ANA Ducks
1-1
0-0
1-0 SCHEIFELE
9'
 
 
 
 
10'
1-1 SILFVERBERG
9' 1-0 SCHEIFELE
SILFVERBERG 1-1 10'
Ultimo aggiornamento: 08.12.2019 22:21
FLO Panthers
NHL
0 - 0
23:00
SJ Sharks
Ultimo aggiornamento: 08.12.2019 22:21
Keystone
ULTIME NOTIZIE Sport
STOP AND GO
18 min
Punti e fiducia (rinnovata): avanti con Kapanen. Ambrì tra sorrisi e rimpianti
In una settimana delicata, quella dove si decidevano le sorti del coach, il Lugano ha raccolto 6 punti. Tante note positive per i biancoblù (e qualche problema in powerplay). Il Berna si è risvegliato
SCI ALPINO
28 min
Tommy Ford... Gigante
A Beaver Creek lo statunitense ha vinto la sua prima gara di CdM davanti ai norvegesi Kristoffersen e Nestvold-Haugen. Nono Gino Caviezel
SCI ALPINO
1 ora
Gut-Behrami, altro boccone amaro. Corinne Suter sul podio
Il super G di Lake Louise è andato alla Rebensburg davanti all'italiana Delago e alla svittese. Solo 12esima la ticinese, attardata di 1''28
SCI ALPINO
3 ore
Ford comanda a Beaver Creek, out Odermatt
Lo statunitense è in testa dopo la prima manche del Gigante. Il migliore degli elvetici è Murisier, momentaneamente nono
BASKET
3 ore
Vince e convince il Massagno, cade il Lugano
Gli uomini di Gubitosa si sono imposti 91-77 sugli Starwings. Tigers ko sul parquet dello Swiss Central (107-102)
HCAP
3 ore
L’Ambrì mostra i muscoli e piega i Tori all’overtime
I biancoblù hanno superato 3-2 lo Zugo grazie ad una prova di sacrificio e carattere. Decisiva la rete di Zwerger al supplementare
SUPER LEAGUE
4 ore
San Gallo da sballo. Fanno la voce grossa anche Servette e Basilea
In trasferta i biancoverdi, terzi a -2 dalla capolista YB, hanno piegato 4-1 il Thun. I granata hanno liquidato lo Zurigo (5-0), mentre i renani hanno strapazzato il Sion (4-0)
HCL
19.10.2017 - 07:000
Aggiornamento : 23:18

«Cercherò di indossare il più possibile la maglia del Lugano»

Il difensore ticinese Massimo Ronchetti si è espresso in merito al rinnovo di due anni ottenuto con i bianconeri

LUGANO - Nella giornata di ieri - mercoledì 18 ottobre - il Lugano ha comunicato di aver prolungato di due anni il contratto di Massimo Ronchetti. 

Il difensore ticinese resterà quindi alla Resega almeno fino al termine della stagione 2019/2020. «Sono molto felice», ha esordito proprio Ronchetti. «Sono nato e cresciuto a pochi minuti dalla Resega ed è sempre stato il mio sogno vestire la maglia bianconera».

Dopo essersi formato a Lugano e aver esordito nella massima serie con i ticinesi, il 25enne aveva girovagato fra Davos, Ajoie, Turgovia e Langnau, dopodiché era ritornato all'ovile nel 2016. «Devo ringraziare la società che ha avuto fiducia in me dandomi una seconda possibilità. Posso dire di aver sfruttato al meglio le stagioni oltre Gottardo - imparando tanto sia a livello umano sia sportivo - e quando sono tornato alla Resega mi sentivo pronto per affrontare questa nuova sfida. Penso di essermi guadagnato la fiducia della società e dello staff tecnico».

Come hai vissuto questo inizio di stagione con la pressione di essere in scadenza di contratto? «Ogni giocatore ha il suo carattere e vive di conseguenza questo tipo di situazione a modo suo, anche se è normale iniziare il campionato con qualche pensiero in più. Ero consapevole di dover disputare una buona stagione, ma ho cercato di non pensarci troppo e di concentrarmi solo sul gioco: alla fine è andato tutto per il verso giusto».

Il Lugano aveva recentemente rinnovato diversi difensori e nei giorni scorsi ha anche trovato l'accordo con Loeffel. Non hai avuto timore che la società potesse prendere un'altra decisione? «Ho sempre avvertito la fiducia da parte di tutto l'ambiente ed era già da qualche settimana che discutevamo un eventuale rinnovo. Ovviamente un pizzico di preoccupazione c'è stata, perché finché non c'è la firma non si può mai sapere cosa riserva il futuro. Diventare una bandiera bianconera? È il mio obiettivo, anche se devo continuare a lavorare e crescere ulteriormente. Cercherò di indossare il piu possibile questa maglia».

La politica della società di puntare sui ticinesi adottata qualche anno fa, dunque continua... «Il gruppo è composto da una decina di ragazzi che sono stati formati nel nostro settore giovanile e trovo che sia importante avere un nucleo di giocatori legati al territorio. Questo crea una vera identità nello spogliatoio e di conseguenza un ottimo spirito di squadra».

 

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 22:23:56 | 91.208.130.87