Seattle Kraken
1
PIT Penguins
6
fine
(0-3 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
4
LA Kings
0
fine
(0-0 : 2-0 : 2-0)
Seattle Kraken
1
PIT Penguins
6
fine
(0-3 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
4
LA Kings
0
fine
(0-0 : 2-0 : 2-0)
keystone-sda.ch (LAURENT GILLIERON)
+7
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SERIE A
8 ore
Vince l'Empoli, pareggia il Torino
I toscani si sono imposti 3-1 sull'Udinese, 1-1 alla Sardegna Arena
NATIONAL LEAGUE
9 ore
«Siamo ancora un po’ troppo “straniero-dipendenti”»
Con Jan Cadieux il Ginevra è tornato in carreggiata «Pre-playoff? In condizioni "normali" non possiamo restarne fuori».
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Kristian Pospisil a Davos fino al termine della stagione
Nuovo straniero per i grigionesi
HCL
12 ore
3G o 2G? «Non vorremmo fare distinzioni»
Domani potrebbe cadere la decisione della Lega in merito alle modalità con cui si entrerà in pista.
NATIONAL LEAGUE
15 ore
All'Ambrì mancano i punti degli stranieri. Lugano? Adesso è più solido
Venerdì 10 dicembre è in programma il quinto derby stagionale alla Gottardo Arena (ore 19.45).
SERIE A
18 ore
Arrestato Massimo Ferrero
Il presidente è finito in manette per reati societari e bancarotta. Club non coinvolto.
NATIONAL LEAGUE
20 ore
Bachofner torna allo Zurigo
L'attaccante 25enne, attualmente in forza allo Zugo, tornerà ad indossare la maglia del Lions.
SERIE A
1 gior
Cuadrado-Dybala: la Juventus vola
La Vecchia Signora ha piegato la resistenza del Genoa con il punteggio di 2-0.
SCI ALPINO
1 gior
Beaver Creek: troppo vento, tutti a casa
Inutili 90' di rinvii: troppo vento: niente gara sulla Birds of Prey
FORMULA 1
1 gior
Botti, penalità e polemiche: alla fine gode Hamilton
Hamilton primo su Verstappen in Arabia Saudita. Piloti appaiati in classifica, si decide tutto ad Abu Dhabi
SWISS LEAGUE
1 gior
Rockets sconfitti in rimonta
I rivieraschi, avanti al 21' con Tschumi, hanno perso 4-1 in casa del Langenthal.
SUPER LEAGUE
21.10.2021 - 11:040
Aggiornamento : 22:52

Tramezzani, dall'Arabia Saudita all'atto III: «Non so se sia il destino, ma sono felice»

Il mister, dopo le esperienze in Croazia e Arabia Saudita, ha riabbracciato il Sion: «Club speciale per tanti motivi».

«Obiettivi? Constantin mi conosce e sa cosa aspettarsi. Condividiamo la speranza che il Sion possa vivere una stagione positiva, dopo anni difficili. Croci-Torti? Storie che fanno bene al calcio».

SION - Dai quasi 40 gradi di Harmah al clima decisamente più fresco del Vallese, dove è tornato per rilanciare il Sion dopo l'allontanamento di Walker. Il terzo atto della storia tra Paolo Tramezzani e i biancorossi è iniziato con una sconfitta beffarda contro la capolista Basilea, ma, considerando la prestazione, i primi segnali sono indubbiamente positivi.

«Sicuramente in queste settimane ho cambiato abiti, rispolverando quelli più pesanti... - esordisce divertito Paolo Tramezzani, mister ex Lugano - In Arabia Saudita ci allenavamo ancora alle otto di sera con quasi 40 gradi, rispettando anche gli orari di preghiera. Qui è un po' differente, lo sbalzo è notevole... (ride, ndr)».

Un po' tutti, società inclusa, hanno parlato di atto III. Tornare era nel tuo destino? Era rimasto qualcosa di incompiuto dopo salvezza raggiunta nel 2020?
«Non so se sia il destino, ma Sion per me è ormai sinonimo di casa. Lo è stato nelle prime due esperienze e lo è ancora. So che è anomalo tornare a sedere per la terza volta sulla stessa panchina, ma sono felice che sia accaduto».

È stato facile accettare e fare le valigie per tornare in Svizzera?
«All'inizio è stato difficile perché stavo vivendo una bella esperienza con l'Al-Faisaly. La squadra stava ottenendo dei bei risultati e non c'erano le premesse per separarsi. Eravamo tutti contenti. Poi però è arrivato il Sion ed è qualcosa di speciale, proprio per i motivi spiegati prima».

Col Basilea siete rimasti a mani vuote, ma la prestazione c'è stata.
«Ho visto subito tanta applicazione e una squadra viva, il bilancio è positivo. Si arrivava da alcuni ko pesanti che avevano suscitato qualche insicurezza. Sapevamo poi di incontrare un avversario molto forte. Anche per questo ho cercato di infondere fiducia e coraggio. Devo dire che dal campo ho avuto delle belle risposte. Mi dispiace per i ragazzi perché meritavano un risultato positivo, ma continuando così i punti arriveranno di conseguenza. Bisogna solo continuare a lavorare».

Col presidente Constantin, prima della stretta di mano, avete fissato degli obiettivi?
«Mi conosce e sa bene cosa aspettarsi. Non serve che mi chieda il raggiungimento di determinati obiettivi, perché sa già le mie intenzioni e quello che pretendo dai ragazzi. Condividiamo la speranza che il Sion possa fare una stagione positiva, dopo tanti anni difficili. Vogliamo vivere una bella annata e giocare un bel calcio, a prescindere dalla specifica posizione di classifica. Vogliamo anche riaccendere il sentimento dei tifosi. Pensare a un obiettivo preciso rischia solo di schiacciarti».

Dopo le esperienze in Croazia con l'Hajduk Spalato e in Arabia Saudita, che allenatore è tornato?
«Un mister che ha imparato tanto. Sono state esperienze importanti e professionalmente positive. Se non conosci l'Hajduk e non lo vivi da vicino, non puoi immaginarti cosa rappresenti questo club. Con l'Al-Faisaly è stato diverso, ma molto bello. Sono esperienze che ti completano e arricchiscono, anche al di là dell'aspetto calcistico».

Ultime battute sul Lugano e la promozione di Croci-Torti.
«Queste sono storie che fanno piacere e fanno bene al calcio. Di Mattia ho sempre apprezzato l'impegno, la competenza e l'umiltà di fare tutta la gavetta. Non mi sorprende che ora abbia ricevuto la fiducia della società. Nelle prime partite si è dimostrato bravo e competente, senza accusare il cambio di ruolo. Merita di essere lì e sono contento per lui».

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Genchi 67 1 mese fa su tio
Tranquillo non rimani molto buffone
cle72 1 mese fa su tio
@Genchi 67 Perché buffone? A Lugano ha fatto bene? Possiamo discutere di come se ne andato, ma questo è il calcio. Definirlo buffone mi sembra fuori luogo, se no dovresti definire tutti buffoni dam calcio all hockey
Genchi 67 1 mese fa su tio
@cle72 Buffone per il modo che si pone ,vuole fare il genio ma ma non può permettermelo quindi sarebbe meglio tenere un profilo basso
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 07:28:27 | 91.208.130.89