keystone-sda.ch (LUCA ZENNARO)
+2
SERIE A
02.08.2020 - 13:500
Aggiornamento : 03.08.2020 - 11:36

«Ci sono state palate di m**** su me e i giocatori»

Nonostante il secondo posto, Conte è una furia e attacca la società: «Zero protezione. Farò le mie valutazioni»

MILANO - Secondo posto, 82 punti e tutti felici? Macché. In casa Inter sono ore intense, con il duro sfogo di Antonio Conte - letteralmente scatenato dopo il successo sull'Atalanta - che ha fatto molto rumore. «Non mi piace affatto la gente che sale sul carro - ha commentato il tecnico, criticando i vertici societari senza tanti giri di parole - La gente sul carro deve starci sempre, nei momenti positivi e negativi: qui all'Inter non è successo. Siamo stati trattati male sia io che i giocatori. Qui nessuno è scemo, uno il parafulmine lo fa il primo anno, ma non il secondo. Perseverare è diabolico».

Il mister, in particolare, si è sentito poco protetto e nel mirino della critica nei momenti complicati. «Spesso ci sono state palate di m**** su me e i calciatori, nessuno ci ha difeso. In Europa poi Dio vede e provvede. Io ho le idee chiare e una visione sul lungo termine a differenza di altri. C'è un percorso da fare, se c'è voglia di portarlo avanti insieme bene... Sono stato chiamato qui per un progetto vincente e a fine stagione dirò quello che non mi è andato bene».

Alla fine la sua Inter ha chiuso a -1 dalla Juve, che però nelle ultime giornate ha "mollato" spostando il focus sulla Champions. «Un punto? In realtà il gap è molto più ampio. Quando lo vuoi ridurre devi essere forte in campo e soprattutto fuori. A bocce ferme faremo le nostre valutazioni, ci sarà modo di parlare anche con il presidente che però è in Cina, quindi...». Insomma un Conte al veleno a pochi giorni dall'importante sfida di Europa League col Getafe.

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (Tano Pecoraro)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Heinz 1 sett fa su tio
Si peró ci sa fare come allenatore. Anche Mourinho era indigesto, peró un'inter vincente come quella la non si é piú vista (purtroppo)
Zarco 1 sett fa su tio
Da interista, che uomo odioso
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 19:54:06 | 91.208.130.86