keystone-sda.ch (Javier Etxezarreta)
+2
SPAGNA
23.09.2021 - 12:150
Aggiornamento : 13:13

«Nessuno è al sicuro dal politically correct»

Il contrattacco di Johnny Depp alla “cancel culture” durante la sua premiazione al San Sebastian Film Festival

SAN SEBASTIAN - Da stella di Hollywood e fra i più pagati a paria a causa della querelle, legale e non, per le presunte violenze domestiche ai danni dell'ormai ex-moglie Amber Heard.

Johnny Depp, che ha di recente dovuto rinunciare al suo ruolo nell'ultimo episodio del potteriano “Animali Fantastici”, ha voluto un po' sfogarsi ritirando un premio alla carriera al San Sebastian International Film Festival: «Penso che il politically correct stia un po' esagerando», ha confermato ai media.

«È una situazione molto complicata», ha continuato l'attore 58enne, «questa cosa della "cancel culture", questi giudizi affrettati basati solo su poco più che aria sporca... È fuori controllo, tanto che - posso assicurarvi - nessuno è al sicuro. Nemmeno voi, basta una frase sbagliate e sei a terra, ti tolgono il tappeto da sotto i piedi... E non riguarda solo me, anche donne, ragazzi e ragazze. Tanto che iniziamo a pensare che sia normale, ma non lo è».

La decisione del festival spagnolo di premiare Depp, era stata fortemente criticata dall'Associazione delle registe spagnole (Olffi): «Questo dà un'immagine molto negativa del festival e della sua direzione e trasmette un terribile messaggio al pubblico: “Non importa se sei un molestatore fintanto che sei un bravo attore”», aveva commentato all'Associated Press la presidente Cristina Andreu.

keystone-sda.ch / STR (Alvaro Barrientos)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 23:27:23 | 91.208.130.86