FOTO DOMINIC FISCHER
Alicia Lopez.
CANTONE
23.01.2018 - 06:010

«Flamenco puro», ad Ascona come in Andalusia

Appuntamento con "La Notte del Flamenco" sabato 27 gennaio alle 20.30 al Teatro del Gatto di Ascona: sul palcoscenico vedremo Alicia Lopez, Pedro Navarro e Claudio Mermoud

ASCONA - Una serata interamente dedicata all'espressione artistica andalusa, influenzata e custodita dal popolo gitano, che incominciò a prendere forma nel XV secolo.

«Il flamenco non è solo un ballo. Il flamenco è una preghiera, un urlo dell’anima, la rabbia che esplode, la passione che arde. Il flamenco è un’infinità di parole dentro ogni battito». Così, qualcuno, tempo fa, descrisse questa straordinaria forma d'arte, che tutt'oggi continua ad ammaliare non solo gli appassionati, ma anche il grande il pubblico.

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Ridel De La Rosa di Art Session Locarno, promotore e organizzatore di eventi culturali che con La Notte del Flamenco inaugura la stagione 2018, così come la propria attività.

Ridel, cosa vuoi anticipare?

«Coloro che vedremo sul palcoscenico sono artisti molto rinomati. Ci trasporteranno all’interno di più generi. Generi di flamenco che rispecchiano le diverse condizioni di vita dell'essere umano. Ciò che è certo, in ogni caso, è che Alicia, Pedro e Claudio si prodigheranno in un tipo di flamenco puro, autentico e privo di contaminazioni moderne…».

Raccontami ora degli artisti… Incominciamo da colei che vedremo danzare, Alicia Lopez…

«Tra gli insegnanti di Alicia spiccano Angelines Galván, Antonia Moya e Timo Lozano. Si esibisce regolarmente con numerose formazioni in territorio elvetico e da oltre vent’anni è alla guida di una scuola di danza a Berna».

Parlami ora di Pedro Navarro…

«Cantante, percussionista e chitarrista, da ragazzo Pedro ha perfezionato la propria tecnica in Andalusia con personaggi del calibro di Ramon Trujillo, Miguel Angel Cortés e Juan Carmona. Da anni è docente di chitarra e tiene regolarmente masterclass tra Zurigo e Basilea».

All’opera vedremo anche Claudio Mermoud…

«Claudio è il pioniere della chitarra flamenca in Svizzera. Ha iniziato il suo percorso quasi cinquant’anni fa insieme ad alcuni gitani nel sud della Francia. Dopodiché, in Spagna, ha seguito corsi di perfezionamento con Manolo Sanlucar e Gerardo Nuñez. Numerose, inoltre, nel corso dei decenni, le sue collaborazioni - tra le più recenti figura quella con il mezzosoprano Cecilia Bartoli -, così come le trascrizioni su cui ha lavorato con Bruno Jundt, Chicuelo e Ricardo Espinosa».

“La Notte del Flamenco” è il primo evento organizzato da Art Session Locarno. Stai già pianificando il prossimo appuntamento?

«Per ora non c’è ancora nulla di definito, ma si terrà presumibilmente in primavera. Al centro, in ogni caso, ritornerà la musica…».

Info e prenotazioni: ilgatto.ch/event/la-noche-del-flamenco/ ; rideldelarosa@gmail.com ; 076 361 07 34

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 08:19:21 | 91.208.130.89