ROTPUNKTVERLAG
Esce oggi nelle librerie "Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi".
ULTIME NOTIZIE People
SVIZZERA
4 ore
Melanie Winiger si è separata dal marito
«Sono ancora buoni amici» ha confermato un portavoce dell'attrice ticinese
STATI UNITI
6 ore
Due documentari e un'udienza: è la settimana di Britney Spears
Non solo "Britney vs. Spears": annunciata a sorpresa l'uscita di "Controlling Britney Spears"
ITALIA
8 ore
Al Bano nonno tris
In tv la gioia del cantante, la figlia Cristel ha partorito
STATI UNITI
10 ore
Chris Pratt e Jack Black, voci stellari per il nuovo film su Super Mario
La realizzazione del lungometraggio animato vedrà la partecipazione di grandi nomi di Hollywood
STATI UNITI
13 ore
Preoccupazione per Tom Felton, l'attore di Draco Malfoy colpito da un malore
Il 34enne stava partecipando ad un evento golfistico nel Wisconsin
CANTONE
15 ore
Doppio live per The Vad Vuc... in pre-order
Raccoglie i brani del concerto-evento al Teatro Sociale di Bellinzona del 25 e 26 settembre 2020
CANADA
1 gior
Linda Evangelista sfigurata da un intervento estetico
La top model sta facendo i conti con un raro effetto collaterale
People
1 gior
È morto Roger Michell, regista di Notting Hill
Non sono note le cause del decesso. La notizia è stata diffusa dalla famiglia
ITALIA
1 gior
Il «grande passo» di Federica Pellegrini: nozze o bebè?
Novità in arrivo per la fuoriclasse del nuoto e il partner Matteo Giunta
ITALIA
1 gior
Elodie e la storia con Marracash: «Stimolante e faticosa»
La cantante ha ammesso che deve impegnarsi molto nella relazione con il rapper
FOTO
SPAGNA
1 gior
«Nessuno è al sicuro dal politically correct»
Il contrattacco di Johnny Depp alla “cancel culture” durante la sua premiazione al San Sebastian Film Festival
STATI UNITI
1 gior
Addio a Melvin Van Peebles, «l'uomo rinascimentale»
L'icona del cinema afroamericano aveva 89 anni
CANTONE
1 gior
Quel "Rito di passaggio" che porta nel futuro
Esce oggi nelle librerie il romanzo d'esordio del fotografo e regista Alessio Pizzicannella
CANTONE
1 gior
"Dèjà vu", quei rovelli che tornano ancora, e ancora, e ancora...
Il singolo di Pilar Vega anticipa la pubblicazione del suo primo Ep, in uscita a fine ottobre
PRINCIPATO DI MONACO
2 gior
Elisabetta Gregoraci in lacrime per il trasloco
«Ovviamente i cambiamenti all’inizio spaventano, però poi sono sempre ben accetti perché arrivano sempre cose belle»
ITALIA
2 gior
Damiano dei Måneskin nudo su Instagram: la reazione di Giorgia Soleri
Il cantante ha postato una foto hot scatenando l’ironia della partner 
Stati Uniti
2 gior
L'attore di "Sex and the City" Willie Garson è morto a 57 anni
La conferma arriva dai famigliari. Non ci sono informazioni riguardanti la causa del decesso
CANTONE
2 gior
Una compilation con i talenti ticinesi ancora da scoprire
Il progetto nasce dalla collaborazione tra MUSIC from TICINO e Delma Jag Records
STATI UNITI
3 gior
I Fugees insieme per celebrare i 25 anni di "The Score"
Il tour celebrativo sarà di 12 date tra Stati Uniti, Europa e Africa
CANTONE
03.08.2021 - 06:300

Una passeggiata (in schizzi e parole) lungo i sentieri del Ticino

"Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi" è il lavoro a quattro mani di Fabio Andina e Lorenzo Custer

ACQUAROSSA - "Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi", che oggi esce in libreria, è un volume decisamente particolare. A cominciare dal fatto che non ha uno, bensì due autori: lo scrittore Fabio Andina e l'architetto Lorenzo Custer. Un errore che il lettore non deve fare è pensare che si tratti di un testo letterario con delle illustrazioni, oppure un album di schizzi con descrizioni più o meno lunghe. No, "Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi" non potrebbe esistere senza la stretta sinergia tra parola scritta e immagini; l'opera grafica e quella letteraria sono assolutamente complementari.

Abbiamo chiesto ai due autori di guidarci alla scoperta di questo lavoro che, ci spiegano, va inteso come una passeggiata - tutta da leggere e guardare - lungo i sentieri ticinesi.

Dall'idea... - «L'agosto di un anno fa, dopo aver letto "La pozza del Felice" (Rubbettino Editore) di Fabio Andina, l'ho contattato proponendogli di lavorare a una pubblicazione» racconta Custer. Andina conferma e prosegue: «Lorenzo mi ha invitato a casa sua e mi ha mostrato centinaia di schizzi di paesaggi che fa da 50 anni a questa parte e mi ha proposto di scriverci dei racconti. Mi sono illuminato perché quel che mi mostrava erano disegni minimalisti di paesini di montagna, di cascine nel bosco, di baite, di montagne... disegnati con linee essenziali. Mi ci sono ritrovato perché anch'io quando scrivo cerco di raccontare una scena usando il minor numero possibile di parole».

...al progetto - Da questa idea ha cominciato a prendere forma un progetto: «Nelle prime settimane abbiamo scelto degli schizzi pensando a un filo logico e armonioso, e abbiamo discusso di farne di nuovi» spiega Custer. «Ho girato il Ticino per ultimare il mio lavoro (disegno gli schizzi sul posto, osservando il panorama)». Aggiunge Andina: «Io ho iniziato a scrivere. All'inizio, volevo abbinare le storie agli schizzi. Ma questo non funzionava. Allora mi sono concentrato nel raccontare dei momenti: l'interazione tra la natura e l'essere umano; i colori del tramonto... Proprio come fanno gli schizzi di Lorenzo, che congelano matita su carta quel che vede».

La rivelazione dell'essenziale - Anche chi conosce il Ticino come le sue tasche, assicurano Andina e Custer, potrà avere delle illuminazioni. «Sia i miei racconti sia gli schizzi di Lorenzo Custer rivelano l'essenziale», spiega Andina. »L'essenziale a colpo d'occhio di una montagna disegnata con poche linee, oppure l'armonia con la quale una baita riposa da centinaia di anni su un prato alpino. Come pure l'essenziale dei racconti: le poche frasi necessarie per descrivere una scena, le poche parole per raccontare un istante. Schizzi e racconti si seguono e si intrecciano in questa pubblicazione come una fotografia che congela uno spezzone di vita».

Capire il paesaggio - Il libro vanta la postfazione di Hans Weiss. «È il decano della protezione del paesaggio svizzero: ha contribuito in modo decisivo a salvaguardare luoghi famosi come per esempio l'altopiano della Greina» ci spiega Lorenzo Custer. Che continua: «Il paesaggio è composto da elementi naturali ed elementi culturali. E per comprenderlo non serve la scienza, né il dizionario: serve soltanto la nostra percezione. Ed è proprio questo che esprimono i miei schizzi: una sintesi armoniosa tra cultura e natura ridotta alla percezione istantanea». Andina aggiunge: «Lorenzo mi ha contattato perché aveva visto nel mio romanzo "La pozza del Felice" quell'immediatezza di arrivare al punto senza tanti giri di parole. E in questi racconti ho voluto focalizzare ancora di più l'attenzione sui momenti. Catturare l'istante in cui accade qualcosa. Come una fotografia. Come gli schizzi di Lorenzo».

La sfida di un libro bilingue - "Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi" è, come s'intuisce già dal titolo, un libro bilingue. «Con l'editore Rotpunkt di Zurigo, il quale ha pubblicato in tedesco "La pozza del Felice", ci siamo incontrati alcune volte, a Zurigo e in Ticino» spiega Andina. «L'idea di pubblicare il libro in italiano e tedesco è nata durante questi incontri nel mese di febbraio. La traduzione è stata fatta da Karin Diemerlind, già traduttrice del Felice in tedesco col titolo "Tage mit Felice"». «Una volta deciso di pubblicare il libro bilingue» continua Custer «l'impaginazione è diventata la sfida: fare convivere i testi in italiano e quelli in tedesco con gli schizzi. Io e la grafica della Rotpunktverlag abbiamo lavorato molto su quest'aspetto». «Mentre io ho lavorato parecchio con l'editore per limare e ridurre all'osso i miei testi» aggiunge Andina.

Una scrittura aperta ad altre forme d'arte - «La nostra collaborazione nasce anche dalla mia apertura nei confronti di altre forme artistiche» ci racconta ancora Andina. «Appena ho visto che c'era modo di creare questo progetto mi ci sono lanciato. La stessa cosa è successa la scorsa estate quando, con l'amico chitarrista e compositore Sandro Schneebeli (anche lui malcantonese come me e come Lorenzo Custer) abbiamo creato la Suoni&Voce, dove proponiamo eventi in cui la sua musica si fonde con la mia letteratura. Inoltre, io e Lorenzo condividiamo un'espressione artistica minimalista e armoniosa, come la linea di un suo schizzo che, ondeggiante, ci regala l'immagine del Monte Lema».

Tela locale, ma colori universali - Una piccola provocazione, in conclusione dell'intervista: Fabio Andina non teme che qualcuno possa etichettarlo, sminuendolo, esclusivamente come un cantore di storie locali? Lui non ne sembra minimamente preoccupato. «Ci sono scrittori che hanno fatto fortuna scrivendo storie locali, dei loro luoghi. Quando scrivo non penso a cosa potrebbe pensare di me il lettore, quando scrivo non faccio progetti, non pianifico il racconto, non uso schemi. Parto da un'idea e lascio che questa mi prenda per mano e mi conduca lungo un percorso immaginario. E a me non resta che raccontare quel che percepisco. Prima di essere scrittore, sono ascoltatore e osservatore. Mi piace ascoltare le persone e carpirne la psicologia. E mi piace osservare il paesaggio, soprattutto la natura. Capirne le sfumature, le luci. Sono affascinato dai giochi di luce, dalle ombre. Il Ticino è la tela sulla quale dipingo, ma i colori che uso sono universali: il dramma della perdita di un figlio in un incidente d'auto; un amore non corrisposto; il bullismo; l'alcolismo; la fratellanza tra gli abitanti di un paese. Queste sono storie che sconfinano oltre i contorni del cantone Ticino. Infatti, "La pozza del Felice" fa molto bene nei paesi germanofoni e francofoni, e in autunno uscirà anche la versione spagnola». 

ROTPUNKTVERLAG
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 00:37:11 | 91.208.130.87