Davide Giordano
Jennifer Smith, consulente del metodo KonMari.
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
11 ore
Riesplode l'amore tra Channing Tatum e Jessi J
Dopo essersi lasciati nello scorso mese di dicembre, la coppia ha deciso di riprovarci e sembra fare sul serio
ITALIA
19 ore
Il sogno della Gerini: «A 48 anni vorrei un terzo figlio»
In una recente intervista ha parlato delle sue relazioni importanti e di quella mezza storia con Carlo Verdone
STATI UNITI
1 gior
L'ex di Amy Schumer sta vivendo con lei... e suo marito
La bizzarra situazione è in parte giustificata per lavoro ma... non troppo: «Per me è come un'adolescenza sospesa», spiega lui
STATI UNITI
1 gior
Billie Eilish si era quasi tolta la vita: «Non credevo di arrivare a 17 anni»
La popstar ha parlato del suo 2018 infernale e dei suoi problemi di salute mentale: «Ero vuota e senza gioia di vivere»
ITALIA
1 gior
Belen e gli scatti da piccola diva
L’argentina ha postato alcune foto della sua infanzia: «Non è cambiato niente»
CANTONE
1 gior
Tre ticinesi a Parigi, nel nome dell'arte
Visarte-Ticino ha selezionato tre artiste per la residenza nella capitale francese da luglio 2020 a giugno 2021
STATI UNITI
1 gior
Bill Murray tornerà ad acchiappare i fantasmi
Mancava solo la sua conferma per "Ghostbusters: Afterlife", e ora è arrivata
LUGANO
1 gior
Dieci anni di Block Party: «Il primo lo finanziammo con la tredicesima»
L'inizio, il momento più esaltante e quello più difficile. In vista di sabato sera ne ripercorriamo la storia con Moko e Costa della Big Bang Family
LOCARNO
1 gior
Ligabue arriva a Moon&Stars
Il rocker italiano sarà il protagonista della serata che chiude il festival
STATI UNITI
1 gior
«Se vedevo una foto in cui sembravo grassa, io smettevo di mangiare»
Taylor Swift si è aperta per la prima volta sulla sua lotta con i disturbi alimentarI: «Se la gente si preoccupava, avevo la risposta pronta»
CANTONE
29.07.2019 - 06:010
Aggiornamento : 11:07

Ci siamo fatti riordinare la scrivania da un'esperta del metodo Marie Kondo

Sì, quella dei libri (e di Netflix) ed è stato emotivamente impegnativo ma molto liberatorio: «Ogni oggetto che accumuliamo porta con sé delle domande, anche difficili»

LUGANO - «Io, devo dirlo, sono una ordinata ma un giorno aprendo l'armadio mi sono detta: “Hai davvero troppe cose in casa, più di quelle che ti servono”», è iniziato così il viaggio nell'arte del riordino di Jennifer Smith, esperta ticinese del metodo Marie Kondo (o KonMari).

Un percorso che l'ha portata fino a Londra dove nel 2018 ha seguito il seminario ufficiale con la “maestra” giapponese resa celebre prima da una serie di libri best-seller e poi da una serie Netflix (“Facciamo ordine con Marie Kondo”).

La svolta arriva, come per molti, proprio con il libro: «Quando ho iniziato a interessarmi sui metodi di riordino ho effettuato diverse ricerche sul web, sono finita sul minimalismo ma per me era troppo pragmatico e non considerava minimamente l'aspetto affettivo delle cose che abbiamo in casa. A un certo punto sono finita sul libro di Marie “Il magico potere del riordino” ed è stato un colpo di fulmine», ci racconta Jennifer, «l'ho letto in 3 giorni e due weekend dopo avevo applicato il metodo a casa mia. Quando finito ho sentito una sensazione di leggerezza mai provata».

Da lì al seminario a Londra con Kondo-sensei il passo è stato breve: «Sempre sul web ho visto che ci sarebbe stato questo incontro nel Regno Unito, mi sono detta: “Ci devi andare”! Ho dovuto spedire delle foto di casa mia per far vedere il mio lavoro. Mi hanno accettata e sono partita, devo dire di essere molto contenta di averlo fatto!».

Per quanto liberatorio e pacificante possa essere il processo di riordino, non è mai indolore: «Ogni cosa che abbiamo per la casa ha una storia e non sempre è un confronto facile. Le persone a volte semplicemente non se la sentono di rimettere mano a tutti gli oggetti accumulati nel corso degli anni. È una cosa che ci costringe a confrontarci con noi stessi: “Perché lo abbiamo comprato? Perché lo abbiamo tenuto? Ma ci serve davvero?”, sono solo alcuni dei dubbi che ci vengono».

Sistemare la casa, quindi, diventa un processo di auto-conoscimento: «Il metodo KonMari è un processo e quindi ti porta a rimetterti in discussione in diversi ambiti. Ti porta a ragionare sui tuoi comportamenti e a porti degli interrogativi. In questo modo, non esagero, davvero ti si apre un mondo».

Una scrivania disordinata

Abbiamo approfittato della presenza di Jennifer in redazione per aiutarci a riordinare la nostra postazione con il metodo KonMari. Prima abbiamo dovuto mettere da parte tutto quello che avevamo stipato (in anni), abbiamo poi diviso il tutto in categorie diverse e provveduto a eliminare il superfluo. Parte fondamentale “salutare e ringraziare” quello che si eliminerà.

Malgrado si tratti “solo” di una scrivania, sono saltate fuori un sacco di cose dimenticate (e accumulare) che ci hanno fatto pensare parecchio. L'intero processo è stato (letteralmente) una sudata. Alla fine è tutto più vuoto e più... zen: «In questo modo si lavora meglio», ci spiega Jennifer, «gli oggetti hanno un “rumore di fondo” che distrae, alla fine ne guadagna la produttività».

 Per info ulteriori su Jennifer e il suo metodo KonMari: www.spacetherapy.ch

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-26 03:02:57 | 91.208.130.89