Un’isola artificiale per produrre energia eolica
AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
REGNO UNITO
1 gior
Creato in laboratorio il primo batterio inattaccabile dai virus
Il batterio sintetico blocca l’infezione all’origine e potrebbe essere usato per creare farmaci ad ampio spettro.
FOTO
STATI UNITI
3 gior
Il cristallo temporale è realtà
Secondo una recente ricerca il computer quantistico di Google avrebbe creato un “cristallo temporale”
FOTO
STATI UNITI
5 gior
Nüwa City: la futura capitale di Marte
Presentato un ambizioso progetto di una città sostenibile e autosufficiente per 250mila persone sul Pianeta Rosso.
INDIA
1 sett
Ecco le bottiglie di carta che sostituiranno la plastica
Una startup indiana ha sviluppato un innovativo materiale che può essere usato negli imballaggi di prodotti liquidi
STATI UNITI
1 sett
Raccogliere energia wireless sfruttando le reti 5G
Creata un’innovativa carta per la raccolta di microonde che può trasformare i sistemi 5G in reti elettriche senza fili
REGNO UNITO
1 sett
AtmosFUEL, il progetto per trasformare la CO2 in carburante per aviazione sostenibile
L’obbiettivo è quello di studiare la fattibilità di un impianto che produrrà più di 100 milioni di SAF al giorno
STATI UNITI
2 sett
Mindwriting, il software che trasforma i pensieri in testo
Il programma potrebbe offrire nuove possibilità di comunicazione alle persone che hanno perso l’uso delle braccia
STATI UNITI
2 sett
La fusione nucleare è sempre più vicina
Durante un esperimento è stata innescata una reazione che ha prodotto il 70% dell’energia usata per avviare il processo
ITALIA
2 sett
Il computer quantistico italiano batte Google
Sviluppato con il deep learning un compilatore che può programmare un algoritmo per qualsiasi computer quantistico
DANIMARCA
06.05.2021 - 08:000

Un’isola artificiale per produrre energia eolica

La Danimarca costruirà nel Mare del Nord un hub per 200 turbine eoliche che forniranno energia a 3 milioni di famiglie

Alcuni anni fa la Danimarca ha varato un piano energetico che prevede di arrivare a produrre elettricità al 100% rinnovabile entro il 2030 e di raggiungere nel 2050 l’indipendenza energetica, liberandosi dai combustibili fossili. Per avvicinare tale obbiettivo, il governo ha annullato tutte le nuove licenze per l’estrazione di idrocarburi nel Mare del Nord e, grazie a un voto parlamentare trasversale, nel giugno del 2020 ha approvato un progetto per la costruzione di due isole artificiali che avranno lo scopo di generare energia elettrica sfruttando il vento in mare aperto.
Si tratta del piano infrastrutturale più grande e ambizioso della storia della Danimarca. Una delle due piattaforme sorgerà vicino all’isola di Bornholm, nel mar Baltico, a una quarantina di chilometri dalle coste svedesi, mentre l’altra sarà costruita nel mare del Nord, a ovest della penisola dello Jutland, a circa 80 chilometri dalla costa. Il governo danese ha anche annunciato che presto inizieranno le ispezioni preliminari per la costruzione dell’isola più grande, ovvero quella nel mare del Nord.
La prima “isola per l’energia” al mondo avrà una superficie di 120mila metri quadrati, più o meno come 17 campi da calcio, e produrrà energia grazie a 200 turbine eoliche giganti offshore, cioè collocate in mare aperto, che si innalzeranno fino a 260 metri sopra il livello del mare. La capacità energetica iniziale sarà di 3 Gigawatt (il fabbisogno di 3 milioni di famiglie), che nel tempo potranno arrivare fino a 10 GW. Considerando che la Danimarca ha quasi 6 milioni di abitanti, l’energia elettrica prodotta sarà più che sufficiente a soddisfare il fabbisogno nazionale, e quindi sarà destinata anche ai paesi limitrofi.
Il ministro danese per il clima, Dan Jørgensen, ha dichiarato: «Questo è davvero un grande momento per la Danimarca e per la transizione verde globale. Questa decisione segna l’inizio di una nuova era di produzione di energia sostenibile in Danimarca e nel mondo e collega obiettivi climatici molto ambiziosi con la crescita e i lavori verdi. Il polo energetico nel Mare del Nord sarà il più grande progetto costruito nella storia danese. Daremo un grande contributo alla realizzazione dell’enorme potenziale dell’eolico offshore europeo, e sono entusiasta per la nostra futura collaborazione con gli altri Paesi europei».
Le isole energetiche, oltre a distribuire l’elettricità generata dalle pale eoliche, ospiteranno anche impianti per la produzione di idrogeno green che servirà come carburante pulito per navi, aerei, veicoli da trasporto pesante e macchinari industriali. Il progetto costerà in totale 210 miliardi di corone danesi, ovvero circa 28 miliardi di euro. Data la sua grandezza e complessità, lo Stato avrà la maggioranza della proprietà delle isole, mentre il resto sarà di diverse società private.
Gli studi per la realizzazione dell’isola nel Mare del Nord dovrebbero essere completati nel 2024 e l’impianto dovrebbe entrare in funzione nel 2030, anche se sarà difficile che possa produrre energia prima del 2033. Ad ogni modo, con questo grandioso progetto, la Danimarca si candida a diventare Paese leader a livello europeo per la produzione di energia pulita e sostenibile.

AvanTi
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 23:06:39 | 91.208.130.86