Keystone
ULTIME NOTIZIE Sport
NATIONAL LEAGUE
15 min
Carica a Jörg: tre turni (e 5'300 franchi di multa) a Maxim Noreau
Il 32enne canadese dello Zurigo è stato sanzionato per la carica alla testa portata nei confronti dell'attaccante bianconero
MAGADINO
1 ora
Mini-camp gratuito per la tecnica individuale
Il Team Allievi del presidente Franco Camaidoni promuoverà tre giorni insieme a Marco Capparella e il K7
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Kessler, Bienne-Davos andata e ritorno
Terminato il prestito al Bienne, il 23enne attaccante tornerà a giocare per Christian Wohlwend. Da maggio e per 2 anni sarà però a tutti gli effetti padrone di casa alla Tissot Arena
HCAP
2 ore
Conz fuori fino al 2020
Procuratosi uno stiramento all'adduttore, il portiere dell'Ambrì rimarrà ai box per tre-quattro settimane
SWISS LEAGUE
3 ore
Lemm appende i pattini al chiodo
Il 35enne attaccante del Kloten chiuderà la carriera al termine della corrente stagione
HCAP
3 ore
Avvicinarsi alla linea: questo l'obiettivo dell'Ambrì a Davos
Questa sera la squadra di Luca Cereda sarà impegnata nei Grigioni per dar seguito al bel successo di domenica sullo Zugo
LNAH
6 ore
Laporte nella Lega dei “cattivi”: «Una volta era peggio della boxe»
Dopo oltre trent’anni in Europa - da giocatore prima, da allenatore poi -, l'head coach è tornato in Canada e guida i Rivière-du-Loup 3L: «Un grande cambiamento, ma c'è una buona qualità di vita»
UDINE
15 ore
«Il cuore dice Svizzera, ma faccio anche il tifo perché l'Italia vinca l'Europeo»
L’addio al Sion e la ricerca di una nuova sfida, Valon Behrami si racconta: «Ora sono a Udine e mi sto allenando. Voglio un club dove poter lavorare, l’importante è un progetto vero»
HCL
17 ore
Niklas Schlegel in arrivo a Lugano?
L'attuale portiere del Berna potrebbe affiancare Zurkirchen per il prosieguo di campionato
SERIE B
19 ore
Tramezzani per risollevare il Livorno
L'ex tecnico del Lugano ripartirà dalla B italiana e sostituirà l'esonerato Roberto Breda
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Friborgo, Kamerzin rinnova
Il difensore 31enne ha esteso il suo contratto con i Dragoni fino al 2022
NAZIONALE
19 ore
Karrer prende il posto di Guerra
Nazionale: il difensore del Ginevra sostituirà il ticinese alla Natur Energie Challenge
NATIONAL LEAGUE
22.09.2017 - 06:550
Aggiornamento : 13:49

Pestoni: «Le origini non si dimenticano, le emozioni non cambieranno mai»

L'attaccante è atteso domani alla Valascia con i suoi Lions: «Voglio fare dei passi avanti rispetto allo scorso campionato, sul ghiaccio mi sento bene. Ambrì? La squadra è energica e pattina molto»

ZURIGO - Prima il duello all’Hallenstadion con il solido Bienne di McNamara, poi la trasferta alla Valascia contro un Ambrì affamato di punti: lo Zurigo di Hans Wallson, fin qui poco brillante e reduce da due ko filati, affila gli artigli in vista degli impegni del weekend. Inti Pestoni, alla sua seconda stagione in terra zurighese ma rimasto profondamente legato ai colori biancoblù, ci ha parlato dell’inizio di stagione dei Lions (8 punti in 5 match) e della sfida in programma domani contro la sua ex squadra.

«Il nostro campionato è iniziato così così, pur avendo vinto le prime 3 partite non siamo mai stati in grado di giocare come vogliamo realmente - spiega l’attaccante ticinese - Sappiamo di dover lavorare ancora tanto e migliorare, ma il potenziale c’è e non ci possiamo nascondere. Il campionato è molto equilibrato, se vogliamo raggiungere obiettivi importanti starà a noi cercare di giocare molto meglio di come stiamo facendo».

Dopo due stagioni chiuse con il ko nel primo turno dei playoff, la società pretende qualcosa in più... «L’obiettivo, dopo le eliminazioni patite nei quarti delle ultime due stagioni, è quello di arrivare perlomeno alle semifinali». Per farlo i Lions potranno contare su un Pettersson in più, vero sniper che a Lugano - prima della parentesi deludente in KHL -, aveva collezionato 71 reti in 140 partite. «Lo scorso anno, specialmente nei playoff, si è visto che ci è mancato un vero cecchino. Ora c’è Pettersson che si sta confermando uno scorer: dal punto di vista realizzativo ci potrà dare una grossa mano. Certo anche quando segna uno o due gol noi non possiamo incassarne 3… tutti devono lavorare meglio difensivamente e aiutare maggiormente i portieri».

Domani il calendario dei Lions “dice” Ambrì, avversario da affrontare alla Valascia. Un match che per Inti resta emozionante e speciale. «Contro l’Ambrì non è e non sarà mai una partita qualunque. Tornare alla Valascia è sempre speciale, le origini non si dimenticano, per me sarà un po’ come giocare a casa. Anche con il passare degli anni non cambieranno mai le emozioni che provo».

Lo scorso 11 novembre - con un Ambrì contestato dalla Sud e in grossa difficoltà -, Pestoni, praticamente “ignorato” dai suoi ex tifosi, era tornato alla Valascia da avversario per la prima volta (il 21 gennaio la seconda). Sabato ti aspetti un’accoglienza un po’ più “calorosa”? «Non mi aspetto nessuna accoglienza particolare. Lo scorso anno avevano altri problemi, altro a cui pensare piuttosto che alla mia situazione. Ora ho visto un grande ambiente alla Valascia, in cui è davvero bello giocare, spero che ci sia anche sabato».

Rispetto allo scorso campionato in casa biancoblù sono cambiate molte cose. Inti, da fuori, come vedi il nuovo corso biancoblù? «Non ho ancora potuto guardare una partita intera, ma Cereda mi ha allenato negli juniori e lo conosco bene: è un ottimo allenatore. Porta energia ed è bravo con i giovani, penso che insieme a Duca possa far bene. La squadra sta rispondendo in maniera positiva e fin qui mi sembra che sia sempre rimasta in partita contro ogni avversario. Penso sia un buon passo avanti. Andando avanti potranno ancora migliorare».

Domani sera quindi per voi sarà dura… «Assolutamente. Vedo nell’Ambrì un gruppo molto aggressivo, che pattina tanto: per noi è difficile giocare contro squadre del genere».

A livello personale cosa ti aspetti dalla stagione 2017/18? «Sicuramente voglio fare un passo avanti rispetto al campionato scorso (8 reti e 5 assist in 45 partite, ndr). In estate ho lavorato bene e penso di essere sulla buona strada. Sul ghiaccio mi sento molto meglio, ora però si tratta di dimostrarlo in partita», conclude il 26enne attaccante ticinese.

Commenti
 
sergejville 2 anni fa su tio
A parte le origini, Pestoni? Mah.
El Jardinero 2 anni fa su tio
Buon rientro a casa!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 13:54:56 | 91.208.130.85