mobile report Segnala alla redazione
KEYSTONE
REGNO UNITO
18.12.2018 - 10:000
Aggiornamento 11:17

Keith dice stop all’alcol e spegne 75 candeline

Una vita fatta di riff e di brani passati alla storia, così come di eccessi, quella del chitarrista dei Rolling Stones, che oggi compie 75 anni.

 

LONDRA - È l’autentica impersonificazione del rock’n’roll, il buon vecchio Keith. Genio e sregolatezza. L’alcol - oltre agli stupefacenti di qualsiasi sorta che sembra non siano più nel “menu del giorno” da qualche tempo - è stato sempre il suo (fedele) compagno di viaggio. «Per me è come l’acqua, appartengo a una famiglia di grandi bevitori», diceva.

Le preferenze? Vodka o Jack Daniel’s, che regolarmente - soprattutto tra gli anni Settanta e Ottanta - portava con sé sul palco.


KEYSTONE

Eppure, secondo quanto ha rivelato alla rivista Rolling Stone, da un anno a questa parte ha (praticamente) smesso di bere. «Ho staccato la spina, mi sono stufato», ha confessato. «Era ora di smettere, proprio come con tutte le altre cose...». Ora pare si conceda soltanto un bicchiere di vino o di birra.


KEYSTONE

75 anni, di cui 56 passati tra gli studi di registrazione e i palchi dell’intero pianeta. Ma per Richards, così come per gli altri Stones (Jagger, Wood e Watts), non è ancora tempo di pensione (difficile immaginarli seduti sul divano davanti alla tv con una copertina di lana, no?): nel 2019, infatti, la band sarà di nuovo impegnata in un tour nordamericano, che partirà da Miami il 20 aprile e terminerà a Chicago il 20 giugno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-21 03:09:51 | 91.208.130.86