KEYSTONE
Demi Moore ha rivelato altri dettagli del suo oscuro passato.
STATI UNITI
24.09.2019 - 06:010

Demi Moore: fu la madre a metterla nelle mani del suo stupratore?

La futura star di Hollywood aveva solo 15 anni quando avvenne la violenza. L'uomo le disse che la donna l'aveva "venduta" per 500 dollari

LOS ANGELES - Demi Moore continua a far parlare di sé, non per un nuovo film ma per il suo triste passato che ritorna a galla. La sua autobiografia "Inside Out" ha riportato alla luce momenti oscuri, ma mai come quelli che ha approfondito in un'intervista con Diane Sawyer al programma tv "Good Morning America".

Il libro di memorie, spiega la Cbs, è dedicato alle tre figlie e anche alla madre, il cui vissuto problematico ha lasciato un'impronta indelebile sulla personalità di Moore. La donna, con problemi di alcolismo e tentativi di suicidio alle spalle, portava la figlia adolescente con sé nei bar, in modo che gli uomini la notassero. Una di quelle serate finì nel peggiore dei modi: un uomo violentò l'allora 15enne. Non solo: l'aggressore le chiese cosa provava a essere stata "venduta" dalla madre per 500 dollari.

Se quella frase corrispondesse a verità oppure no è stato un quesito che ha turbato per anni l'attrice. «Penso, nel profondo del mio cuore, di no. Non credo che sia stata una transazione così semplice. Ma comunque gli ha dato il via libera e mi ha messo in pericolo».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 04:24:18 | 91.208.130.86