Keystone
HCL
19.10.2017 - 07:000
Aggiornamento : 23:18

«Cercherò di indossare il più possibile la maglia del Lugano»

Il difensore ticinese Massimo Ronchetti si è espresso in merito al rinnovo di due anni ottenuto con i bianconeri

LUGANO - Nella giornata di ieri - mercoledì 18 ottobre - il Lugano ha comunicato di aver prolungato di due anni il contratto di Massimo Ronchetti. 

Il difensore ticinese resterà quindi alla Resega almeno fino al termine della stagione 2019/2020. «Sono molto felice», ha esordito proprio Ronchetti. «Sono nato e cresciuto a pochi minuti dalla Resega ed è sempre stato il mio sogno vestire la maglia bianconera».

Dopo essersi formato a Lugano e aver esordito nella massima serie con i ticinesi, il 25enne aveva girovagato fra Davos, Ajoie, Turgovia e Langnau, dopodiché era ritornato all'ovile nel 2016. «Devo ringraziare la società che ha avuto fiducia in me dandomi una seconda possibilità. Posso dire di aver sfruttato al meglio le stagioni oltre Gottardo - imparando tanto sia a livello umano sia sportivo - e quando sono tornato alla Resega mi sentivo pronto per affrontare questa nuova sfida. Penso di essermi guadagnato la fiducia della società e dello staff tecnico».

Come hai vissuto questo inizio di stagione con la pressione di essere in scadenza di contratto? «Ogni giocatore ha il suo carattere e vive di conseguenza questo tipo di situazione a modo suo, anche se è normale iniziare il campionato con qualche pensiero in più. Ero consapevole di dover disputare una buona stagione, ma ho cercato di non pensarci troppo e di concentrarmi solo sul gioco: alla fine è andato tutto per il verso giusto».

Il Lugano aveva recentemente rinnovato diversi difensori e nei giorni scorsi ha anche trovato l'accordo con Loeffel. Non hai avuto timore che la società potesse prendere un'altra decisione? «Ho sempre avvertito la fiducia da parte di tutto l'ambiente ed era già da qualche settimana che discutevamo un eventuale rinnovo. Ovviamente un pizzico di preoccupazione c'è stata, perché finché non c'è la firma non si può mai sapere cosa riserva il futuro. Diventare una bandiera bianconera? È il mio obiettivo, anche se devo continuare a lavorare e crescere ulteriormente. Cercherò di indossare il piu possibile questa maglia».

La politica della società di puntare sui ticinesi adottata qualche anno fa, dunque continua... «Il gruppo è composto da una decina di ragazzi che sono stati formati nel nostro settore giovanile e trovo che sia importante avere un nucleo di giocatori legati al territorio. Questo crea una vera identità nello spogliatoio e di conseguenza un ottimo spirito di squadra».

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 14:05:07 | 91.208.130.86