Reuters
STATI UNITI
06.09.2021 - 15:270

La città di Taylor offre «agevolazioni fiscali» per attrarre Samsung

La promessa della cittadina di Taylor per convincere il gigante tecnologico sudcoreano

Si presume che l'impianto porti alla creazione di 1'800 nuovi posti di lavoro

TAYLOR - La città di Taylor, in Texas è tra le alternative al vaglio del gigante della tecnologia sudcoreano, Samsung Electronics, come luogo dove ergere un nuovo impianto per la realizzazione di chip, o semiconduttori.

Per convincere l'azienda, e battere la concorrenza di Austin (sempre in Texas), la cittadina di Taylor ha annunciato che offrirà a Samsung «ampie agevolazioni fiscali» sulla proprietà, nel caso venisse scelta. Lo riporta l'agenzia di stampa Reuters.

La proposta, pubblicata sul sito web della città, mostra che a Samsung verrà offerta una sovvenzione equivalente al 92,5% dell'imposta sulla proprietà valutata per 10 anni, il 90% per i successivi 10 anni e poi l'85% nel decennio a seguire. La risoluzione sarà discussa mercoledì dal Consiglio comunale locale.

Samsung, per l'impianto che si presume creerà circa 1'800 nuovi posti di lavoro, ha dichiarato intanto che sta prendendo in considerazione anche altri potenziali siti, in Arizona e nello Stato di New York.

In seguito alla scelta e alla realizzazione dell'impianto, la produzione dovrebbe iniziare entro la fine del 2024.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pontsort 1 mese fa su tio
E la Svizzera ha tolto (su pressione) le agevolazioni alle imprese straniere, ma intanto gli altri continuano a fare quello che vogliono....
Dalu 1 mese fa su tio
Ma se ci fosse un aliquota unica mondiale per queste tasse? I ricchi pagano sempre meno… indovina chi paga per loro?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 03:56:16 | 91.208.130.87