ULTIME NOTIZIE Sport
NATIONAL LEAGUE
20 min
Carica su Bertaggia: quattro giornate a Rod
L'attaccante del Ginevra si era reso protagonista di una pericolosa carica ai danni del bianconero
CALCIO
1 ora
Derdiyok sceglie l'Uzbekistan
L'attaccante elvetico, accostato anche al Lugano, ha firmato per il Pachtakor Tashkent
SCI ALPINO
1 ora
Pinturault sfiora la rimonta: la combinata di Wengen va a un super Mayer
Il francese si avvicina all'austriaco, ma alla fine è dietro di sette centesimi
CALCIO
1 ora
Novoselskiy fa marcia indietro
L'imprenditore russo ha deciso di uscire dal comitato del Team Ticino e diminuire l'apporto economico nei confronti della sezione giovanile del Lugano
CALCIO
3 ore
Facchin da Chiasso a Bellinzona
Il giocatore lascia il club momò per passare ai granata in prestito
SCI ALPINO
4 ore
Combinata di Wengen: Mayer imprendibile
Nella discesa, prima manche della prova, l'austriaco ha preceduto il nostro Roulin. Grande bagarre per il successo finale
SWISS LEAGUE
4 ore
«Razzi a Lugano? Sarà speciale trovarmi dietro la transenna»
Sébastien Reuille, assistant coach dei Rockets, lancia la sfida contro i GCK Lions: «È una partita da non sbagliare, ci servono punti: l'obiettivo è lasciare l'ultimo posto. Squires? Valore aggiunto»
TENNIS
7 ore
Niente Australian Open per Stefanie Vögele
L'elvetica è stata battuta nell'ultimo turno di qualificazione dalla rumena Niculescu
HCL
7 ore
Simulazione di Lammer: multato
L'attaccante bianconero ha ricevuto un'ammenda di 2'000 franchi, l'episodio è avvenuto sabato scorso a Davos
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Pelletier e Cereda cercano conferme
Il Lugano affronterà Langnau e Zurigo, mentre l'Ambrì Zugo e Bienne
SUPER LEAGUE
26.04.2019 - 16:000
Aggiornamento : 27.04.2019 - 11:34

«A Lugano sto benissimo e lavoro con il sorriso»

Il coach del Lugano Fabio Celestini si è espresso in merito alla trasferta allo Stade de Suisse: «Proveremo a guastare la festa all'YB, vogliamo tenere il quarto posto»

LUGANO - Nella giornata odierna - venerdì 26 aprile - ha avuto luogo a Cornaredo la consueta conferenza stampa pre-partita del Lugano. I bianconeri affronteranno lo Young Boys in occasione della 31esima giornata di Super League.

Ricordiamo che la truppa di Celestini ha sempre perso nei tre precedenti scontri diretti con i bernesi e non ha mai realizzato una rete. «Speriamo che sia la volta buona. Negli ultimi due confronti ci siamo andati molto vicini», è intervenuto il tecnico vodese. «Ce la metteremo tutta e proveremo a guastare la festa all'YB, anche se giocare in casa loro non sarà semplice. Nonostante si siano già laureati campioni svizzeri, i bernesi vorranno sicuramente riscattare la sconfitta patita contro lo Xamax».

Ci sono novità nella formazione? «Tranne Covilo, Macek, Piccinocchi e Janko ho a disposizione il gruppo al completo. Bottani? Non ha ancora i 90' nelle gambe, soprattutto per un match così delicato che si gioca oltretutto su un campo sintetico. Ciò non toglie che lui sia un giocatore importantissimo sia per me che per la squadra: per noi è uno dei leader di gioco. Ho quattro attaccanti molto preziosi che quando scendono in campo svolgono benissimo il loro lavoro, sono soddisfatto e a Zurigo hanno anche giocato tutti e quattro insieme».

Il Lugano non perde da otto partite, dove ha colto tre vittorie e cinque pareggi... «Vogliamo continuare la striscia positiva e siamo motivati a mantenere il quarto posto. L'ideale sarebbe segnare subito e ovviamente riproporre l'atteggiamento visto in campo settimana scorsa contro lo Zurigo, dove tutti i ragazzi hanno svolto un grandissimo lavoro. Da qui alla fine dobbiamo conquistare più punti possibili di modo da poterci avvicinare ulteriormente a quegli obiettivi che soltanto qualche mese fa sembravano irraggiungibili. Con l'YB abbiamo sempre perso quest'anno, malgrado meritassimo qualcosina in più, per questo motivo cercheremo di prenderci la nostra rivincita. Ci giochiamo tantissimo e non solo a livello di società e di squadra, ma anche a livello individuale. Alcuni hanno la necessità di mettersi in mostra e vogliono fare il salto: questo è il momento giusto per farlo».

Ma qual è l'obiettivo di Celestini per quanto riguarda la sua carriera di allenatore? «Il mio obiettivo è quello di crescere costantemente. Sono felice dei progressi che ho fatto in questi ultimi tre anni, da Losanna a Lugano, visto che sono migliorato molto sotto diversi aspetti. Mi piacerebbe continuare in questa direzione e poi sono le opportunità che permettono a chiunque di fare carriera. A Lugano sto benissimo e lavoro con il sorriso. Sogno nel cassetto? Allenare nella Liga, magari il Getafe, dove ho trascorso un'esperienza indimenticabile da calciatore». 

Commenti
 
Indira69 8 mesi fa su tio
Rinnovo?a giugno ci potrebbe essere un passaggio di proprietà,il possibile nuovo azionista di maggioranza potrebbe avere,come lecito,una sua strategia già pianificata.Se Renzetti cede la maggioranza,il suo "deus ex machina" decade.La permanenza di Celestini a Lugano é tutta da scrivere.
Loki 8 mesi fa su tio
Speriamo rimanga! Un allenatore può sempre sbagliare e magari nn centrare un obiettivo, ma un personaggio così positivo e sicuro non l’avevamo da tempo! Tienitelo stretto Angelo!
Zarco 8 mesi fa su tio
@Loki Beh , primo obbiettivo salvezza vicina ....resto non mi interessa! Pertanto rinnovo senza se e ma!
Zarco 8 mesi fa su tio
Mi piace come tipo!
Mino Gabo 8 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-17 16:35:19 | 91.208.130.86